Editore: Red Edizioni
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
In commercio dal: 5 febbraio 2002
Pagine: 127 p., Brossura
  • EAN: 9788870316285
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Al giorno d'oggi, la figura maschile tradizionale, quella del capofamiglia produttore di beni, ha perso prestigio rispetto a quella del devoto consumatore. Tutta la nostra società ruota attorno al principio del soddisfacimento del bisogno, che è tipicamente materno-infantile, quindi per nulla virile. È possibile per l'uomo moderno fuggire dalla prigione che il mondo femminilizzato gli ha costruito attorno? E riscoprire la sua vera natura? L'autore suggerisce in questo libro un percorso psicologico attraverso cui l'uomo può ritrovare la propria identità smarrita: tornando cioè a onorare e frequentare, dentro e fuori di sé, le immagini del maschile di sempre e valorizzando quelle virtù virili che la cultura dei consumi disprezza.

€ 5,27

€ 6,20

Risparmi € 0,93 (15%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberto

    04/06/2013 13:16:23

    Un testo straordinario, illuminante, fondamentale e dunque da non perdere, per maschi e per femmine. Un voce intelligente (che legge dentro) finalmente autentica e fuori dal frastornante coro odierno. Un testo che aiuta a riscoprire simboli e significati, valori, senso, orizzonti perduti da recuperare. Un testo da divulgare, da diffondere il più possibile. Dobbiamo accettare la diversità e la complementarità delle funzioni e dei ruoli, e quindi che all'uomo ed alla donna spetta di giocare due ruoli e due funzioni differenti. Il maschile ed il femminile sono complementari, allora cosa dire di questo "pendolarismo" che dall'imposizione di valori detti maschili ci porta all'imposizione di valori detti femminili? Senza complementarietà, senza incontro ed integrazione fra maschile e femminile, senza riconoscimento e rispetto reciproco "delle" e "tra" le funzioni simboliche di maschio e femmina, padre e madre, quale futuro e quale educazione saranno ancora possibili? Un piccolo grande testo che fa riflettere e che quindi consiglio a tutti. Saluti e buona lettura. RF

  • User Icon

    Matteo

    26/04/2010 13:12:48

    Ottimo libro, consigliatissimo! Per quanto mi riguarda è importantissima soprattutto la descrizione che l'autore fa di Anima e di conseguenza di ciò che io personalmente definisco il Sentiero nella Notte, ossia quando mi capita incautamente di voltargli le spalle (aimè).

  • User Icon

    AL

    23/09/2008 13:53:57

    Brillantemente scritto, accessibile a tutti i giovani adulti. Da consigliare anche ai genitori. Risè pare sia autore che scrive sempre lo stesso libro (da intendersi in senso buono). Il nocciolo è l'individuazione di fattori che limitano o che coadiuvano lo sviluppo psicologico maschile. Non mi pare di notare (a differenza di altri) una dicotomia maschio-positivo femminile-negativo. L'attenzione è sullo sviluppo del maschile nell'uomo, e per questo percorso alcuni aspetti del femminile sono detti di ostacolo, tutto qui. Contiene indicazioni precise (o inviti) a dar valore allo slancio ideale, alle risorse di generosità non calcolata, non "oikos-nomica" tipiche dell'elemento maschile. Si pone come breve saggio in positivo, ma nell'orizzonte trans-gender, mono-gender, my gender-my choice, potrebbe sembrare un anacronistico pamphlet, psicanal-reazionario.

Scrivi una recensione