Four American Quartets - CD Audio di Philip Glass,Bernard Herrmann,George Antheil,Ralph Evans,Fine Arts Quartet

Four American Quartets

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Naxos
Data di pubblicazione: 23 giugno 2008
  • EAN: 0636943935422
Salvato in 1 lista dei desideri
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Philip Glass Cover

    Compositore statunitense. Dopo gli studi di violino, pianoforte, flauto e composizione a Baltimora e a New York, si perfezionò a Parigi con N. Boulanger. Accanto alla preparazione accademica, trasse vere e proprie illuminazioni da Ravi Shankar, dal quale apprese una diversa nozione del ritmo basata sulla successione di piccole unità, analoga a quella concezione «additiva» che in quegli anni altri compositori americani come T. Riley e S. Reich stavano mettendo a fuoco. Tornato negli usa, fondò un ensemble che avrebbe conquistato in breve notorietà internazionale. Dopo lavori ancora timidi come Two Pages per pianoforte e Music in Fifths per due pianoforti (1969), si addentrò col massimo impegno nell'orizzonte della musica ripetitiva; Music With Changing Parts (1970), Music in Twelve Parts (1974)... Approfondisci
  • George Antheil Cover

    Compositore statunitense. Visse a lungo a Parigi, dove fu in contatto con gli ambienti dell'avanguardia, e in Germania, dedicandosi inizialmente al concertismo pianistico. Nel 1936 tornò in patria, stabilendosi a Hollywood. Compose 7 opere liriche fra cui Transatlantic (1930); 7 balletti fra cui Ballet mécanique (1927), per orchestra di incudini, eliche d'aeroplano, campanelli elettrici, trombe di automobile e 16 pianole; Dreams (1935; per la coreografia di Balanchine), Dance in four parts (1935; per la coreografia di M. Graham); 6 sinfonie e altra musica sinfonica, da camera, vocale e per film. Musicista eccentrico, risentì delle esperienze di linguaggio delle avanguardie europee, per aprirsi poi all'influsso del jazz. Approfondisci
Note legali