Categorie

Adriano Casassa

Editore: Fanucci
Anno edizione: 2010
Pagine: 517 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788834716038
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MASSIMO MAZZA

    25/08/2009 17.20.21

    Non conoscevo Casassa prima di averlo visto da Chiambretti in TV. Al cospetto del mattatore granata ex "La 7", mi è subito parso personaggio di spessore, di quelli che parlano a braccio, senza interruzioni e che dimostrano di credere in ciò che dicono. A tratti può sembrare che bluffino, ma sono assolutamente gradevoli e soprattutto sanno farsi ascoltare. Mi sembrava dunque giusto acquistare il suo primo e a tutt'oggi unico romanzo. Dico subito che "Il gioco estremo" è un pò lo specchio della personalità dell'autore e quindi si fa leggere bene. La partenza è entusiasmante e anche se la "verve" di Casassa prende un pò la tangente verso la metà, il finale è tutto da gustare, con relativo colpo di scena veramente ben ideato. Lo consiglio a chi vuole distrarsi immergendosi tra le righe di questo giallo "ecologico-finanziario" dove fantasia e costrutto mettono in evidenza tutta la poliedricità di Casassa. P.S.: sono in attesa del secondo romanzo.

  • User Icon

    degiar

    09/02/2009 18.40.01

    l'ho letto in 3 giorni! … uno sguardo disincantato e profondamente informato sul nostro mondo; fatti realmente accaduti, visti al telegiornale, inquadrati in una terribile “logica” assai plausibile; un amore incondizionato per la Vita e la Natura; la forza di convinzioni e scelte personali, sofferte e vissute sulla propria pelle, che emerge fortissima nelle pagine del libro. Insomma molto toccante, mi e’ piaciuto moltissimo.

  • User Icon

    WHY

    16/10/2008 23.57.19

    Un libro veramente estremo. Nelle prime 200 pagine vengono presentati tutti i personaggi, le restanti corrono veloci a ritmo intenso con avvenimenti veramente ESTREMI. Io ne sono rimasta impressionata .Lo consiglio a chi piace vivere sensazioni forti anche nella lettura e non si impressiona tanto facilmente.

Scrivi una recensione