Categorie

J. D. Salinger

Traduttore: A. Motti
Editore: Einaudi
Collana: Gli struzzi
Anno edizione: 1970
Pagine: IV-248 p.
  • EAN: 9788806296605

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giuliano

    26/01/2014 09.06.39

    Di certo non si dimentica un romanzo scritto in maniera così diretta e (ancora) attuale. Holden è un personaggio a cui ci si affeziona subito, e il suo vagabondare non ha bisogno di troppe interpretazioni, se non quella più terra a terra: un ragazzo adolescente smarrito, che giorno dopo giorno cerca la sua strada. Stato d'animo che qualunque giovane ha provato sulla propria pelle almeno una volta nella vita. Molto bello.

  • User Icon

    faffa

    19/09/2012 10.36.00

    "Il giovane Holden" di Salinger è il manifesto della beat generation. Holden è un adolescente ingenuo, legato profondamente alla famiglia ed in particolar modo alla sorellina Phebe, ma che si dà delle arie da uomo fumando tante sigarette e definendo le persone che ha incontrato ed incontra "vecchio" o "vecchia". L'idea che Holden vuole dare di sé al lettore è quella della persona vissuta, ma ... il lettore facilmente scopre la sua fragilità. Romanzo narrato in I persona, scorrevole e che fa riflettere sull'adolescenza (e per questo sempre attuale). Sicuramente un classico della letteratura contemporanea che, però, non mi ha appassionato.

  • User Icon

    Alberto

    06/03/2012 15.41.20

    oltre ai tre moschettieri, il giovane holden è un bellissimo libro, semplice con poche pagine, ma ricco di contenuto. Io che ho quindici anni l' ho letto e devo dire che mi ha preso molto soprattutto per il linguaggio tipicamente usato da un ragazzo. Quindi questo libro è consigliato a dei lettori al di sotto dei venticinque anni. Ha solo un piccolissimo problema non è che il finale si capisca molto bene, con lui che cambia idea di punto in bianco.

  • User Icon

    Elisabetta

    09/06/2011 09.36.50

    adoro l'umorismo di Salinger e nonostante il libro sia di parecchi anni fa e l'autore sia di recente andato in età avanzata, Caulfield è attuale, vivo, senza tempo. lo lessi a 19 anni e mi piacque molto. l'ho riletto verso i 30, apprezzandolo forse un po' meno. poco dopo seppi che J.D. Salinger era andato. attraverso il libro, uno di quelli che riprenderò, lo ricordo con affetto e gratitudine. "leggero" e grande al contempo.

  • User Icon

    Ele

    01/05/2011 17.58.53

    Secondo me è stato un ottimo libro, perchè mi ci ritrovo molto nel personaggio e non è la solita storiella di un adolescente superficiale tanto di moda oggi. La storia è interessante e non ti annoia per niente, quindi lo consiglio un pò a tutte quei giovani stufi dei soliti libri e delle solite storie sui ragazzi.

  • User Icon

    Alessia

    04/03/2010 17.41.07

    Indubbiamente un buon libro da leggere,il linguaggio è semplice e diretto, senza particolari fronzoli descrittivi, ma il personaggio con le sue controverse avventure non mi hanno molto entusiasmato; capisco la difficoltà di inserirsi in una scuola dove non si condividono le ideologie e gli atteggiamenti dei propri compagni, ma penso che ognuno di noi deve portare avanti i propri obiettivi, coltivare i propri interessi sempre e comunque,altrimenti nella vita non si porterebbe a conclusione nulla.

  • User Icon

    05122009able

    07/02/2010 09.05.31

    E' uno dei miei libri preferiti. E' semplicemete fantastico, tenero, umoristico, commovente, profondo,"e via discorrendo" per dirla con Holden.

  • User Icon

    Ellen Caulfield

    09/02/2007 13.01.47

    Ho letto questo libro quando avevo 16 anni, perchè la prof di lettere aveva detto di farlo. A nessuno nella mia classe è piaciuto, ma a me... beh, io l'ho trovato semplicemente fantastico! Penso non esista al mondo libro migliore!! Il personaggio di Holden è intrigante e trovo rispecchi molto gli adolescenti di oggi. Per questo durante la lettura mi dimenticavo spesso che il protagonista oggi avrebbe avuto l'età di mio nonno... Io mi considero una persona complicata più del normale, e mi ha piacevolmente stupita vedere che Holden faceva i miei stessi ragionamenti, e giungevamo sempre entrambi alle stesse conclusioni. Lo stile narrativo poi è impeccabile. Per tutti questi motivi, anche dopo 3 anni dalla lettura del libro ho ancora in mente ogni singolo passaggio, ogni minimo dettaglio. Infatti ormai da anni ogni volta che qualcuno mi chiede come mi chiamo io rispondo Ellen Caulfield, nome nato dalla traduzione americana del mio e cognome ripreso dal mio mito: Holden Caulfield. Di conseguenza, non posso nemmeno immaginare come questo capolavoro della letteratura possa ricevere da me una votazione inferiore a quella massima.

  • User Icon

    valeria

    31/01/2007 18.52.27

    ho cercato di leggere questo libro 1 miliardo di volte fermandomi sempre alla prima pagina....fino a quando sono stata obbligata dalla prof di lettere....sinceramente non mi è piaciuto....forse perchè non mi rispecchio in lui o perchè non voglio ammettere di assomigliarci.....

  • User Icon

    jane

    15/12/2006 17.08.07

    Holden è semplicemente fantastico!è come se vivesse ai giorni nostri!qualsiasi adolescente potrebbe rispecchiarsi in lui e denuncio quelli che dicono il contrario. Alzi la mano chi non è paranoico, contradditorio, ribelle e anticonformista...vedo poche mani alzate!ho letto questo libro da poco e trovo che Salinger sia un genio...il registro colloquiale che usa ci avvicina ancora di più al personaggio e ci sembra quasi di vederlo mentre gira per New York con il suo cappellino rosso e si chiede se le oche lago restano nel lago anche in inverno...voto 5!assolutamente

  • User Icon

    marty92

    24/11/2006 23.07.21

    ciao a tutti!! ho letto qst libro xkè me lo ha consigliato la mia prof. è stato molto bello da leggere.. spero ke possa servire da esempio a tutti gli adolescenti d oggi..ciao!!

  • User Icon

    Marty11

    03/11/2006 10.30.01

    E'il libro più bello che ho letto..all'inizio non volevo perchè sapevo che aveva suscitato molte critiche..poi però appena me lo sono ritrovato davanti non ho resistito e l'ho preso. E' molto bello..e io sinceramente mi ritrovo tantissimo nella figura del giovane Holden..che pur essendo un ragazzo degli anni 50 ha quasi la stessa mentalità dei ragazzi di oggi.Lo consiglio a tutti gli adolescenti perchè questo libero può aiutare a crescere capendo l'importanza degli sbagli che quasi tutti facciamo a quest'età...Ciao!!!

  • User Icon

    anna92

    08/09/2006 15.18.54

    L'ho letto per scuola quest'estate e l'ho trovato meraviglioso!!!!!!!!! Salinger è riuscito a esprimere con un linguaggio diverso tutto quello che si prova durante l'adolescenza... Inoltre gli ha dato un titolo che riassume tutta la storia e il senso della vita di Holden:"The catcher in the Rye".

  • User Icon

    chiara

    15/06/2006 14.52.39

    ho 15anni e ho letto questo libero già 2volte.che dire,semplicemente fantastico.non ci crederete ma mi rispecchio molto in holden,tipica figura adolescenziale anni '50.non bisogna analizzare superficialmente questo personaggio,ma bisogna andare in profondità,là dove vivono i suoi pensieri,dove cìè la sede delle sue sensazioni più profonde.ogni sua parola è frutto di un'accurata meditazione interna,attraverso il suo linguaggio semplice e colloquiale,holden coglie le più piccole sfumature della vita.Ribelle,intollerante,un pò "matto" come lo definiscono alcuni personaggi del libro,Holden è un ragazzo ricco di principi. "Non raccontate mai niente a nessuno,se lo fate,finisce che sentirete la mancanza di tutti" "Come fate a sapere una cosa finchè non la fate?" ho compreso la qualità di questo libro,scoprendo che ogni volta che lo rileggo,percepisco sensazioni e concetti sempre diversi da quelli che avevo compreso la volta prima:questo è ciò ke è un buon libero. leggetelo. chiara

  • User Icon

    Aleksyej

    27/03/2006 21.49.13

    ho finito appena di leggere questo libro in due giorni. il fascino particolare che ha e che lo caratterizza è il riuscire ad attrarre senza utilizzare come base della storia uno stile complesso o problemi psicologici o problematiche sociali ed attuali, ma una storia che potrebbe esser definita quasi ordinaria, resa ancor più veritiera da un linguaggio che rispecchia il protagonista narratore, un linguaggio scarno e giovanile, una nota importante che rende il romanzo ancora più realista.

  • User Icon

    prisca

    22/03/2006 16.31.09

    ho letto per la prima volta Holden nell'estate dei miei 14 anni. finalmente quest'inverno, dopo 7 anni, girovagando con il volto nella sciarpa nel freddo polare di new york ho scoperto dove vanno a finire le anatre di central park quando il laghetto gela... the catcher in the rye è il mio libro preferito da quell'estate, con la sua inquietudine, la sua magia, la sua solitudine, il suo non capire e camminare alla ricerca di qualcosa, con le sue valigie a basso costo e i dischi regalati.

  • User Icon

    kikka90

    25/02/2006 19.43.59

    il giovane holden è uno dei + bei libri ke abbia mai letto, ho 15 anni e anke se fortunatamente nn mi rispecchio in lui credo ke sia un ottimo esempio di cm possa diventare un ragazzo se nn ha un punto di riferimento e una educazione. lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    franci

    28/01/2006 21.08.03

    Rileggo "Il giovane Holden" almeno una volta per ogni anno che passa; perchè? Perchè ci sono momenti in cui mi manca terribilmente... Lo lessi per la prima volta quando avevo 14 anni e da allora rappresenta la mia salvezza. Adesso ho 19 anni e anche se rileggerlo mi fa sentire già terribilmente vecchia, continuo e sono sicura che continuerò a rileggerlo ma nn perchè io sia masochista, semplicemente perchè Holden è la parte di me che nn crescerà mai(quella che si rifiuta di crescere) è la parte di me rimasta sospesa nell'attimo in cui capii che nn avrei mai chiuso quel libro...passeranno anni e stagioni, momenti di felicità si alterneranno a momenti di tristezza abissale ma la vita è fatta di queste cose, anzi è fatta solo di queste cose e quando sarò troppo grande e vorrò riempire gli spazi rimasti della mia esistenza, ripenserò al giovane Caulfield e nella lontananza della mia solitudine riaprirò le pagine della sua magia e magari tra qualche sorriso scenderà una lacrima, la solita lacrima che mi sfugge quando chiudo quel libro... quando chiudo quella parte della mia vita e tutto quello che ha rappresentato per me.

  • User Icon

    Babipirate

    18/12/2005 15.01.29

    Questo libro l’ho trovato piacevole, non troppo intrigante e coinvolgente ma, grazie al linguaggio più giovanile (non volgare) e al modo così particolare a simpatico di narrare le vicende ha saputo mantenere vivo il mio interesse…mi spiace che il titolo non sia stato tradotto come dall’originale “il cercatore nella segale”, il quale era molto carino.

  • User Icon

    Mark Knopfler

    01/08/2005 12.30.06

    sublime

Vedi tutte le 70 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione