Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Futureland

Walter Mosley

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Maurizio Nati
Editore: Fanucci
Anno edizione: 2006
In commercio dal: 1 gennaio 2006
Pagine: 367 p., Brossura
  • EAN: 9788834712177
Salvato in 150 liste dei desideri

€ 7,90

Venduto e spedito da Matteus

Solo una copia disponibile

+ 2,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'uomo comune è definitivamente ridotto al rango di numero, inesorabilmente schiacciato dalla necessità di produrre per un nuovo ordine mondiale in cui pochi comandano e dispongono a loro piacimento dei destini di persone e nazioni. Nessuno possiede nulla, tutto viene affittato, compresi piatti e posate. La tecnologia e la genetica hanno fatto passi da gigante, ma non a beneficio del genere umano. I problemi razziali sono solo apparentemente superati, le differenze sociali accresciute, l'avidità di potere portata a livelli parossistici. Se l'individuo perde il lavoro diventa inutile ed è destinato a un'esistenza precaria e aberrante in immensi alloggi sotterranei. I processi si svolgono di fronte a un computer che è nello stesso tempo accusatore e giuria, e la condanna significa la perdita di ogni diritto civile, in carceri ipertecnologiche dove si mettono in atto pratiche disumane. In una commistione tra cyberpunk, mordente cronaca della società e la prefigurazione di un mondo sul modello di Matrix, l'autore porta alla vita celebrità, lavoratori, leader, vittime, tecnocrati, ladri, oppressori e rivoluzionari che popolano un glorioso incubo americano che si trova appena dietro l'angolo: Futureland.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 6
5
3
4
3
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Il salotto letterario

    30/07/2020 09:09:03

    Si parla di razzismo, mai realmente superato, del grande divario tra ricchi e poveri, di sessismo e sperimentazioni su uomini ritenuti inutili o pericolosi per il sistema, il tutto in un confronto tra uomo e macchina. Bianchi che si credono superiori alle altre razze, neri che raccontano orgogliosamente la loro storia, rivendicando le loro radici e facendosi meraviglia dell'ingiustizia e ineguaglianza dei bianchi. Il finale, però, rivela quanto profondamente simili siano tutti gli uomini. Non esiste Bianco e non esiste Nero. L'animo umano è uguale per tutti. Questa lettura mi è piaciuta molto, e lo consiglio caldamente a tutti gli amanti dei generi distopici e fantascientifici.

  • User Icon

    Gino

    13/05/2020 15:39:43

    Fantascienza servita su un piatto d'argento. Un libro unico nel suo genere.

  • User Icon

    Mauro

    01/02/2019 16:30:04

    Racconti che si intrecciano tra loro. Sembrano separati ma in realtà sono collegati tra loro a descrivere un futuro claustrofobico, una società malata proiettata verso un consumismo tecnologico estremo che alla fine sembra portare all'estinzione della razza umana per fortuna senza riuscirci. Un buon libro per gli amanti della fantascenza tradizionale.

  • User Icon

    n.d.

    26/10/2018 05:44:19

    Una serie di racconti che più vai avanti più ti coinvolgono dentro un futuro ben architettato. Ottimo livello di fantascienza connotata da temi profondi come il razzismo, il ruolo delle donne senza essere mai scontato. Affascinante! Leggerò sicuramente altri suoi libri.

  • User Icon

    roberto

    08/10/2018 10:23:43

    Non conoscevo questo autore che pare sia apprezzato per una serie di romanzi noir in stile Ellroy. Questi racconti di SF sono davvero un ottimo lavoro: stile efficace, personaggi affascinanti - ripresi come filo conduttore di tutti i racconti - una ambientazione futura terrificante, dove gli uomini di tutte le razze sono trasformati in schiavi del lavoro, per molti aspetti credibile in modo inquietante. Essendo scritto da un nero, presenta un "taglio" fortemente etnico che lo rende ancora piu' interessante.

  • User Icon

    Fantabilio

    15/05/2018 08:38:38

    Da leggere per gli amanti della fantascienza

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
Note legali