Categorie

Giuseppe Cocchiara

Curatore: G. D'Agostino
Collana: Nuovo prisma
Anno edizione: 2000
Pagine: 332 p.
  • EAN: 9788838915536

L'eterno selvaggio ripercorre le tappe più significative dell'incontro dell'Occidente con il «mondo primitivo», a partire dalla scoperta dell'America. Nell'opera è possibile individuare alcune linee direttrici. Una può essere schematicamente definita come una introduzione alle origini dell'antropologia, o meglio, allo «sguardo antropologico». Da questo punto di vista essa recupera all'interno del sapere antropologico lo sguardo dell'Occidente sulle popolazioni altre a partire da fonti documentarie di varia natura con particolare riferimento alla letteratura prodotta da viaggiatori, missionari, etc., per indagare le modalità attraverso cui si è configurato il rapporto tra soggetto osservante e oggetto osservato. Un'altra linea riguarda la storia della disciplina accademicamente intesa, nei suoi diversi approcci teorico-metodologici di scuole e correnti. Una terza individua il ruolo che l'esotico, il selvaggio, il primitivo hanno svolto nella letteratura, nella musica e nelle arti figurative del Novecento, in ordine alle modalità di selezione di determinati tratti e al loro impatto sul sistema di valori dominante dell'Occidente (estetico, etico, etc.), scardinandolo o comunque interagendo con esso.