Categorie

Harlan Coben

Traduttore: A. Callegari
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2009
Pagine: 357 p., Rilegato
  • EAN: 9788804592488
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    filippo

    13/09/2016 09.16.29

    Harlan Coben scrive molto bene e questo romanzo ne è la dimostrazione. Non si raggiunge però il massimo dei voti perché in fin dei conti c'è troppa carne al fuoco ed alcune vicende parallele non sono funzionali alla storia principale (la storia dei vicini di casa cosa c'entra con il resto e come va a finire?). In ogni caso, una lettura piacevole.

  • User Icon

    Trixter

    23/10/2015 12.00.07

    Sicuramente un bel libro, scritto in modo fluido, con una prosa semplice e piacevole. La vicenda, piuttosto originale, è ben articolata nei suoi piani narrativi e, per 2/3, l'opera è davvero intrigante. Il finale, forse, non è dei migliori ma è comunque convincente. Bravo Harlan!

  • User Icon

    Massimo F.

    31/07/2013 21.47.21

    Thriller complesso e molto attraente per stile e intensità della storia. Fino a oltre metà, la storia fila liscia alla grande con l'autore che riesce a tenere benissimo l'integrazione ed il parallelismo dei diversi piani narrativi, creando nel lettore la tipica astinenza "da pagina dopo". Evidentemente la struttura si è però rivelata troppo complessa anche per una abile scrittore come Coben che nel finale non riesce a chiudere in maniera pulita i numerosi file aperti. Certo, alla fine tutto torna, ma con un po' di confusione e qualche 'sopra le righe " di troppo. Peccato. Comunque da leggere.

  • User Icon

    carlo

    17/05/2013 12.14.34

    Sinceramente non mi è piaciuto e come storia l'ho trovata anche molto inverosimile

  • User Icon

    max

    21/05/2012 12.40.59

    Molto bello! Lo consiglio vivamente!!!

  • User Icon

    Robin

    11/04/2011 10.17.35

    Davvero un bel giallo. L'ho letto in un giorno e praticamente l'ho divorato. Storia attualissima che vede come protagonista la routine familiare, fatta di cose scontate e a volte anche piatte, ma felici. Poi accade un fatto triste e come un castello di carte, cominciano a cadere le certezze, si alimentano i dubbi e l'angoscia cresce. Più famiglie sono coinvolte e ognuna di loro ha i suoi segreti, che piano piano li stanno praticamente uccidendo. Suspance e giallo condiscono questo romanzo accattivante, ma anche molto triste per certi versi, che si muove in parallelo tra storie isolate che a mano a mano si svelano al lettore come parti importanti di un grande puzzle. Alla fine del libro, tutti i pezzi saranno andati al loro posto e si capirà com'è andata davvero e perchè.

  • User Icon

    paolo

    07/04/2011 16.03.04

    Finalmente un "nuovo" libro di Coben. Chi ha già letto sue opere sa a cosa mi riferisco. Molto bravo.

  • User Icon

    Paolo 1975

    23/10/2010 17.20.45

    Di sicuro non il miglior lavoro di Coben. L'idea di base è abbastanza originale, ma come ormai accade spesso l'ansia di voler per forza esagerare (fra violenza gratuita e colpi di scena) genera una storia assai banale. Per chi non avesse mai letto nulla, consiglio di inziare con "Svaniti nel nulla".

  • User Icon

    gabri23

    08/09/2010 14.55.32

    Un capolavoro, assolutamente, ripeto, ASSOLUTAMENTE, da non regalare MAI ne a mamma, ne a papà. Vi FIDATE DI ME????

  • User Icon

    Dennype

    11/04/2010 13.39.29

    Bellissimo thriller, dove gli eventi si concatenano in un finale ben studiato. E' il secondo libro che leggo di questo autore e devo dire che il suo modo di scrivere articolando colpi di scena e rivelazioni riesce a lasciarmi con la suspence fino all'ultima pagina.

  • User Icon

    nolotito

    15/03/2010 20.53.13

    ottimo thriller intricato al punto giusto ma mai prolisso... è la mia prima lettura di coben... ma nn sarà l'ultima!

  • User Icon

    trust

    17/01/2010 10.21.25

    Trama molto avvincente. Parecchi elementi si susseguono a ritmo incalzante. Veloci scorrono le vicende contribuendo, purtroppo, ad una notevole confusione che parzialmente nella fine trovano una poco meritata analisi. Morale: i giovani adolescenti ci osservano e pensano che il comportamento degli adulti sia corretto in maniera ineccepibile.

  • User Icon

    ilaria

    08/01/2010 18.37.44

    Se devo leggere un thriller's writer e' sicuramente Harlan Coben che prediligo in assoluto. Non sono un amante del genere preferisco romanzi o saggi ma Coben e' decisamente bravo. Anche in questo suo ultimo scritto ho ritrovato tutti gli ingredienti che apprezzo. Ogni capitolo si conclude con il phatos che non ti permette di fermare la lettura ma di andare avanti fino alla fine

  • User Icon

    Marco_77

    07/01/2010 15.41.16

    Purtroppo non riesco a dargli 5/5 per il finale, sicuramente ben studiato l'intreccio delle storie che alla fine si svelano sciogliendo ogni dubbio....trovo invece alquanto forzato il movente che spinge il "killer" a uccidere le due donne. Sto comunque "criticando" uno degli autori thriller più bravi al mondo....averne di libri così!!!

  • User Icon

    nadia

    05/11/2009 19.18.37

    Romanzo “realissimo” in cui forse l’unico dato non proprio reale è il tempo libero di Mike: un professionista affermato purtroppo ha pochissimo tempo per la famiglia; infatti i problemi di Tia sul lavoro sono problemi che si riscontrano pienamente nella realtà. Un insieme di problemi talmente reali che mi hanno fatto leggere tutto il romanzo con il cuore in gola in attesa della mazzata finale. C’e un passo bellissimo che ho riletto 3 o 4 volte:: quando Mike si rende conto che è normale che il poliziotto menta: come lui sta facendo di tutto e di più per salvaguardare il figlio. Angoscianti le pagine in cui Tia si rende conto da dove e da chi è partito il messaggio “fantasma” imputato ad Adam. Bellissimo!

  • User Icon

    Standbyme

    21/10/2009 19.54.44

    Il killer spietato con una complice che uccide con crudeltà e infliggendo sofferenze inimmaginabili alle sue vittime – la classica famiglia benestante con due figli adolescenti – l’insegnante apprezzato da tutti che se ne esce con una battuta infelice nei confronti di un’allieva – il marito abbandonato da la moglie che vive con la figlia undicenne – i genitori di un bimbo che ha un urgente bisogno di un trapianto del rene – il ragazzo che si toglie la vita gettando nella disperazione i genitori – il capo della polizia nella cui casa si terrà una festa organizzata dal figlio sedicenne per sballare. Questi i personaggi che appaiono sulla scena descritta da Coben in questo buon thriller. Che cosa unisce tutte queste persone? Alcune sono amiche tra loro, altre semplici conoscenti, vicine di casa, altre ancora sono legate da un vincolo di parentela. Al là di questo difficile capire quali siano le relazioni tra due efferati delitti, tra un suicidio, tra un locale per giovani in un quartiere malfamato, tra due ragazzine sveglie e curiose. Fin dall’inizio il romanzo è carico di pathos, si viene coinvolti nelle varie vicende che sembrano non avere alcun nesso tra loro, non ci sono sufficienti indizi per collegarle e l’intuizione aiuta poco. Poi man mano che la lettura prosegue i fili cominciano a collegarsi, le connessioni si attivano e, dopo un susseguirsi di colpi di scena, al lettore sarà tutto chiaro. Coben è finalmente uscito dal solito cliché che ha caratterizzato le sue ultime opere apparse in Italia, qui abbiamo una storia attuale e non che si sviluppa su una vicenda accaduta 20 – 25 anni fa. Una prosa che alterna discorsi normali, come quelli che si fanno solitamente tra vicini di casa, con considerazioni profonde sui rapporti genitori – figli. È giusto che i genitori spiino i propri figli per verificare se stanno prendendo una brutta strada? Questo il quesito di fondo del romanzo dove forse le “coincidenze” sono un po’ troppe comunque, come ho già detto, è un ottimo thriller, anche se non tra i migliori di Coben

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione