Recensioni La fine o l'inizio Esseno

  • User Icon
    01/10/2020 10:04:46

    QUESTA OPERA È UNA MERAVIGLIOSA PROIEZIONE VERSO UN FUTURO FELICE! PROBABILMENTE NON SIAMO ANCORA PRONTI E PUÒ SEMBRARE UTOPIA, MA BISOGNA CREDERE NELLA POSSIBILITÀ DI UN MONDO GIUSTO E POSITIVO, LIBERO DA TUTTE LE ABBERRAZIONI (AVIDITÀ, IPOCRISIA, VIOLENZA, POTERE DISPOTICO, DOLORE). L'EVOLUZIONE PORTA ALLA CONOSCENZA E QUESTA NON È UTOPIA, TUTTO STA NEL TROVARE IL CORAGGIO DI REAGIRE AL TORPORE CHE CI IMPRIGIONA! SGANCIARCI DALLA ZAVORRA DEL PROFRESSO SPAZZATURA CHE INESORABILMENTE CI TRASCINA VERSO LA DISTRUZIONE! COSA CI RISERVA IL FUTURO DIPENDE SOLO DA NOI! POSSIAMO FARE IN MODO CHE SIA "L'INIZIO O LA FINE"

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/09/2019 07:59:42

    in questo romanzo l'autore espone un'acuta analisi del nostro paese proponendo un modello sociale, politico ed economico esseno, che per quanto discutibile, offre validi spunti di riflessione.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/03/2017 21:04:44

    Fin dalle prime pagine sono stata “presa” dalla lettura di questo libro, forse profetico. Le storie qui narrate sono diverse tra di loro eppure un sottile filo logico le lega una all’altra, fino a condurre il lettore ad una visione del mondo assolutamente unica e sconvolgente. Gli Esseni sono la radice più antica e allo stesso tempo la visione più moderna, oserei definire quasi utopistica, dell’unico modo possibile di pensare la vita dell’uomo su questo nostro piccolo e preziosissimo pianeta. Il “Dialogo col nipote” apre una riflessione serena e a tratti scanzonata del nostro tempo, semplicemente perché avviene nel 2052, in una Terra ormai “Essenizzata” e moderna, dove la tecnologia e il progresso sono al servizio della pace e della qualità di vita dell’umanità.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/03/2017 16:10:10

    Ho letto con piacere questo libro e non nascondo un certo coinvolgimento ed interesse. Quello che mi affascina di più, sono le connessioni con altre dimensioni, dove con una spiccata fantasia e rispetto verso fatti storici, dove raccontano, un passato di saccheggi di opere d’arte, come fa riferimento l’Autore riguardo ai marmi del Partenone di Atene; ed e per questo, che riesce a coinvolgere il lettore, condividendo in alcuni casi, una cruda realtà. Il messaggio che vuole dare di sicuro non lascia indifferente. E se tutto questo fosse già successo...... E se stessimo rivivendo il futuro............ Un mondo migliore ?.......... forse sarà inevitabile....... Solo il tempo ci darà ragione......... Roberto

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/12/2016 14:12:18

    Una lettura piacevole e scorrevole, ma allo stesso tempo ricca di spunti di vita e di riflessione. Un esempio di come a volte quelli a sorprendere di più siano gli autori semi-sconosciuti. Narrando piccole grandi storie di amore e fratellanza, l’autore ci porta per mano verso la comprensione del vero senso della vita, che è dato dalla vita stessa nella sua più intima e sacra essenzialità e nella reciproca e benevola condivisione fra gli essere umani. Toccante e di una semplicità purissima è la fratellanza che unisce i tre umili viaggiatori a Lampedusa, privi di mezzi monetari ma ricchi di volontà di offrire al servizio dell’ospitale e benevola famiglia di pescatori le proprie sole abilità manuali. Così come storie di amore puro e incondizionato e al contempo prove di come quest’ultimo sia il migliore antidoto contro il male, sono quelle di coloro che l’autore con toccante sensibilità, ama chiamare “connessi” definiti “pazzi” nella frenetica società odierna, la quale è popolata da pseudo-“normali”, alla costante ricerca di una felicità tanto materiale quanto effimera, inconsistente. E’ così che alla fine del libro l’autore ritorna all'inizio, cioè agli Esseni, antico popolo che viveva una vita di pace, armonia e condivisione dei frutti della terra. Con grande realismo l’autore adatta ai tempi odierni la sua idea di ritorno alle origini, immaginando una società moderna che, pur preservando e valorizzando le sue conquiste in campo tecnologico e scientifico, al contempo assuma piena consapevolezza dei motori essenziali della vita stessa, amore e fratellanza, senza i quali il progresso materiale in sé è destinato a tradursi in un drammatico regresso spirituale.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/12/2016 22:52:29

    Molto interessanti le idee che scaturiscono dalla lettura di questo libro. Il cambio di rotta rispetto al sistema socio-economico attuale avviene con modalità inusuali rispetto ai saggi o ai trattati classici. L’introduzione sugli Esseni mi ha spiazzato all’inizio per poi diventare una chiara guida all’interpretazione dei vissuti dei vari personaggi che lo animano. Un testo attualissimo e provocatorio che fa riflettere sull’inutile affanno dell’uomo moderno che vive in funzione del denaro per soddisfare falsi bisogni. Chissà se avverrà mai la presa di coscienza collettiva auspicata dall’autore! A me non dispiacerebbe…

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/12/2016 17:28:55

    Molto scorrevole, avvincente e futuristico questo secondo libro di Boscarino. Avevo letto il primo “La mia e la tua guarigione” e mi aveva suscitato una miriade di emozioni. Qui l’autore volge lo sguardo oltre la propria esperienza personale e, attraverso la narrazione di vicende di persone apparentemente “folli”, si dipana un racconto avvolgente che conduce ad una lettura sociale assolutamente originale. Lo stile narrativo vario e allo stesso tempo semplice lo colloca tra il romanzo e il saggio sociologico, ma mantiene sempre una freschezza nel racconto che richiama lo stile del primo libro. Entusiasmante il dialogo col nipote, proiettato in un meraviglioso futuro di utopie realizzate. Lo consiglio! Michela

    Leggi di più Riduci