Categorie

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: X-304 p. , Brossura
  • EAN: 9788806217921

L’incipit mi sembra assolutamente perfetto per presentarvi questo bel libro di racconti gialli. È già da qualche anno che, in occasione delle festività, alcune case editrici approfittano per proporre ai lettori stralci, letture, pagine tratte da romanzi di autori del genere, ed ogni volta ci entusiasmiamo di fronte a queste proposte che catturano l’attenzione e l’interesse di molti. Come in questo caso dove Margherita Oggero ha raccolto dodici autori che coprono un arco di circa cento anni, a partire da Erckmann-Chatrian che è la firma con cui Emile Erckmann (1922) e Alexandre Chatrian (1926) presentano la poro produzione gialla, fino a giungere a Fred Vargas (1957) che è una delle più apprezzate autrici di noir di oggi.
Non mancano Aghata Christie, che qui troviamo con la sua detective di fiducia, Miss Marple, in una Tragedia natalizia. E ancora Rex Stout, con Nero Wolfe ai ferri corti con il suo assistente Archie Goodwin che gli sta rovinando le feste natalizie, o meglio i pranzi e le cene preparate dal miglior cuoco del mondo Fritz, perché ha intenzione di sposarsi proprio la vigilia di Natale.
Incontreremo anche Arthur Conan Doyle, Gilbert Keith Chesterton creatore del famoso investigatore Padre Brown e poi naturalmente anche Ellery Queen che nel suo racconto L’avventura della bambola del Delfino, inviterà perentoriamente le forze dell’ordine a catturare “quel Babbo Natale”.
Chi è questo terribile Babbo Natale e qual è il suo reato lasciamo ai lettori scoprirlo, suggerendo, anzi invitando alla lettura di questo volume che, come dice la curatrice stessa, è una raccolta di racconti senza descrizioni di violenza estrema, senza esibizioni insistite di frattaglie in primo piano, senza serial killer, mentalmente disturbati per terribili traumi infantili: meno male, ché non se ne può più.
Nei brani scelti che prevedono, proprio perché gialli, azioni legate a rapine, omicidi, furti e rapimenti, si percepisce immediatamente come gli autori hanno voluto prediligere e far emergere, sia nei tratti che nei comportamenti dei loro protagonisti (siano essi poliziotti, o investigatori, o detective) i percorsi dell’intelligenza, il gioco della deduzione e dell’audacia fantastica.
Il paradosso, o meglio il contrasto di queste pagine, è che i racconti sono ambientati durante i giorni delle festività del Natale: in un’atmosfera che la tradizione vuole ricca di amore, pace, bontà e tolleranza, dove tutto si vorrebbe improntato alla massima disponibilità d’animo nei confronti del nostro prossimo, il male non ha nessuna intenzione di rispettare né il calendario né tanto meno, purtroppo, la sacralità di queste feste cristiane.
La capacità e l’esperienza degli autori è tale da rendere giustizia, ad un momento così importante, con il chiarimento degli avvenimenti e la cattura dei responsabili. Non ci resta che augurarvi buona lettura : “Tutto ebbe inizio quando Frank Ringan mi invitò a trascorrere il Natale con lui e suo cugino Percy, nella loro casa di famiglia di Christchurch...".

A cura di Wuz.it

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    albino

    06/06/2014 14.55.11

    Per la quarta di copertina che leggo qui in rete segnalo un errore nel secolo di nascita di Erckmann e Chatrian. Per il racconto incluso nell'antologia si tratta di un racconto mediocre, già claudicante dopo qualche pagina. Autori di centinaia di racconti, quelli risolti sul piano espressivo sono una manciata. Avevano, a volte, idee notevoli però mal sviluppate. IL racconto in questione vale solo in quanto inedito in italiano.

  • User Icon

    Chiara

    19/03/2014 21.03.24

    La prefazione, scritta da Margherita Oggero, riassume in poche righe l'intento di questa raccolta: "Una raccolta di racconti senza descrizioni di violenza estrema, senza esibizioni insistite di frattaglie in primo piano, senza serial killer mentalmente disturbati per terribili traumi infantili: meno male, perché non se ne può più. Storie invece di detection clasisica, per gli appassionati del gioco della deduzione, per chi, più della truculenza, ama i percorsi dell'intelligenza uniti a un po'di audacia fantastica, per chi è affascinato non solo dalle trame, ma anche dalle atmosfere." Tutti i racconti sono di ottima fattura. Oltre agli autori che già conoscevo, sono rimasta piacevolmente sorpresa dal racconto di Amelia B. Edwards.

  • User Icon

    claudio

    04/01/2014 19.40.08

    Raccolta di 12 gialli ambientati nel periodo natalizio. Alcuni riguardano omicidi, altri furti e altri ancora misteri. Scritti da alcuni dei più importanti nomi del giallo mondiale, da Conan Doyle a Agatha Christie, da Ellery Queen a Rex Stout e altri ancora. Lettura piacevole.

Scrivi una recensione