La felicità è un sistema complesso

Regia: Gianni Zanasi
Paese: Italia
Anno: 2015
Supporto: DVD
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 6,99

€ 9,99

Risparmi € 3,00 (30%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione
Enrico Giusti fa un lavoro strano: diventa amico di dirigenti incompetenti che rischiano di mandare in rovina le imprese che gestiscono e li convince ad andarsene evitando il fallimento delle aziende. Non sbaglia un colpo, mai. Fino a quando non si trova a che fare con due giovanissimi fratelli di 18 e 13 anni, orfani di un'importante coppia di imprenditori. Enrico viene chiamato col compito di impedire che due adolescenti possano diventare i dirigenti di un gruppo industriale d'importanza nazionale. Dovrebbe essere il caso più facile, il coronamento di una carriera, ma tutto si complica: sarà il caso che Enrico aspettava da tanto tempo, quello che cambierà tutto, per sempre.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Francesco B.

    23/09/2018 18:10:08

    Questo film parte dispari. Inizia con Mastandrea, schiacciato contro un muro, di notte, con una parrucca in testa, vestito anni ‘70. E non si capisce bene dove siamo, quando siamo, chi è quel tizio un po’ banale che lo aggancia in discoteca, e cosa sta a significare quella musica. Poi piano piano la morsa s’allenta, e s’aprono alcuni sprazzi che lasciano intendere la trama. Ecco, una volta tanto un film che pretende dallo spettatore una certa attenzione. Ma nonostante questo, tutto quanto rimane un pochino dispari, come l’ambientazione stessa: Trento. Trento? (Un giorno gli archeologi scopriranno che il cinema negli anni 10 del terzo millennio, veniva finanziato dalle giunte regionali). Mastandrea è il solito bravo Mastandrea in questo ruolo donchisciottesco di “dissuasore per incapaci figli di papà indegni ereditieri del fottuto patrimonio imprenditoriale nazionale”, ricchi figli di ricchi, buoni solo "a organizzare tornei di Playstation e ingolfare Maserati". La ragazza israeliana è un elemento destabilizzante ma anche se non c’era cambiava poco. E invece no, anche lei ha la sua funzione distopica, per come entra nella storia, e per come s’inserisce nel mondo senza appigli del protagonista. Filippo e Camilla , i due fratellini contro cui il protagonista va a sbattere, sono persone pure, ingenue, che sperimentano l’ampio spettro di reazioni che si subisce, quando la propria vita viene shakerata dalla morte. Film da vedere, puro cinema italiano sociale, anche se in veste techno jungle, si parla di società e non ci si rifugia nelle storie/dramma ultra private/intime con gli attori che parlano sottovoce e c’hanno il viso ucciso e non si capisce icchè dicano. Qui si parla di un Paese che è una terra di mezzo sempre più prossima all’abisso, e della gente che ci vive sopra e si arrabatta. Ma non c’è nessuna morale, o per lo meno non ce la vedo io.

  • User Icon

    Francesca

    20/09/2018 14:08:07

    Un film raro. Una storia delicata e coinvolgente. Magnifici i personaggi. Strepitosa la colonna sonora. Un gioiello poco conosciuto da scoprire assolutamente!

Scrivi una recensione
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2016
  • Distribuzione: RAI Cinema
  • Durata: 117 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale; trailers