Ester - CD Audio di Alessandro Stradella,Luca Ferrari

Ester

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Alessandro Stradella
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 23 agosto 2012
  • EAN: 5028421942971
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 9,50

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Si tratta della prima registrazione, eseguita con strumenti d'epoca, dell'affascinante oratorio di Alessandro Stradella, Ester, basato sulla storia dell'Antico Testamento di Ester, liberatrice del popolo ebraico, il cui coraggio salva gli ebrei dalla carneficina. Quest'opera mette in luce lo stile distintivo di questo turbolento e scandaloso compositore, la cui vita ha spesso incuriosito più delle sue opere. In questa registrazione Il Concento e un gruppo di esperti solisti offrono un'interpretazione ricercata e storicamente fedele, sotto la guida del celebre direttore Luca Franco Ferrari, specialista dei periodi rinascimentale e barocco.

Cantante, violista e direttore di coro e di orchestra, il genovese Luca Franco Ferrari ha fondato nel 1995 l’ensemble Il Concento, alla guida del quale propone il recupero e l’esecuzione filologica di opere inedite del repertorio barocco e non.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Alessandro Stradella Cover

    Compositore. Era figlio di un gentiluomo lombardo o emiliano e di una nobile modenese trasferitisi a Roma nel 1644. Rimase orfano intorno al 1655 e non si sa con certezza con quali maestri abbia studiato. Al 1663 risale la prima composizione a noi nota, scritta al tempo del servizio prestato presso Cristina di Svezia. Passato, l'anno successivo, al servizio dei Colonna, con vari spostamenti a Venezia, Firenze e Vienna per organizzare rappresentazioni di propri lavori teatrali, incominciò quella vita avventurosa che doveva renderlo quasi leggendario. Coinvolto in scandali di natura amministrativa, nel 1677 fuggì da Roma, rifugiandosi con l'amante, moglie d'un notabile veneziano, a Torino. Qui fu raggiunto da due sicari che lo accoltellarono; salvatosi, dovette riparare, nonostante la protezione... Approfondisci
Note legali