-15%
Giro di vita. Materiali per l'autobiografia di un critico letterario - Walter Pedullà - copertina

Giro di vita. Materiali per l'autobiografia di un critico letterario

Walter Pedullà

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Manni
Collana: Pretesti
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 21 gennaio 2011
Pagine: 211 p., Brossura
  • EAN: 9788862663304
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 15,30

€ 18,00
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Giro di vita. Materiali per l'autobiografia di un critico le...

Walter Pedullà

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Giro di vita. Materiali per l'autobiografia di un critico letterario

Walter Pedullà

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Giro di vita. Materiali per l'autobiografia di un critico letterario

Walter Pedullà

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Invitato a rilasciare un'intervista sulla critica letteraria, Walter Pedullà ha deciso di farsela da sé, per essere più libero di sconfinare da un'epoca all'altra (dal fascismo dell'infanzia alla società del benessere), da un tema all'altro (disoccupazione, alienazione e crisi permanente), da una corrente all'altra (dal neorealismo alla tradizione del nuovo, dal neosperimentalismo al postmoderno), da uno scrittore all'altro (che siano Gadda o Palazzeschi, Pasolini o D'Arrigo, Calvino o Zanzotto, Malerba o Manganelli). Più di cinquant'anni di critica militante, oltre mezzo secolo di insegnamento universitario, una trentina di opere, migliaia di articoli, no meno di cinquanta saggi, una storia letteraria e una collana di classici. Questa autobiografia poco privata non narra la vita di Pedullà: solo quella che filtra dal ricordo dei familiari, della sua terra, della molto laboriosa giovinezza. Semmai è un racconto di sé per interposta persona, che sia il maestro Debenedetti o l'amico Pagliarani. È un'autobiografia "plurale", biografia essenziale di una generazione di intellettuali che hanno lottato per rendere più moderno e libero il nostro Paese. Lo si può fare anche attraverso la critica militante, il genere letterario che più assomiglia alla vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  Da sempre particolarmente attento all'impatto del titolo sul lettore (come dimostrano alcuni suoi titoli, da L'estrema funzione a Lo schiaffo di Svevo; da Carlo Emilio Gadda, il narratore come delinquente a Il vecchio che avanza) non poteva trovarne uno migliore, Walter Pedullà, per dare un contrassegno forte alla sua splendidamente anomala autobiografia di un critico letterario. Giro di vita è infatti un omaggio alla letteratura e insieme all'attraente nucleo di imprendibilità che è in essa, così come nella critica e prima ancora nell'esistenza, in ogni suo percorso: perché possa risaltare da subito, su questo sfondo di confusa contemporaneità, la smagliante e mai prevedibile pluralità di riferimenti, di analogie e paradossi che l'arte e la critica sanno intessere intorno a questo nucleo di imprendibilità e agli snodi fondamentali della vita (dell'autore, ma non solo). Ottant'anni portati con la leggerezza di chi ha sempre praticato un ironico understatement come misura intellettuale prima ancora che comportamentale, oltre cinquant'anni di critica militante e insieme di militante insegnamento universitario, Pedullà ha scelto per questa "autobiografia plurale" le stesse modalità intellettualmente agili, oblique e spesso spiazzanti praticate nella critica e nell'insegnamento. Il posto centrale è riservato a un'autointervista, una sorta di agile pas à deux tra una voce interrogante – che è quella di una curiosità mai appagata e spesso provocatoria, di un'attenzione acutissima non solo per la varietà degli aspetti culturali e artistici ma anche per l'intera realtà politica e sociale – e una voce che nel rispondere cerca sempre di estendere i punti focali della questione, di valorizzare le dissonanze, di disseminare punti di vista che siano "generatori infiniti di energia". Ci sono convinzioni molto forti e radicate nella visione di questo critico appassionato della realtà in quanto campo di tensioni: la consapevolezza di una sostanziale iniquità di condizioni e di opportunità che permane, a dispetto di tante battaglie combattute; la rivendicazione della funzione insostituibile di un'arte libera e di un'agguerrita critica militante, in un panorama culturale più che mai appiattito dai condizionamenti del mercato editoriale e dove molti scrivono bene, ma domina "la placcatura". Eppure, il particolarissimo stile con cui tali convinzioni sono espresse – mai univoco e anzi risonante di analogie, traslati, inversioni, paradossi – vale a fondere il loro nucleo granitico in luccicanti rivoli di vivissima intelligenza critica che procura emozioni non solo all'intelletto. D'altronde, lo studioso che ci ha aperto gli occhi alla polifonica bellezza delle pagine di D'Arrigo, alla sincopata sintassi di Pizzuto, alla "farsificazione globale" di Campanile, al furioso plurilinguismo gaddiano, non potrebbe mai prendersi gioco, nella sua scrittura, della peculiare significatività dello stile. Semmai ci gioca, e con esplicita soddisfazione: "Mi entusiasma scovare un segreto fondamentale dell'autore, ma felice sono ancora di più quando trovo la scrittura con cui si legittima il saggio". Dai testi dedicati a coloro che più hanno contato nella sua formazione emergono in piena luce i profili di persone capaci di praticare la fiducia nelle parole e nella letteratura come autentica arte di vita: il padre Salvatore, che nella sua bottega di Siderno imbastiva con identica perizia vestiti e racconti; il fratello Gesumino, che dalla profonda conoscenza del mondo antico attingeva energie per l'impegno nella lotta partigiana; il maestro Debenedetti, "il più grande critico del Novecento", prodigo di osservazioni illuminanti non solo dalla cattedra ma anche nei percorsi in autobus o sul ferry-boat che da Messina li portava in "continente"; l'amico di una vita, Elio Pagliarani, che trasforma in ritmo di musica il linguaggio quotidiano. E, insieme a loro, si precisa ancor di più la complessa fisionomia di quest'uomo di cultura che ha attraversato buona parte del nostro Novecento, prestando ascolto alle più disparate voci della letteratura, purché vi riconoscesse una nota segreta e magari dissonante, un labirinto in cui inoltrarsi, per cercare ragioni non solo all'arte e all'interiorità ("il narratore nascosto" di cui parlava Debenedetti). ma anche alle strutture sommerse, alle pulsioni profonde e agli inquieti sommovimenti della società. Quella che non è venuta mai meno, in questo lungo ininterrotto attraversamento, è la fiducia nella fecondità sempre rinnovantesi delle intersezioni tra immaginario e reale, tra cultura e vita: "Lo sapevate che la critica militante è il genere letterario che rassomiglia di più alla vita?". Maria Vittoria Vittori
  • Walter Pedullà Cover

    (Siderno, Reggio Calabria, 1930) critico italiano. È docente di letteratura italiana moderna e contemporanea a Roma. La sua produzione, molto abbondante, rivela vivacità di stile e interessi militanti. Tra le sue opere: La letteratura del benessere (1968 e ’73), La rivoluzione della letteratura (1974), Alberto Savinio, scrittore ipocrita e privo di scopo (1980), Miti, finzioni e buone maniere di fine millennio (1983), Il ritorno dell’uomo di fumo (1987), Lo schiaffo di Svevo. Giochi, fantasia, figure del Novecento italiano (1990), Sappia la sinistra quello che fa la destra (1994), La narrativa italiana contemporanea (1995), Carlo Emilio Gadda. Il narratore come delinquente (1997), Le armi del comico (2001), Il Novecento segreto di Giacomo Debenedetti (2003), E lasciatemi divertire! Divagazioni... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali