Categorie

Ismail Kadaré

Traduttore: F. Bruno
Editore: Longanesi
Anno edizione: 2007
Pagine: 109 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830424043

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ariano

    12/03/2009 20.25.00

    Scritto molto bene.Per uno come me ,che ha vissuto ogni momento di quella dittatura ,mi fa tornare in mente tante ingustizie e sofferenze ,e mi fa vennire i brividi ancora oggi.Complimenti anche all' editore per il coraggio,ad aver appoggiatto un romanzo che sicuramente interessa a una piccola parte di lettori.

  • User Icon

    Alban

    18/01/2008 16.58.27

    Completamente d'accordo con la recensione di Mirco. Aggiungo peraltro che le vicende del romanzo proseguono nel libro "Il successore".

  • User Icon

    Mirco Ficola

    29/11/2007 08.52.57

    Questo libro, scritto più di venti anni fa e quindi in tempi non sospetti, rappresenta il tentativo riuscito di far comprendere al lettore il sentimento di terrore e frustrazione che un popolo prova davanti alla forza schiacciante di una dittatura. Le menti sono ottenebrate dalla propaganda politica, ben inquadrate e regolate come un plotone in marcia, quelli "contro" sono gettati da mani invisibili nelle miniere di cromo, i sentimenti sono frustrati da rigidissimi schemi. Così l'amore del protagonista per la figlia di un alto dirigente del Partito gli è di fatto precluso dalle logiche di carriera del padre di lei. Ma un dubbio feroce accompagna il narratore: tornando con la mente al sacrificio di Ifigienia dapprima crede di trovare un parallelismo con la vicenda che lo lega a Suzanne, ma poi capisce che non è così. La "violenza" perpetrata su di lei altro non è se non la negazione di ogni pulsione, dello sbocciare di una nuova forma di "idea". Un concetto che dovrebbe far riflettere chi ancora prova nostalgia per queste forme di potere. Un plauso anche all'editore LONGANESI che ha realizzato una collana davvero bella.

Scrivi una recensione