Categorie

Claude David

Traduttore: R. Morteo
Editore: Einaudi
Collana: Saggi
Anno edizione: 1992
Pagine: 286 p. , ill.
  • EAN: 9788806126063


scheda di Massino, G., L'Indice 1992, n. 7

Nel grande frammento narrativo kafkiano "Durante la costruzione della muraglia cinese" il narratore conclude le sue indagini sull'oscurità dell'istituzione imperiale cinese con la rinuncia a investigare oltre. L'oscurità gli si rivela infatti parte costitutiva dell'impero e, ciò che più conta, della vita stessa. Questo monito sembra avere segretamente guidato Claude David, la cui lucida ricostruzione elude e denuncia a un tempo il principale equivoco in cui potrebbe incorrere il biografo di Kafka: il ricorso al dato biografico quale risposta all'oscurità e frammentarietà dell'opera dello scrittore praghese. Privilegiando le cesure, gli spazi morti e irrisolti (in particolare l'estenuante rapporto con il mondo femminile) e attraverso un uso vastissimo di citazioni dai testi kafkiani (a cui talvolta è difficile risalire per l'assenza di riferimenti bibliografici) Claude David introduce con sensibilità e misura il lettore nel mondo umano di Kafka. Un mondo rispetto al quale l'opera kafkiana scorre sì parallela ma anche autonoma nel suo tendere a farsi metafora in cui il fatto vissuto è continuamente trasceso e annullato nell'assoluta universalità della parabola.