Categorie

Béla Balázs

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2002
Pagine: LI-324 p.
  • EAN: 9788806163037

In questo volume Béla Balázs ha compendiato, aggiornandola, tutta la sua opera teorica, contenuta negli altri suoi due libri, Der sichtbare Mensch oder Die Kultur des Films (1924) e Der Geist des Films (1931). L'ampia materia vi è riordinata in capitoli riguardanti ciascuno un determinato elemento o problema dell'arte cinematografica: dall'importanza del primo piano alle possibilità offerte da un uso dei movimenti di macchina e delle dissolvenze, dalla tecnica del montaggio ai rapporti tra sceneggiatura e film - Balázs fu anche sceneggiatore, in Narkose di Abel (1929) e in Dreigroschenoper di Pabst (1931) -, dai problemi del colore, che egli vuole usato in modo dinamico, per dare maggior efficacia drammatica alla scena, alle osservazioni sul carattere e sullo sviluppo del film sonoro che egli spera di veder diventare, nonostante le pessimistiche profezie di molti, una «grande arte nuova».

Introduzione di Marco Vallora. Parte prima: I. Elogio della teoria. II. Storia delle origini. III. Il nuovo linguaggio. IV. Cultura visiva. V. L'uomo invisibile. VI. La «macchina» creativa. VII. Il primo piano. VIII. Il volto dell'uomo. IX. L'inquadratura variabile. X. Il montaggio. XI. I movimenti di macchina. XII. La tecnica espressiva della macchina da presa. - Parte seconda: XIII. Problemi dello stile cinematografico. XIV. Formalismo dell'avanguardia. XV. Trucchi ottici e disegni animati. XVI. Il film sonoro. XVII. Il dialogo. XVIII. Il problema della comicità del film sonoro. XIX. Osservazioni sul colore e sul rilievo. XX. La sceneggiatura. XXI. Arte: materia e forma. XXII. Problemi di stile. XXIII. Le arti musicali. XXIV. L'eroe, la bellezza, il divo e il caso di Greta Garbo. XXV. Il cammino e gli obiettivi del cinema sovietico. - Indice dei nomi. - Indice dei film.