Categorie

Richard Bach

Traduttore: P. F. Paolini
Illustratore: R. Munson
Collana: Best BUR
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 112 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788817061155

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca

    26/08/2016 00.41.07

    Talmente bello che quasi superfluo parlarne. Bisogna leggerlo, lo si amerà di conseguenza.

  • User Icon

    Kine

    21/08/2016 16.31.07

    Metafora di come diventi stupida una società, quando si concentra sulle cose inutili. Facciamoci un esame..... la prima parte del libro, la migliore delle 4, è stupefacente, carica, vera.... perfetta.

  • User Icon

    Luigi

    29/07/2016 13.01.36

    Davvero un bellissimo racconto, profondo, emozionante, stupefacente e intenso. Lascia davvero tanto dopo averlo letto.

  • User Icon

    Rory

    27/08/2015 16.39.25

    Favoloso! Riletto dopo trent'anni,lascia le stesse sensazioni.Speranza,entusiasmo,voglia di bellezza.

  • User Icon

    Vincenza Pellegrino

    25/01/2015 16.01.47

    Una sorta di Bibbia per molti. Da tenere sul comodino nei momenti peggiori . Quando ti senti, sì, un gabbiano, ma con le ali pesanti di fango. E allora quell' inneggiare di Jonathan alla libertà, alla sua ricerca, alla sua possibilità di essere trovata (solo se se ne abbia tenacia)è un balsamo. Ma a buon mercato, con effetto da pochi secondi. Poi ricadi con le ali pesanti e ti senti ancora peggio e realizzi che non sei un buon alunno:" l' entusiasmante avventura del volo" non è per te. E allora il tuo squarcio di cielo e verità diventa un altro: tutti vorremmo essere liberi, ma quanto è frustrante e vuota e senza senso, la libertà, se si figura come una strada da percorrere da soli. La libertà è un bene solo quando è a rischio. E' un puzzle completo solo se manca l'ultimo tassello. Altrimenti, è pietra preziosa che non trova castone...

  • User Icon

    Silviez

    20/10/2014 16.31.49

    Una lettura breve ma intensa; non credo sia uno di quei libri da leggere per correre a scoprire il finale poiché, proprio come tutti i grandi viaggi, il bello è nel percorso. Consiglio vivamente a tutti.

  • User Icon

    EMILIANO VALENTINI

    09/09/2014 08.01.33

    Nessuno può esimersi dal leggerlo. E' un Libro che tira fuori il meglio da ognuno di noi. La frase iniziale dice tutto: "DEDICATO AL VERO GABBIANO JONATHAN, CHE VIVE NEL PROFONDO DI TUTTI NOI".

  • User Icon

    lois

    21/05/2014 21.37.09

    Sinceramente ha deluso un po' le mie aspettative, data la fama: pensavo fosse un capolavoro, invece l'ho trovato carino, ma non fantastico. Forse l'ho letto un po' di fretta...

  • User Icon

    Fabrizio Porro

    03/12/2013 18.18.01

    Sì,è un vero Canto alla Libertà,che riguarda la sua(e nostra)ricerca personale.La maggior parte dei gabbiani non si danno la pena di apprendere,del volo,altro che le nozioni elementari:gli basta arrivare alla costa a dov'è il cibo e poi tornare a casa.A quel gabbiano li',invece,importava volare:più di ogni altra cosa al mondo,a JL piaceva librarsi nel cielo. Dopo aver imparato tutto quanto gli era possibile,JL cambia livello di esistenza e ricomincia ad imparare:nei giorni che seguirono,JL si avvide che c'eran tante cose da imparare sul volo,in quel luogo,quante ce n'eran state nella vita che si era lasciata alle spalle.Ma una differenza c'era.Qui,gli altri gabbiani la pensavano come lui.Per ciascuno di loro,la cosa più importante nella vita era tendere alla perfezione in ciò che più importava,cioè nel volo.E fà delle considerazioni.Man mano che i giorni passavano, sempre più di frequente capitava a JL di ripensare alla Terra donde era venuto.Se laggiù lui avesse conosciuto solo una decima,anche solo una centesima parte,delle cose che adesso sapeva, quanto più senso avrebbe avuto allora,la vita!Chissà,si domandava,riposando sul lido,chissà se laggiù adesso ci sarà qualcuno che lotta e s'arrovella per superare i propri limiti,per scoprire come il volo non sia solo qualcosa che serve a procurarsi un tozzo di pan secco,sulla scia di una barchetta.E più JL ripassava le lezioni di bontà,più meditava sulla natura dell'amore,più cresceva in lui la nostalgia della Terra.Poichè,nonostante la vita solitaria che gli era toccato condurre,JL era nato per fare l'insegnante.E,per lui,mettere in pratica l'amore voleva dire rendere partecipe della verità da lui appresa,conquistata,qualche altro JL che a quella stessa verità anelasse.Tornato sulla Terra,JL insegna agli altri.Ciascuno di noi è,in verità,un'infinita idea di libertà,senza limiti ed ostacoli ,spiegava loro JL,la sera,sulla spiaggia.E il volo di precisione è un passo in avanti verso l'espressione della nostra vera natura.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione