Traduttore: L. Sosio
Editore: Longanesi
Collana: Il Cammeo
Anno edizione: 2002
In commercio dal: 31 maggio 2002
Pagine: 480 p.
  • EAN: 9788830419872
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

La storia delle armi batteriologiche, terribile ma nello stesso tempo appassionante. Chi sapeva che nel 1984, molto prima del rischio antrace, gli Usa avessero rischiato un'epidemia? E chi dispone di armi simili? E come sarebbe possibile difendersene? Il libro cerca di rispondere a queste e a molte altre domande.

€ 8,91

€ 16,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 14,02

€ 16,50

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Le armi biologiche, anche se non sono mai state usate (almeno ufficialmente) nelle guerre, hanno avuto negli ultimi decenni un peso importante nella politica internazionale e nei conflitti armati. Dietro le quinte di gran parte delle recenti vicende politico-militari c'è infatti una storia segreta, della quale sono protagonisti governi, autorità militari e civili, servizi di intelligence, scienziati; una storia che ci catapulta nel clima di un thriller fantapolitico o di una spy-story apocalittica e che invece i tre autori di questo libro raccontano basandosi unicamente sull'agghiacciante realtà emersa da centinaia di interviste con scienziati e autorità militari e civili (tra cui l'ex presidente Clinton), oltre che su numerosi documenti top secret resi pubblici soltanto da poco. Ed è una realtà piena di fatti sconcertanti, tra cui: il programma segreto di produzione di armi biologiche dell'Unione Sovietica, teso a individuare un germe non identificabile che dava all'organismo l''istruzione' di autodistruggersi; i tentativi del Pentagono per la realizzazione di una superbomba; il 'morbo' misterioso che, negli anni '80, fece ammalare centinaia di americani e che era connesso a un attacco bioterroristico occultato dal governo per evitare il panico; gli esperimenti della CIA sulle submunizioni biologiche; l'attività di alcuni scienziati russi, che hanno prodotto una quantità di peste, vaiolo e carbonchio sufficiente a uccidere l'intera popolazione terrestre, e la cui competenza è oggi molto ricercata da parte dei terroristi; la vera portata della 'minaccia antrace' e l'inadeguatezza della protezione contro di essa...