La frascanata - CD Audio di Giovanni Paisiello

La frascanata

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Giovanni Paisiello
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Bongiovanni
Data di pubblicazione: 30 aprile 2004
  • EAN: 8007068235827

€ 41,50

Punti Premium: 42

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Overture
2
S'on dieci ore, mio signore
3
Ma, per pieta'
4
Brutta cosa, che sarebbe
5
Rider mi fa costui
6
Giovinette semplicette
7
Viva la liberta', viva la pace
8
Amor non so che sia
9
E viva! grazioso veramente
10
Son fanciulla, e tanto basta
11
E' cotta poverina
12
Obbligato dell'avviso
13
Ritratto malandino
14
Son donna e' vero
15
Quanto san fare le donne
16
D'una sposa meschinella
17
Gran tempestra prevedo
18
Con quel labbro di rubino
19
Dove correte voi cosi' di fretta?
20
Mettiti un po' cosi'
21
Or franchezza ci vuol
22
Traditrice senza cuore
Disco 2
1
Ma che poca prudenza!
2
Non serve a fingere
3
Un gran che son le donne!
4
Il cor per l'allegrezza
5
E creder posso, o caro
6
Quel bel nome di sposino
7
Or si, che son sicuro
8
Care donne sventurate
9
E qui, quel traditore
10
Se piu' coraggio avrai
11
Ma da me cosa brami
12
Belle luci vezzosette
13
Amico, io ti ringrazio
14
Dove son...che cosa e' questo
15
Oh, respira cor mio
16
Non parlar piu' da lontano
17
Rider non posso piu'
18
Vieni pur carina mia
19
Ehi, lasciami morir
20
Son deriso
21
Caro mio cavalier
22
Questa tua gentil manina
23
Evviva, evviva i sposi!
24
Non si parli piu' d'affanni
  • Giovanni Paisiello Cover

    Compositore. Studiò al conservatorio di Sant'Onofrio a Capuana a Napoli con F. Durante, C. Cotumacci e G. Abos, distinguendosi, sin dal 1759, come autore di musica sacra e di un intermezzo. Nel 1764, a Bologna, iniziò l'attività teatrale con Il ciarlone, cimentandosi subito dopo con libretti di Metastasio e Goldoni. Tornato a Napoli nel '66, compose tre opere serie, La vedova di bel genio, L'idolo cinese e Lucio Papirio dittatore, che gli spalancarono le porte degli ambienti culturali della città (fu questa l'epoca in cui strinse anche amicizia con l'abate Galiani). Successo non inferiore ottenne nel genere comico con La frascatana (1774) su libretto di F. Livigni e il Socrate immaginario (1775) su libretto di G.B. Lorenzi. Nel 1775 fu chiamato a Pietroburgo da Caterina di Russia a prendere... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali