I giorni della nepente. Una storia tossica - Matteo Pascoletti - copertina

I giorni della nepente. Una storia tossica

Matteo Pascoletti

Scrivi una recensione
Editore: Effequ
Collana: Dodicidiciannove
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 8 aprile 2015
Pagine: 201 p., Brossura
  • EAN: 9788898837113
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 11,05

€ 13,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In una maledetta domenica di settembre un tossicodipendente uccide una pensionata nel tentativo di scipparla; il figlio della donna insegue e massacra a sua volta lo scippatore. Da quel momento tutto precipita. In mezzo al coro delle voci che si leva in rete, sui giornali e in tivù, per capire cos'è successo davvero occorre mettere insieme i percorsi di tutti gli attori della storia: il Profeta, il tossico, il giornalista, il professore precario, la ragazza incinta che cerca redenzione. Nella città subito ribattezzata dai media capitale della violenza, in mezzo a una carambola di corpi in traiettoria casuale che si scontrano solo per ferirsi, si andrà presto a scoprire che le passioni con cui l'uomo si acceca per sfuggire all'angoscia non sono poi così diverse dai succhi profumati con cui la nepente, pianta carnivora, attira gli insetti per poi consumarli, nutrendosi di loro.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Raffaele

    22/06/2015 09:07:22

    Una promettente opera prima; un bell'esempio di come si possono ibridare la forma romanzo e le forme di comunicazione tipiche di internet. Una vicenda apparentemente banale che arriva invece ad intrappolare e a distruggere le esistenze di tutti gli attori del dramma, che l'autore riesce a caratterizzare con umanità e senza stereotipi.Temi importanti come le dipendenze, i social media, il precariato, la violenza e il giustizialismo esasperato si sommano in un'opera avvincete e toccante, da leggere d'un fiato e con una speranza in più per la narrativa della generazione "anni zero"...

Note legali