Categorie

Sergej Luk'janenko

Traduttore: N. Cicognini, C. Moroni
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: 493 p., Brossura
  • EAN: 9788804563525

Età di lettura: Young Adult.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

26° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Fantasy

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 5,40

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    silvia

    14/07/2010 07.50.07

    Libro interessante soprattutto per la tematica originale. Ho dato un voto medio perchè a volte la trama è un po' confusa...

  • User Icon

    Clark Kent

    04/12/2009 18.45.14

    Sicuramente un libro originale, un fantasy d'altri tempi con un'ambientazione e dei personaggi che proprio non ti aspetti. Leggere di vampiri, mutantropi, maghi e streghe, Altri insomma, che muovono i loro passi e tessono i loro piani nella Mosca moderna è una novità originale che, se ben gestita, può rivelarsi una mossa intrigante e vincente. Il problema risiede proprio nella gestione di tale scelta che, a lungo andare, si rivela dannosa e deludente. Gli "attori" del romanzo sono infatti solo nelle qualifiche e nelle razze i tipici protagonisti dei romanzi fantasy ma, con le loro azioni e i loro atteggiamenti, si rivelano più che altro giovani tormentati da problemi insormontabili anche per chi, come loro, è dotato di qualsivoglia potere. La scrittura è piuttosto fluida ma sono tanti i punti in cui il lettore si trova ad interpretare con difficoltà alcune frasi e passaggi della storia: è un processo psicologico in effetti interessante ma che poco si addice ad un libro fantasy. Per quanto riguarda la trama e il suo svolgimento è da notare la scarsità di combattimenti magici e momenti in generale nei quali si raggiunga un climax degno di una narrazione di avventura. Un plauso a Sergej Luk'Janenko per l'originalità stilistica e narrativa del suo scritto ma il voto che mi sento di dare al libro è una tonda sufficienza e nulla più. Comunque il lavoro è stato apprezzato in tutto il mondo, per cui non mi resta che dire "de gustibus non disputandum est"..!

  • User Icon

    Jerry

    02/10/2009 18.23.38

    Originale, direttamente dalla Russia un "Fantasy moderno". Al contrario del film tratto da esso lo consiglio.

  • User Icon

    Zeno

    18/09/2009 20.43.46

    Un fantasy atipico, forse non per un russo, comunque riesce a coinvolgerti nei racconti tra questi buoni e cattivi, facendoti capire che il bianco e nero non esiste, il giusto e sbagliato neppure, tutto è grigio.

  • User Icon

    Selina

    07/07/2009 10.01.59

    è un libro davvero affascinante, molto diverso dai soliti libri con vampiri, maghi e altri essere sopranaturali. un altro fatto molto bello è che l'autore non fa differenze tra la luce e il buoi, il bene e il male, perché ognuna delle due estremità non è ne buona ne cattiva, cercano solamente di arrivare al proprio scopo, anche sacrificando le loro "pedine". Le descrizioni del libro di mosca, della sua gente, delle abitudini sono riprese in modo eccezionale. un libro davvero molto bello.

  • User Icon

    Oz

    05/02/2009 00.27.49

    Un libro sorprendente. Avendo letto diversi fantasy, mi sono trovato spiazzato di fronte a questa storia che non posso non definire fantasy, anche se col classico fantasy (elfi, fate, gnomi, cavalieri, orchi ecc...) ha ben poco a che spartire. Un fantasy moderno, metropolitano, dove nulla avviene per caso e tutto sembra rispondere a un preciso schema gerarchico. ORIGINALE! Peccato che a volte risulti un po' difficile da seguire, e qualche svolgimento e motivazione non risultino del tutto chiari. Ma, nel complesso, è ottimo. Assolutamente vergognosa, invece, la traduzione. Risulta evidente, in alcuni tratti soprattutto, che le due traduttrici hanno avuto grossi problemi e credo che molti passaggi incomprensibili siano imputabili alla loro opera, e non a quella di Luk'janenko! ESEMPI: la strega Alisa e Tigrotto (entrambe femmine) stanno combattendo e il testo riporta: "...si fecero vicini...". VicinE, semmai. Poi, "...se tagli un bosco, volano schegge...". Se tagli un bosco????? Magari, gli alberi di un bosco. Ok, si capisce lo stesso, ma è BRUTTO. Il top del top (della vergogna, intendo!) lo si raggiunge però a pagina 317, primo capoverso: "Ma se avrei potuto sgozzarli tutti..." MA SCHERZIAMO!!!!!!!!!!!Sbagliare un congiuntivo in un testo edito da Mondadori e stampato in migliaia di copie...che schifo!

  • User Icon

    bookslover

    16/04/2008 17.23.21

    Sono daccordo con Vampire Lover per quanto riguarda il commento rivolto all'America: fuori luogo e neanche articolarmente brillante, ma si tratta comunque di un'unica frase all'interno di un libro per altro eccezionale. La trama è originale (e sono più di 20'anni che leggo libri fantasy...), avvincente e persino romantica in diversi punti, con personaggi che rimangono a lungo impressi nella memoria. Unico neo: le motivazioni che sorreggono le decisioni del capo dei Guardiani della Notte non sono sempre chiare e spesso bisogna aspettare di leggere un altro centinaio di pagine per capire fino in fondo. Tuttavia, credo sia uno di quei libri da leggere e rileggere, perchè gli spunti di riflessione e le suggestioni aumentano ad ogni rilettura.

  • User Icon

    Vampire Lover

    01/12/2007 15.42.07

    Atmosfere da guerra fredda e KGB trasposte sul piano fantasy, con tanto di mutantropi, maghi, streghe e vampiri, in questo “anomalo” romanzo che si dipana in tre episodi uniti in un tutt’uno, coronati da un contraddittorio finale che si risolve in una goccia d’acqua. Perle di morale disseminate qua e là; stile narrativo un po’ affrettato e sbrigativo in alcuni punti; riflessioni e rinvii alla cultura russa che talvolta risultano non facilmente comprensibili se non addirittura strani. Nel complesso, lettura discreta, ma non particolarmente originale né coinvolgente. Totalmente fuor di luogo la disistima del cinema comico americano e la sottile polemica nei confronti dell’Europa e degli U.S.A., paragonati ad un “florido pensionato con i calzoncini corti ed una videocamera”, all’opposto della Russia, dell’Asia e del mondo arabo, il cui potenziale giovanile li rende “teste di ponte del giorno d’oggi”.

  • User Icon

    Linda

    02/05/2007 22.31.21

    Avevo visto per caso il film, non mi aveva entusiasmato ma la trama non era male quindi ho deciso di prendere il libro. Ogni tanto è un po' confuso ma trovo originale il mondo che ha creato lo scrittore. Il bene in certi casi non è poi tanto differente dal male.

  • User Icon

    Chiara da Budapest

    10/04/2007 14.42.05

    Originalissimo ed affascinante romanzo fantasy-horror ambientato in una Mosca moderna e nascosta, dove le forze della Luce e delle Tenebre lottano per avere il sopravvento. Streghe, mutantropi, vampiri, maghi e guerrieri si affrontano nel mondo parallelo del Crepuscolo con armi e strategie simili, a dimostrazione che anche il Bene non é mai puro e che spesso le sfumature ed i mezzi accordi sono piú applicabili delle pure Veritá.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione