Categorie

Philip Larkin

Curatore: E. Testa
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2002
Pagine: 73 p.

8 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Classici, poesia, teatro e critica - Poesia - Raccolte di poesia di singoli poeti

  • EAN: 9788806149796

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberto Agostini

    24/05/2016 14.06.52

    Voto altissimo, giochiamo con le sue "finestre alte". Altissimo perché il pessimismo di questo poeta è così ottimistico, conciliatore dei due opposti, vivere e morire, che oggi che in questa società "virtuale" il secondo termine dell'endiadi pare così sciocco,vacuo e vanitoso (si applaude ai funerali, si lanciano palloncini in cielo, si dice "arrivederci" al defunto come a un tè o a una partita di calcio), non siamo più spaventati dall'essere e poi finire, ma dal vuoto che trascorre fra questi opposti. Io sento Larkin "montaliano", mi spiace che siano così poche le sue traduzioni - credo questa einaudiana l'unica finora disponibile - perché come nel nostro sommo poeta del Novecento il mistero non è il misterioso, ma il quotidiano, e gli ossi sono di seppia, sul bagnasciuga.

  • User Icon

    Daniele

    25/02/2015 07.09.34

    Un monito a chi pensi che scrivere poesia possa essere alla portata di tutti. Leggete "Finestre alte", "Sabato di fiera" o "L'esplosione", che chiude la raccolta. Poi, provate a imitare Larkin.

  • User Icon

    alfonso

    11/04/2012 12.41.00

    Philip Larkin è un grande.

Scrivi una recensione