Categorie

Michael Gregorio

Traduttore: M. Marchetti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2007
Pagine: 481 p. , Brossura
  • EAN: 9788806182861

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    luca ambrogi

    09/04/2008 10.39.43

    Non sarei così negativo sul romanzo in questione. E' vero, il finale è un po' deludente rispetto alle premesse, c'è qualche forzatura di troppo nella descrizione di alcune scene, ma tutto sommato la trama è avvincente (almeno per due terzi della narrazione), in certi momenti la "suspence" creata è notevole e il linguaggio è fluido e scorrevole; forse anche un po' troppo lineare. Non è detto, peraltro, che un libro, per essere piacevole, debba essere per forza complicato nell'intreccio o condito da un linguaggio "accademico". Giudizio nel complesso positivo, anche se non eccezionale.

  • User Icon

    Francesco Santorio

    10/03/2008 12.49.24

    Non mi è dispiaciuto anche se a tratti un po' lento. Ben scritto, ambientazione originale in un periodo storico di straordianrio interesse e di grandi cambiamenti per la storia del mondo. Alcuni personaggi decisamente accattivanti e ben rappresentati.Leggerlo non è tempo perso.

  • User Icon

    falusio71

    28/02/2008 12.11.00

    Come il precedente si tratta di un lavoro interessante ed originale, un giallo di qualità; le ambientazioni cupe, gli scenari lividi sono costruiti con cura, la prosa colpisce per ricercatezza ed eleganza (e davvero non è poco oggi), brillanti alcune similitudini e argute, nella scelta di vocaboli, aggettivazioni, locuzioni, avverbi, le descrizioni di situazioni e stati d'animo. Insomma una traduzione davvero curata ed eccellente. Peccato che la trama tenda a sfilacciarsi nel finale, con alcune palesi forzature e vicoli ciechi del plot e che la narrazione sia a volte troppo lenta. curioso e meticoloso l'intento (peraltro riuscito) di renderci antipatico il protagonista rispetto ad altri personaggi secondari assai più carismatici e intriganti. Comunque un libro che si fa leggere.

  • User Icon

    guja

    15/01/2008 17.43.37

    risparmiate i vostri soldi. se fosse possibile inserire un voto più basso, voterei zero senza pensarci due volte.l'ho finito solo perche' a 15.000 km da casa avevo esaurito tutti gli altri libri a disposizione e l'unica alternativa era leggere il giornale della compagnia aerea..raramente ho letto libri così brutti. un gusto morboso per i particolari raccapriccianti, uno stile pesantemente infarcito di citazioni e una storia degna della mente malata di un serial killer ne fanno un libro semplicemente terribile

  • User Icon

    Immanuel

    11/01/2008 10.48.04

    Delusione. Ho letto il precedente,e, nonostante una caduta di tono nel finale non mi era dispiaciuto, anche per l'originalità del tema trattato e la presenza sui luoghi dei crimini del filosofo tedesco. Ma questa nuova fatica della coppia "gregorio" mi ha profondamente deluso; non c'è ritmo, alcune parti sono spiegate in modo raffazonato, descrizioni ossessive e rindondanti.Ma soprattutto non regge proprio la storia. Immagino la fatica a scriverlo e a finirlo. Peccato.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione