Categorie

Marco Balzano

Collana: La memoria
Anno edizione: 2016
Pagine: 200 p., Brossura
  • EAN: 9788838934919
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 7,02

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    virginio

    19/09/2016 21.19.54

    Un romanzo fresco, profondo, che dà tanti spunti da meditare, Lettura scorrevole, dialoghi chiari e ben impostati. Mi è piaciuto.

  • User Icon

    ago

    30/08/2016 10.24.19

    Lettura carina e leggera, forse anche troppo leggera... Un romanzo di formazione che si legge in una settimana: piace per le ambientazioni e la caratterizzazione dei personaggi ma molti argomenti meritavano di essere approfonditi. L'altro romanzo di Balzano che ho letto (L'ultimo arrivato) è decisamente più "maturo" di questo.

  • User Icon

    jane

    16/01/2016 18.24.04

    Un ' operina che promette molto ma lascia un po' di delusione perché gira e rigira intorno al tema nord-sud senza un vero sviluppo della storia.

  • User Icon

    claudio

    11/12/2015 10.03.02

    Una famiglia di Barletta emigrata anni prima nell'hinterland milanese. Il nonno, analfabeta, ex comunista, la moglie e quattro figli. Poi sono arrivati i nipoti e un po' per volta si è guastata l'atmosfera familiare. Ormai i quattro fratelli si ignorano se non si odiano e i cugini non si vedono più. In questo frangente viene deciso a malincuore di vendere la casa di Barletta dove i nonni e i figli abitavano prima di emigrare. Appartamento quasi diroccato, ma stella cometa per i due anziani che a malincuore accettano. Per vendere partono in auto il nonno, un figlio -diplomato alle serali- e il figlio di questi -laureato e insegnante precario. Ed è un viaggio in cui emergono i caratteri dei tre personaggi, raccontati dal più giovane, l'io errante della storia. A tratti commovente, in particolare il nonno. Da consigliare.

  • User Icon

    angelo

    12/11/2015 15.28.41

    Ingredienti: tre generazioni maschili di una famiglia di emigranti, un viaggio da Milano a Barletta per riallacciare rapporti e recuperare dialoghi, una casa estiva ormai abbandonata e cadente da vendere, un contatto con le proprie radici ancora vive ma sempre più deboli. Consigliato: a chi vuol tornare col ricordo ai luoghi del proprio passato, a chi vuol fuggire dal presente per cercare il proprio posto nel mondo.

  • User Icon

    emma

    07/10/2010 18.45.42

    un po' di fatica a recuperarlo, ma è valsa la pena insistere. avevo letto la recensione di goffredo fofi su "internazionale" e in effetti è come scrive, è un libro che può insegnarci molto su quel che siamo e su quel che siamo stati. alterna momenti di simpatia e leggerezza ad altri di malinconia, con un sentimento del tempo molto forte. si legge d'un fiato, anche perchè ci si identifica con la voce di chi scrive (il protagonista è un ragazzo laureato e ora precario) e si riconoscono soprattutto negli altri due protagonisti, il padre e il nonno, i nostri genitori e i nostri nonni.

  • User Icon

    fernando

    25/06/2010 12.49.58

    molto bello si...mi ha invogliato la buona critica che ha avuto e non me ne sono pentito. e detto da un lettore pigro come me vale il doppio (di solito faccio fatica ad arrivare alla decima pagina). lo consiglio

  • User Icon

    Anna Lucia

    21/06/2010 18.11.20

    Un libro bellissimo dalla scrittura semplice e delicata. Davvero emozionante e commovente.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione