Categorie

Procopio di Cesarea

Traduttore: D. Comparetti
Editore: Garzanti Libri
Collana: I grandi libri
Edizione: 2
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: L-724 p. , Brossura

67 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Storia e archeologia - Storia - Dalla preistoria al presente - Storia antica: fino al 500 d.C.

  • EAN: 9788811366126

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    claudio maddaleni

    31/07/2014 15.26.09

    Procopio,La guerra gotica,III ed., 2010. Malgrado la mancanza del testo greco (ma questo raddoppierebbe le circa 600 pagine che sono scritte in caratteri di buona leggibilità-cosa non sempre riscontrabile in questo tipo di opere) e la la traduzione del Comparetti ( 1927)in un italiano non corrente ( anche se non di spiacevole lettura),rimane l'unica edizione facilmente fruibile di questa fondamentale opera.Rilevo solamente che sarebbe stato meglio usare come titolo:Procopio,"Le Guerre":La guerra gotica.Questo per chiarire subito che si tratta solo di una parte del testo, potendosi infatti pensare che col titolo della guerra più importante si comprenda pure le altre parti.

  • User Icon

    Lupo81

    08/08/2013 21.12.20

    Ho acquistato l'edizione del 2007, la quale contiene tutti gli errori precedentemente esposti. Un'altra mancanza è dovuta anche dall'assenza del testo greco a fronte il che certamente avrebbe reso più dignitosa questa edizione, un peccato se si pensi al valore storico e letterario di questo autore bizantino.

  • User Icon

    Furio Cappelli

    22/11/2011 19.43.52

    Ho appena acquistato il volume e segnalo che l'indice analitico, basato su chissà quale edizione, è inservibile. Tutti i rimandi sono sbagliati. La cosa divertente è che si fa riferimento a nomi contenuti a pagina 740 o 760 quando il testo si ferma a pagina 660. La traduzione, pur revisionata, è di vecchia data: "Molte costumanze aveano essi diverse da quelle delle altre genti..." (un passo preso a caso). Ringrazio chi mi ha preceduto per aver segnalato lo scambio tra le pagine 317 e 324. Se non fosse l'unica edizione integrale disponibile meriterebbe un voto ancora più basso.

  • User Icon

    sandro landonio

    12/01/2008 13.54.38

    Sconsigliabile questa prima edizione del 2005, infatti solo nella seconda del 2007 buona parte degli errori di impaginazione sono stati rimossi (rimane solo lo scambio fra le pagine 317 e 324); ma i danni precedenti erano ben più gravi (capitoli ripetuti più volte) e non permettevano la lettura completa del terzo libro. Fatta questa premessa non legata ai contenuti, l’interesse storico della cronaca di Procopio é indubbia. Gli anni della guerra fra Goti e Bizantini fra assedi, città in parte demolite, campagne distrutte, carestie, esoso fiscalismo bizantino e stragi, ridussero ai minimi termini i residui di civiltà romana presenti in Italia. Ad oggi come risultato i monumenti dell' Italia gotica sono così scarsi che questo periodo sembra non essere mai esistito, quindi, a chi comunque ha un interesse nel Medioevo, il libro, per il valore documentale é più che consigliabile. Da un punto di vista letterario Procopio non é all’altezza di altri narratori di vicende belliche (Cesare, Polibio), ma la concretezza delle idee e l’interesse nell’etnologia compensano nelle sue cronache un capacità di scrivere non esente da qualche ripetizione e difetto.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione