-15%
La guerra dei Murazzi - Enrico Remmert - copertina

La guerra dei Murazzi

Enrico Remmert

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Marsilio
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 14 settembre 2017
Pagine: 208 p., Brossura
  • EAN: 9788831727785
Salvato in 29 liste dei desideri

€ 14,02

€ 16,50
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

La guerra dei Murazzi

Enrico Remmert

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

Lunedì - Venerdì dalle 8:30 alle 22:00

Sabato dalle 8:30 alle 18:00

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La guerra dei Murazzi

Enrico Remmert

€ 16,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

Lunedì - Venerdì dalle 8:30 alle 22:00

Sabato dalle 8:30 alle 18:00


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La guerra dei Murazzi

Enrico Remmert

€ 16,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

Lunedì - Venerdì dalle 8:30 alle 22:00

Sabato dalle 8:30 alle 18:00


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 16,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Finalista al Premio Chiara 2018

Con eleganza, delicatezza e una trepidazione che non diventa mai sentimentalismo, Remmert racconta esistenze, minime e trascurabili come la nostra, mostrando il punto in cui, magari per una volta nella vita, diventano incandescenti.

«Mia nonna diceva che per vivere bastano tre regole, e sono tutti divieti da applicare a se stessi: non oziare, non incolpare, non lamentarti»

Enrico Remmert è il cantastorie delle vite qualsiasi che si incrociano e si intrecciano in quel luogo dell’anima – pieno di pericoli e possibilità, di scelte e rischi – che è la Notte. A ciascuno dei suoi personaggi è offerta una scelta. Si può essere eroi o vili, si può fuggire o restare, si può combattere o nascondersi. Tutto nella Notte si decide: soprattutto l’amore. E così l’autore raduna, in una Torino più magica che vera o in una Cuba più sognata che reale, una folla di personaggi, ciascuno legato a un destino al quale vuole aderire o dal quale vuole liberarsi. Un buttafuori albanese, una ragazza cubana, un parrucchiere giapponese, un gruppo di hooligan inglesi, due serbi allevatori di cani, e tanti altri: su di loro incombe la Storia con tutto il suo peso inerte e la sua pressione senza volto. Con eleganza, delicatezza e una trepidazione che non diventa mai sentimentalismo, Remmert racconta queste esistenze, minime e trascurabili come la nostra, mostrando il punto in cui, magari per una volta nella vita, diventano incandescenti: e si trasformano, o bruciano.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,25
di 5
Totale 4
5
3
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giuseppe1940

    07/12/2018 09:09:41

    Sono quattro racconti brevi (NON annunciato) in meno di 400 pagine. Non mi sono dispiaciuti il secondo ed il quarto.

  • User Icon

    Alberto Ramirez

    27/01/2018 18:13:45

    Hola! Ma quanto mi piace questo libro! Estilo velocísimo, cómico, audace e sempre vero. Mostra, tra la caratterizzazione perfetta della barista, il mondo visto dal basso, prende l’essenza della strada con profondità in un equilibrio tra l’essenziale e la banalità. Leggendo ti viene voglia di vivere è quasi nos si vede l’artificio della fiction! Vale la pena sapere italiano per leggere racconti di questa qualità

  • Remmert è uno scrittore parco e forse poco visibile, ma chi ama l'alta qualità della scrittura non può non averlo nella propria collezione. Dei quattro racconti il più sorprendente è - a mio parere - l'ultimo, ha il ritmo di un film con colpi di scena calibrati con estrema sapienza (non mi sorprenderebbe vederlo in tv nel breve periodo). Se desiderate imparare l'arte della scrittura breve dovete senz'altro studiare questi racconti, in particolare l'uso della punteggiatura, la pulizia della frase e il peso dei dialoghi. C'è tanto mestiere... e tanta bravura.

  • User Icon

    Barbara B.B.

    23/10/2017 14:43:59

    Quattro racconti incisivi e bellissimi, quattro "fughe da fermo" per citare un altro autore italiano che amo. Remmert scrive il suo libro più bello e maturo affrontando temi importanti con una grazia e una profondità che lasciano incantati. Perché questo libro non parla solo della notte, come si dice in copertina: parla di quel momento della vita di una persona in cui quella persona si scontra con la Storia, e di come quella persona ne esce. Se il racconto "La guerra dei Murazzi" è strepitoso, ancora meglio sono HAvana 3am" ambientato a Cuba e il finale "Baal", una storia di cani che sembra uscita dalla penna di Jack London, talmente è tutto perfetto: atmosfera, personaggi, la vicenda stessa e la scrittura con cui viene raccontata. Il racconto sul parrucchiere giapponese mi ha lasciata meno entusiasta, ma solo perché è circondato da tre racconti di sommo livello. In definitiva: si tratta per il mio modesto parere di uno dei migliori libri letti negli ultimi anni. E' scritto da un italiano ma potrebbe gareggiare con qualsiasi scrittore straniero.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente

Identità e violenza, i racconti vividi di Remmert

A Torino li chiamano “I muri”: sono le sponde del Po, o meglio i locali che in questo luogo così particolare si succedevano, uno dopo l’altro, una volta preso il posto delle vecchie rimesse per imbarcazioni. Fino al 2012, anno in cui sono stati chiusi. Ma ai Murazzi nei primi anni Novanta si concentrava la movida cittadina: qui veniva attirata in sciami di migliaia di persone nel corso delle lunghe notti sabaude, che si trascinavano dietro il divertimento, lo sballo, il fumo e l’alcol, ma anche il sapore ferroso e amaro di storie di violenza e immigrazione. Quasi una guerra, La guerra dei murazzi (208 pagine, 16,50 euro), sotterranea e per alcuni invisibile, insabbiata. A raccontarla (con un volume pubblicato da Marsilio) è Enrico Remmert in un nuovo libro che, a dispetto dell’ultimo romanzo, Strade bianche, datato 2010, è una raccolta di racconti. Quattro sono le narrazioni che lo compongono, diversissime tra loro, sia per quanto riguarda il respiro, la lunghezza, sia per lo spettro di temi e snodi affrontati.

La pagina torinese, così intensa da tornare nel titolo del libro, apre la raccolta. A parlare è Manu, che un po’ ricorda la Manu di Strade bianche, in questa veste di studente e barista in un locale dei Murazzi. Sarà lei a innamorarsi di Florian, albanese giunto in Italia con quel famoso primo sbarco del 1991, rimasto immortalato nella memoria condivisa del Paese. Sul tema dell’immigrazione ruota l’intero racconto, che insieme ricostruisce la magia vibrante di un periodo e di una situazione segnante per la città – la movida dei Murazzi – e passa attraverso le problematiche mai direttamente affrontate dell’immigrazione, delle bande, della tragica violenza dagli esiti spietati. L’immagine è volutamente forte, quella di una guerra, combattuta tra i Novanta e i Duemila, prima che i Murazzi chiudessero segnando la fine di un’epoca, per i molti che l’hanno vissuta, e il definitivo inabissarsi delle storie di ombre.

Ma le ombre non sono solo quelle torinesi, e nei racconti di Remmert si aggirano tra i canali veneziani, dove vedono per esempio protagonista un bizzarro hair stylist giapponese (Otto progetti per la costruzione di una nuvola), eredità del periodo in cui l’autore lavorava con le lacche per capelli, rielaborata in un racconto rapidissimo, dalle immagini folgoranti. E poi arrivano a Cuba, in un racconto lungo, quasi un romanzo breve come quello che apre il libro, Havana 3 a.m, critica trasposizione letteraria sulla rivoluzione e il castrismo attraverso una delle sue pagine più ambigue, quella della rivolta dei balseros, nella quale si trovano coinvolti loro malgrado i protagonisti. Approdano infine a una storia isolata nei luoghi ma dal risvolto universale, che ha a che fare con la violenza animale e quella umana, e si svolge in un allevamento di cani, tra personaggi ombreggiati e una banda criminale.

Legittima la domanda sul legante tra i quattro racconti che, a ben guardare, sembrano diversissimi tra di loro. Eppure, finita la lettura, tornando indietro e ripensandoli, sembrano entrare in connessione grazie a un perno comune, quello dell’identità, il cui confronto con il mondo è offerto spesso dalla violenza, e dal male. Basti pensare a Baal, alla sua sconvolgente piega simbolica, ma anche all’epilogo de La guerra dei Murazzi, che porta un tema caldo degli anni Novanta all’attualità, interrogandosi sulle possibilità e modalità di integrazione tra immigrati. In questi quattro racconti si agitano anime inquiete, esistenze colte nella piega non scritta che distanzia l’agire dal fermarsi a osservare, pensare. Storie circoscritte – la Torino dei Murazzi, un singolo episodio della storia cubana, un parrucchiere e la frizione tra la violenza di un cane e quella umana – ma aperte a uno studio più fondo dell’animo, di quell’aggressività che sempre sembra scuoterlo, agitarlo.

Altro legante è infine la lingua, limpida, pulita ed eccezionalmente precisa e lavorata nelle parole e nei pensieri dei protagonisti. I racconti di Remmert hanno l’indiscusso pregio di estrapolare singoli e piccoli episodi dal flusso sporco del reale e, impastandoli con la narrativa, restituirne quadri che nella loro compostezza attivano dettagli quotidiani e realistici, senza perdere mai di vista la struttura portante, la sapienza della scrittura, e di conseguenza l’universalità di storie particolari. Non siamo stati tutti a Torino nell’età d’oro dei Murazzi, e nemmeno a Cuba durante la rivolta dei balseros. Ne conosciamo forse l’eco della mitologia, in viaggio di bocca in bocca, di memoria in evocazione nostalgica. Eppure in questi vividi racconti entriamo in entrambi i mondi, percepiamo le atmosfere, le vibrazioni, assistiamo alla caduta del velo e possiamo accedere alla realtà complessa e sfaccettata che la mitologia non conservava. Sono mondi vivi, equivoci forse, ma per questo pulsanti, capaci di agguantare l’attenzione del lettore che vi scopre una ricchezza profonda, i sensi desti, l’occhio che scalpita per procedere, andare avanti e scoprire altre pagine, altra appagante materia narrativa con cui tornare a osservare il mondo.

Recensione di Alessandra Chiappori

  • Enrico Remmert Cover

    Vive e lavora a Torino.Il suo romanzo d'esordio, Rossenotti, scoperto da Grazia Cherchi, è stato pubblicato da Marsilio nel 1997 e ha vinto nello stesso anno il Premio Chianciano e il Premio Tuscania. Nel 2002 è uscito il suo secondo romanzo La ballata delle canaglie, finalista dell'Indipendent Foreing Fiction Prize e dell'IMPAC Dublin Award.Negli anni seguenti, insieme al poeta Luca Ragagnin, ha curato una trilogia dedicata a Bacco, Tabacco e Venere: tre libri dalle varie anime (antologie di citazioni, saggi letterari, raccolte di aforismi) tra cui il fortunatissimo Elogio della sbronza consapevole.Il suo ultimo romanzo, edito da Marsilio è Strade bianche.Remmert lavora anche per il cinema, il teatro e la televisione. I suoi libri sono tradotti in una decina di lingue. Approfondisci
Note legali