Categorie

Tom Wolfe

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
Pagine:
  • EAN: 9788804582540

Sherman McCoy è uno dei padroni di Wall Street e sente di avere il mondo in pugno: guadagna un milione di dollari all'anno, vive in un appartamento di quattordici stanze a Manhattan, al riparo dai pericoli e dalle violenze della metropoli multirazziale. Quando però una sera McCoy investe con l'auto un giovane nero nel Bronx, la polizia, i giornalisti, i politici e i difensori civici gli sono subito addosso, trasformando l'uomo di successo, il superprivilegiato, nella vittima designata di un'intera città.Una grande "commedia umana" che ha fatto tremare l'America dei potenti e dei pavidi, degli ipocriti e degli arrivisti. Tutti bruciati su un magnifico e indimenticabile falò delle vanità.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lorso57

    31/08/2015 19.39.47

    Fluviale commedia umana, di lunghezza eccessiva, in cui l'autore mette alla berlina un'intera società e il suo modo di vivere. Ironico, graffiante, impietoso nella descrizione dei vizi umani e della smania di avere successo a tutti i costi ricercando quella visibilità che il modello di società impone grazie allo strapotere di giornali e televisioni. Al termine della sua amara parabola si è quasi portati a schierarsi dalla parte del protagonista che all'inizio della storia ispirava semplicemente un senso di repulsione.

  • User Icon

    Silco

    03/05/2015 19.54.04

    780 pagine di banali inutilità e luoghi comuni. Non mi aspettavo analisi umane e sociali come hugo ma almeno qualcosa in più di questo supplizio.

  • User Icon

    Massimo F.

    15/11/2014 13.25.27

    I grandi autori americani danno il meglio di sé quando si prendono di mira e analizzano il loro ambiente di riferimento. Wolfe si lancia (e noi con lui) in una galoppata senza freni e senza fiato attraverso la società americana: arguzia, ironia, amarezza si fondono assieme in un affresco tanto spietato quanto intrigante. Difficile da dimenticare.

  • User Icon

    GianniF.

    08/04/2014 08.11.44

    Grande romanzo contemporaneo con la tragicita' di alcuni grandi classici. Il protagonista Scherman, finanziere di Wall Street, una figura di successo, che ispira da subito antipatia. Il sostituto procuratore Kramer e il giornalista Fallow, al contrario due uomini mediocri, quasi spiantati, quotidianamente alla ricerca di qualche piccolo fatto che li sollevi dalla mediocrita'. Durante lo svolgimento del romanzo le parti si invertiranno: tutta la simpatia alla 'vittima' Sherman e l'antipatia ai due perfidi arrivisti. Peccato per un finale tristissimo.

  • User Icon

    Ago

    09/02/2012 11.33.43

    Monumentale: storia, descrizioni degli ambienti e delle persone, tutto perfetto. Ogni particolare dà importanza e colore alla narrazione, che non risulta mai pedante. Nonostante la lunghezza, se amate la lettura, lo divorerete!

  • User Icon

    claudio

    25/07/2010 22.19.35

    un libro vero. un grande autore. corrosivo. caustico. nei personaggi di wolfe non c' è spazio per la fantasia: sembrano reali. anzi, lo sono.

  • User Icon

    Lomax

    06/07/2009 12.13.04

    Più giornalista che scrittore, più critico che letterato, Tom Wolfe esalta le sue grandi qualità di censore delle umane debolezze, soprattutto quelle figlie del suo tempo e della sua nazione. Un romanzo che è un grande affresco della borghesia americana ma, ancor di più, l'amara constatazione che "l'abito fa ancora il monaco".

  • User Icon

    Pietro

    15/09/2008 10.18.16

    Posso capire perché questo libro, alla sua uscita nei primi anni ’80, sia stato un autentico “caso” editoriale. E’, secondo me, efficace come pochi nel raccontare la realtà americana, ma direi la realtà di una società moderna fondata sull’immagine e sul ruolo. Non vi aspettate da Wolfe personaggi simpatici, teneri, cui sentirsi solidali. Avrete invece personaggi dalle motivazioni sempre meschine, scarsamente interessati al proprio prossimo e preoccupati solo di non sfigurare di fronte agli altri, personaggi che vi risulteranno antipatici, ma che sentirete VERI….non semplici macchiette, piuttosto uomini e donne deboli, trascinati da situazioni più grandi di loro. E’ un esempio di bestseller, secondo me, intelligente. Una storia semplice (la caduta in disgrazia di un brillante uomo d’affari di Wall Street a causa di uno sfortunato incidente, e dell’accanirsi di una intera città contro di lui, quasi a farne una sorta di capro espiatorio delle colpe collettive di un’intera società) che offre mille spunti di riflessione, ma che non risulta mai pesante.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione