Il gioco dell'impiccato

Imma Turbau

Scrivi una recensione
Editore: Castelvecchi
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 22 gennaio 2007
  • EAN: 9788876151705
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 6,00

€ 12,00
(-50%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 12,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,63
di 5
Totale 8
5
2
4
2
3
3
2
1
1
0
  • User Icon

    Massimo F.

    05/08/2015 23:04:53

    Un po' acerbo, ma niente male questa storia di adolescenza inquieta. Tocca molti temi della vita e scorre via bene, anche se si sente la mancanza dell'approfondimento di alcune situazioni e personaggi. Più che leggibile.

  • User Icon

    Alessia

    27/06/2007 19:15:03

    Anche se più o meno si capisce il finale, in questo libro si parla di tematiche interessanti, l'amore, la passione, l'adolescenza, la disperazione, ma soprattutto il reagire a qualcosa di brutto, il voltare pagina... La lettura è scorrevole e di certo è un libro consigliabile. Non ho però trovato alcuna somiglianza con 3MSC, non è che ogni coppietta deve per forza essere "Baby e Step"...

  • User Icon

    Davide

    09/05/2007 17:16:27

    Anche se sembra strizzare l'occhio al libro di Moccia, secondo me non ha nulla a che fare con questo...la protagonista prima si innamora di un bullo ribelle(come in 3msc) ma è la stessa Sandra ad accorgersi di come non possa durare a lungo con uno come lui...si sminuisce la persona ribelle, inutile e bulla, e si esaltano i valori della passione e della cultura...ma questa è una chiave di lettura al limite!

  • User Icon

    pippo

    09/05/2007 10:45:26

    Stavo per votare 1, poi ho pensato che, nonostante tutto, il libro è scorrevole e narrativamente funziona. Però è banale, scontato. chi ha un minimo di esperienza nella lettura (ma è sufficiente anche aver visto una manciata di film sul genere) capisce come finirà sin dalle prime pagine. Insomma, quando David abbandona improvvisamente il campetto per andare al vecchio ospedale..beh, se qualcuno ha pensato che stesse andando a bere un aperitivo mi dispiace molto per lui.. inoltre è infarcito di pagine assolutamente inutili, manca di idee.. è un continuo ripetersi di avvenimenti che si richiamano tra loro, che noia. l'autrice dà l'idea di non sapere cosa inventarsi e di tenerla inutilmente lunga per tentare di accrescere il pathos in attesa del "colpo di scena" finale. Non un minimo di climax, nessun crescendo, nemmeno qualche isolato picco emozionale. Se dovessi riassumere in un vocabolo: Piatto

  • User Icon

    Laura

    27/04/2007 15:05:40

    Non ho letto tre metri sopra il cielo, ma questo libro l'ho letto tutto d'un fiato e mi è piaciuto moltissimo. Ho trovato le pagine cariche di passione, e i protagonisti potrebbero benissimo essere in mezzo a noi, ai nostri figli con le loro problematiche adolescenziali. Ma alla fine la sorpresa arriva proprio da chi meno te lo aspetti, anche se, nel corso del libro, un pò te lo aspetti, ma non per questo scontato. Da leggere

  • User Icon

    alexa

    16/04/2007 10:50:24

    il libro è scorrevole ancorchè carico di angoscia; i personaggi riescono a trasmettere pathos e a trascinare il lettore. Il mio 3 di voto è riconducibile solamente al fatto che non si tratta di un capolavoro ma vale la pena leggerlo.

  • User Icon

    Ardid79

    14/04/2007 12:23:34

    Un tre metri sopra il cielo in salsa spagnola. Piu' vero, piu' cattivo, piu' crudele. Scritto bene e con idea di base originale, nel corso del romanzo scade molto nel prevedibile e nei luoghi comuni sull'adolescenza "maledetta" (il ragazzo tormentato, la ragazza intelligente e ribelle, il sesso come modo per dimenticarsi..). Alla fine non lascia molto. Forse ai più giovani piacerà molto, meno buonista e retorico di Moccia.

  • User Icon

    Serena

    08/04/2007 09:10:33

    Lo paragonano a Tre metri sopra il cielo, ma se fossi l'autrice lo prenderei come un insulto. Questa storia è molto più vera, molto più densa, molto più viva, molto più coinvolgente, molto più inquietante. David è, sì, il bel tenebroso, ma è anche molto di più: è complesso e miserabile come solo un essere umano può essere. Sandra è, sì, la ragazzina perbene del barrio, ma è anche molto di più: è cattiva e insensibile come solo un essere umano può essere. Insomma, i due ragazzi di questo libro sono VERI. E vabbè, vogliamo dire che è come Tre metri sopra il cielo? Diciamo che un po' gli somiglia, ma Il gioco dell'impiccato ha qualcosa che l'altro non ha: l'anima. Da leggere assolutamente.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente

L'adolescenza è il momento in cui le bambole e i giocattoli lasciano il posto alla pelle, ai sentimenti, alle ferite del cuore e ai voli della mente. La storia di David e Sandra porta con sé questa verità, ma contiene anche un terribile segreto, una chiave che ci verrà consegnata solo nelle ultime pagine. Due bambini che diventano adulti, che non riescono a dirsi l'amore, e trovano parole di tenerezza solo quando giocano, scribacchiando, a scambiarsi pezzetti di carta con il gioco dell'impiccato. Perché il cuore è caldo e trabocca di parole non dette, ma le maniere sono schiette e ruvide: così è la vita del barrio, dei vicoli di una cittadina spagnola dove tutti si conoscono da sempre, senza bisogno di presentazioni, e tutti gli altri no, gli altri sono fuori, sono forasters. Ma dentro c'è tutto il bene, e tutto il male che può portarci un amore, quell'unico amore che si annuncia come un angelo necessario, e cambia per sempre il corso dell'esistenza. Tra gli amici, i sentimenti e gli amori del nostro passato c'è sempre qualcuno che non ce l'ha fatta. C'è chi ha ceduto e se n'è andato prima di essere il compagno, il marito, il padre di una vita. Cosa ci rende adulti? La perdita dell'innocenza, oppure la tenacia con cui lottiamo per non distruggerla, quell'innocenza che per un attimo ci ha fatto sentire veri, e vivi? Una cosa è certa: nel barrio, un giorno, è successo qualcosa di terribile e indicibile, e i due ragazzi che hanno scelto di custodirne il segreto, per salvare il loro amore, resteranno legati per sempre.

Note legali