Categorie

Fabrizio Mastrofini

Editore: Laterza
Anno edizione: 2006
Pagine: IX-171 p. , Brossura
  • EAN: 9788842081432
Il libro consente anche al profano di compiere un viaggio all'interno della chiesa cattolica nei cinque continenti. Aiuta a intuirne il futuro, che non pare roseo, specie dal punto di vista della Santa sede, centro della prima istituzione davvero globale. La stessa esistenza bimillenaria suggerisce del resto che le risorse della chiesa sono infinite. Le sfide sono però molte e giungono tanto dall'esterno quanto dall'interno, poiché il Concilio Vaticano II chiede ancora di essere portato a compimento per il suo lascito più significativo: il dialogo interculturale, ecumenico e interreligioso. Ed ecco che le sfide mutano da continente a continente, così come le risposte adottate. E l'islam pare addirittura l'ultimo dei problemi. In Europa il nemico numero uno è una secolarizzazione sconfinante nella scristianizzazione. La risposta è stata una "nuova evangelizzazione", con la conseguente maggiore presenza della chiesa nella vita pubblica. Lontana dall'evangelizzazione la linea prevalente in America Latina o in Africa, dove una nuova attenzione alle questioni sociali, all'affrancamento dei popoli dalla povertà e dallo sfruttamento aggiorna e supera la Teologia della liberazione degli anni settanta. Un'idea post conciliare, l'"inculturazione", applicata fuori d'Europa pare concetto fragile, che espone il cristianesimo a un relativismo più minaccioso di quello europeo. La laicità, intesa come distinzione tra politica e religione, deve non poco a precetti cristiani secolarizzati ed è il frutto più prezioso dell'incontro/scontro della chiesa con il mondo occidentale. Il cristianesimo "africano" o "indio", che nasce come integrazione fra concezione cristiana e tradizioni autoctone, rischia il sincretismo e la morte del diritto naturale. La globalizzazione mette in discussione l'identità della chiesa e ci ricorda che globalità e universalità non sono sinonimi. Danilo Breschi

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sandro Aste

    21/12/2006 09.34.13

    Un bel libro. Scorrevole, informato e non noioso. Mi ha tolto diverse curiosità per conoscere un po' più dall'interno la Chiesa e le sue problematiche. Temevo un libro "anti" visto l'Editore ed invece ho trovato una visione pacata e molti consigli utili per approfondire. Lo consiglio.

  • User Icon

    simona

    04/12/2006 10.46.09

    Finalmente un libro che si propone di spiegare in modo chiaro e conciso le principali questioni che riguardano la Chiesa. Interessante sapere, anche solo per cultura personale, le caratteristiche principali della gerarchia ecclesiastica. Sto trovando molto stimolante la lettura. Adatto a tutti, credenti e non. Simona

  • User Icon

    Flavio Varano

    24/11/2006 12.11.53

    Non sono credente e neppure praticante. Mi danno sui nervi gli interventi di papa e vescovi quando intervengono sulla morale e sulla politica. Mi sono spesso chiesto perchè lo fanno. Devo dire che in libreria ho sfogliato questo libro con un misto di curiosità e prevenzione, spinto però dalla serietà dell'editore. Poi l'ho comprato e ne apprezzo lo sforzo di chiaressa e di spiegare con un linguaggio esauriente e comprensibile i motivi che spingono la chiesa ad intervenire. Ho trovato nuova la panoramica sulle problematiche nei diversi continenti: nulla del genere si può leggere in italiano. E l'ultimo capitolo soprattutto sulla morale, sulle sfide, sulle nuove piste della teologia mi ha un po' riconciliato con le mie prevenzioni. Ne consiglio la lettura.

  • User Icon

    Luca Tommasini

    22/11/2006 18.09.12

    Nel testo vengono evidenziate questioni che acquistano attualità specialmente in occidente, quali il rinato dibattito tra creazionismo ed evoluzionismo, o la laicità che chiama in causa anche le forzature dei teocon sia sulla religione che sullo stato democratico. Esistono - si rileva - sfide primarie di respiro universale come la lotta alla povertà e alle disuguaglianze. E ci sono sfide più marcatamente religiose quali il rapporto tra le religioni, la loro natura di vie di salvezza, il confronto dell'Oriente con la pretesa cristiana della fede necessaria in Gesuù proposto quale unico salvatore. L'autore mette in fila ripetutamente le questioni non risolte che rallentano il cammino della Chiesa nel suo avvicinarsi e nel suo farsi comprendere dalla cultura attuale e dalle diverse tradizioni disseminate sulla terra. Esistono questioni etiche di portata storica perchè toccano il modo stesso di essere uomini e donne nel futuro. Il libro ha il pregio di non chiedersi astrattamente se sia necessario per la Chiesa un Concilio Vaticano III o un'assemblea ecumenica per rispondere a sfide marcate ormai dalla globalizzazione. Ma apre piste, offre spunti per un dibattito più alto tra la fede e la cultura. Non a caso vengono suggeriti al lettore percorsi per approfondire questioni rilevanti solo in parte trattate nel volume. Che, in definitiva, appare quasi una introduzione a prendere sul serio la questione cattolica, liberandola dagli stereotipi a volte insopportabili che continuano ad accompagnare il dibattito pubblico sulla chiesa.

  • User Icon

    Gianfranco Polin

    20/11/2006 16.59.58

    Mi è sembrato il libro "che non c'era". In effetti mancava un'opera che ti spiega in dettaglio e in modo semplice la struttura della Chiesa (papa,cardinali, vescovi, diocesi, parrocchie) e i temi importanti per ogni continente. Mi ha affascinato la trattazione dell'Asia: veramente le grandi religioni mondiali rappresentano un grande universo culturale con cui dialogare, anche se al Vaticano a volte non piace. Non conoscevo l'esperienza degli "ashram" cattolici in terra hindu e le difficoltà che hanno! E la Cina per me è un universo meno lontano, adesso! Insomma ne consiglio la lettura anche a chi cattolico non è o a chi critica la Chiesa perchè questo libro non fa apologetica ma spiega. Capacità rara! Buona lettura. Gianfranco

  • User Icon

    Agostino Calabrò

    16/11/2006 18.17.53

    Incuriosito dal titolo e dall'editore (laico) l'ho sfogliato in libreria. E poi l'ho letto tutto di un fiato come fosse un romanzo. Il testo a tratti è più avvincente, a tratti più arduo, ma sempre interessante. Ho capito quale è la struttura della Chiesa e perchè papa e vescovi intervengono sempre su etica, matrimonio eccetera. E ho anche capito che c'è un dibattito molto forte, dentro la Chiesa, che a volte non traspare, anche su Aids e divorziati risposati. Insomma veramente un libro utile a credenti e non, a chi vuol comprendere. Lo consiglio. Agostino

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione