Giulio Cesare

Julius Caesar

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Julius Caesar
Paese: Stati Uniti
Anno: 1953
Supporto: DVD
Salvato in 29 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nell'anno 44 a.C. Cassio e Bruto capeggiano una congiura contro Giulio Cesare che viene ucciso il 23 marzo. Marc'Antonio si oppone, conquistando il favore popolare. Rifacimento di "Bruto" 1910.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,67
di 5
Totale 3
5
1
4
1
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Patrizia

    21/01/2020 17:13:25

    Un film molto particolare, degno di un regista come J. L. Mankiewickz, che è particolarmente noto per i suoi esperimenti azzardati. Questa potrebbe appunto essere considerata una pellicola piuttosto audace dato che i dialoghi si svolgono in versi; fortunatamente è fruibile anche in lingua originale, vista la presenza dei sottotitoli. Al di là di ogni qualsivoglia critica storica, l'ambientazione è ottima e gli interpreti fanno del loro meglio per rendere credibili i loro impegnativi personaggi: particolarmente Marlon Brando si cimenta con discreto successo nella famosa commemorazione di Marcantonio al funerale di Cesare, senz'altro preferibile in lingua originale.

  • User Icon

    Michele Bettini

    04/07/2019 21:08:56

    La sceneggiatura è un (disonesto) falso shakespeariano. Il massacratore Cesare non meritava tanto pianto. Dopo la sua esecuzione, ispirata da Cicerone, come l'attentato a Hitler sarà ispirato da Rommel, i "buoni" vendicano Cesare, Ma questa storia omette sistematicamente che si sbranarono tra loro, prima e dopo la vendetta. Marlon Brando nella parte di Marcantonio si ispira completamente a Mussolini. Come in tutte le storie del gonfiato Shakespeare, tutti i personaggi recitano alla stessa maniera, con tediosa ridondanza. Gli spettatori, quando non amano le pagliacciate, amano soffire. Si piange per Cesare e non per i tre milioni di morti che ha causato.

  • User Icon

    m.

    15/11/2018 08:52:39

    Ancora oggi una delle trasposizioni cinematografiche migliori. Meraviglioso Marlon Brando nel monologo. Purtroppo esisteranno sempre coloro che credendo di fare del bene, aggravano; coloro che tradiscono in nome di ideali solo per mascherare la loro ambizione; coloro che si credono migliori... e quindi fanno cose peggiori.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Warner Home Video, 2011
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 120 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Marlon Brando Cover

    Attore statunitense. Espulso da diverse scuole, inclusa un'accademia militare, e invitato dal padre a scegliersi un mestiere, decide di diventare attore (la madre gestiva una piccola compagnia teatrale). Trasferitosi a New York, studia alla New School e all'Actor's Studio dove, sotto la guida di S. Adler e L. Strasberg, si dedica in maniera maniacale al metodo di Stanislavskij, che porterà il suo stile recitativo a profondità inedite. Nel 1947 E. Kazan mette in scena a New York Un tram che si chiama desiderio di T. Williams, con B. nella parte di Stanley Kowalski: la sua interpretazione è così intensa e coinvolgente da impressionare le platee e i produttori di Hollywood, che cominciano a corteggiarlo. Il debutto sullo schermo avviene nel 1950, con Uomini di F. Zinnemann, nel quale impersona... Approfondisci
  • Greer Garson Cover

    "Nome d'arte di Eileen Evelyn G. G., attrice inglese. Scoperta da L.B. Mayer, diventa l'interprete di alcuni classici degli anni d'oro della mgm come Addio Mr. Chips! (1939) di S. Wood, per il quale riceve una nomination; Orgoglio e pregiudizio (1940) di R.Z. Leonard; lo strappalacrime Fiori nella polvere (1941) di M. LeRoy; l'efficace film di propaganda antinazista La signora Miniver (1942) di W. Wyler; e il Giulio Cesare (1953) di J.L. Mankiewicz. Dopo una lunga battuta d'arresto la sua popolarità è ravvivata dal ruolo di Eleanor Roosevelt in Sunrise at Campobello (Alba a Campobello, 1960) di V.J. Donehue, probabilmente il suo lavoro più raffinato. Le ultime apparizioni al cinema sono in Dominique (1966) di H. Koster e Il più felice dei miliardari (1967) di N. Tokar, cui seguono alcuni film... Approfondisci
  • James Mason Cover

    Attore inglese. Preferisce il palcoscenico a un futuro da architetto e si afferma a teatro secondo la più solida tradizione drammaturgica inglese di sobrietà e misura. Dai primi anni '30 comincia ad apparire sugli schermi in patria e, senza doti di prestanza fisica su cui far leva, comincia a lavorare su una maschera più interiorizzata e sofferta che culmina nei cupi riflessi di morte del terrorista irlandese braccato in Il fuggiasco (1947) di C. Reed. Chiamato a Hollywood, mostra di saper reggere i virtuosistici toni melodrammatici di Pandora (1950) di A. Lewin, al fianco di una lussureggiante A. Gardner, e si cimenta in complesse personalità maschili, dal risoluto feldmaresciallo nazista di Rommel, la volpe del deserto (1951) di H. Hathaway, al Bruto uccisore del proprio benefattore di Giulio... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali