Traduttore: S. Brambilla
Editore: Fanucci
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 20 gennaio 2011
Pagine: 343 p., Brossura
  • EAN: 9788834716786
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Isaac Apfulbaum, un rabbino estremista, viene rapito dal dottor Isma'l al-Shaath, un terrorista fondamentalista. Ciò scatena una grave crisi, perfino in quel Paese tormentato dai drammi. Le richieste che ne scaturiscono seguono uno schema assai familiare. Si pretende che il governo israeliano rilasci un centinaio di prigionieri palestinesi. In caso contrario, il rabbino verrà giustiziato. Naturalmente, i tempi sono serrati. Elihu, il leggendario capo del Mossad, viene richiamato dalla pensione perché ci sono troppe questioni in gioco. Un piano di pace avallato dagli Stati Uniti sembra poter avere concrete possibilità di successo. La firma del piano, accettato da entrambe le parti in causa, è fissata a Washington, in capo a nove giorni. Ma tutti gli esperti delle questioni mediorientali degni di questo nome sanno che, se il rabbino rapito verrà assassinato, le trattative verranno sospese. Nel frattempo, un legame inaspettato potrebbe segnare una nuova tappa in un conflitto che dura ormai da troppo tempo.

€ 9,00

€ 18,00

Risparmi € 9,00 (50%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 8,10 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    stefano

    20/12/2016 08:14:39

    Dei romanzi di Littel, questo l'ho trovato il meno brillante. L'argomento ostico, forse, lo ha condizionato. La prosa è sempre raffinata. I personaggi leggermente al di sotto delle aspettative. La trama non sorprende.

  • User Icon

    dino63

    14/07/2012 22:28:08

    Littell e' un autore straordinario e purtroppo poco tradotto nella nostra lingua. Dopo avere letto il suo "The company" (purtroppo esaurito), che considero un capolavoro assoluto del genere spionistico, ho comprato e letto tutti i suoi libri tradotti in italiano: anche questo libro non mi ha deluso, fornendomi un quadro approfondito e attento del conflitto israeliano/palestinese. Lo scontro verbale e teologico fra il rabbino Apfulbaum e il suo rapitore palestinese mi hanno aperto gli occhi sul dramma politico e religioso, che si vive in questa terra. Non manca, ovviamente, nel romanzo la parte più strettamente spionistica e di azione, ma questa non è certo la prospettiva migliore per valutare questo libro: mi sembra assolutamente riduttivo considerare questa opera come un semplice romanzo di spionaggio, ma piuttosto una testimonianza delle profonde lacerazioni politiche e religiose che dividono due popoli costretti a convivere in mezzo a troppe difficoltà in questa parte del Medio Oriente

  • User Icon

    filippo nox

    16/04/2012 08:01:36

    Bel libro, molto attuale e profondo. Consigliato!

  • User Icon

    graziano vicentini

    26/10/2011 18:02:57

    Bello , forse un po' lento in alcuni momenti, ma molto interessante ed attuale . Scritto molto bene da un molto bravo autore .

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione