copertina

Figli e amanti

David Herbert Lawrence

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Paola Francioli
Editore: Garzanti
Collana: I grandi libri
Anno edizione: 2020
Formato: Tascabile
In commercio dal: luglio 2020
Pagine: 528 p., Brossura
  • EAN: 9788811814184

€ 9,50

In uscita da: luglio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Paolo, legato profondamente alla madre, non riesce ad avere un rapporto sereno con nessuna donna, né con Miram, innamorata e mite, né con Clara, una divorziata che decide di tornare dal marito quando capisce che il rapporto con Paolo non può essere appagante. Quando muore sua madre, Paolo, straziato dal dolore e in disperata solitudine, capisce però che forse solo da quel momento potrà cominciare a sperare di saper costruire un vero rapporto affettivo con una donna. Introduzione di Piero Gelli.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 2
5
0
4
0
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Manuela di Trieste

    30/01/2008 21:04:59

    Lawrence è stato un grande scrittore, ma più abile nel descrivere situazioni e stati d'animo che nel realizzare intrecci;l'idea di partenza è buona, ma tutta la prima parte riguardante il ménage coniugale dei Morel e la dura vita dei minatori è fine a se stessa, pare quasi uno sterile esercizio di scrittura (sia pure piacevole da leggere)Un'opera riuscita a metà.

  • User Icon

    LostFairy

    28/06/2007 13:15:14

    Entusiasmante l'inizio, deludente il finale. Molto bella la prima parte, realistica, concretamente visiva, molte volte emozionante. Meno interessante la seconda, totalmente abbandonato il realismo, eccessivamente lirica e caricata di simboli naturalistici,puro astrattismo psichico. Se tutta questa "incapacità di vivere e di amare, di liberarsi dall'amore possesivo della madre" fosse stata resa, nella seconda parte, con quella concretezza che pervade la prima...forse l'avrei apprezzato di più.

  • David Herbert Lawrence Cover

    (Eastwood, Nottinghamshire, 1885 - Vence, Provenza, 1930) scrittore inglese. Figlio di un minatore e di una ex maestra, alla morte del fratello maggiore, divenne il centro emotivo della vita della madre, che riversò su di lui un amore troppo esigente e possessivo (sarà questo uno dei temi del romanzo Figli e amanti, Sons and lovers, 1913, una delle sue opere più potenti e compiute). Frequentò il Nottingham University College, dove si abilitò all’insegnamento. Fece quindi l’insegnante, ma presto si dedicò interamente alla letteratura. Nel 1914 sposò una tedesca divorziata, Frieda von Richtofen, e visse con lei in Germania, Austria e Italia. Tornato in Inghilterra nel 1914, proclamò la sua avversione alla guerra. La sua fama di ribelle si accrebbe con la pubblicazione di un romanzo, L’arcobaleno... Approfondisci
Note legali