Categorie

Maria Messina

Collana: La memoria
Anno edizione: 1996
Pagine: 156 p.
  • EAN: 9788838913136

Riconoscendo come il significato dei suoi personaggi «cui manca perfin la forza di gemere» viva oltre il periodo storico in cui la Messina scrisse, la critica le riconosce oggi il suo posto tra i classici del nostro Novecento.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    luciano

    04/06/2016 21.07.56

    Questa raccolta di racconti brevi è come un album di fotografie di inizio Novecento. Come in " Piccoli gorghi" anche qui c'è il mito della "Mèrica" e c'è la nostalgia per la moglie lasciata in paese, a cui scrive una lettera una volta al mese: " Lavoro come un animale, pensando alla casa mia, e certe volte vorrei avere l'ali per tornare ". E, dopo otto anni, Petru ritorna dalla moglie Venera, ma la salute se n'è andata, mangia poco e soffre di dolori continui allo stomaco, che lo costringono a letto: "Alla Mèrica ci rovinano. Non resiste nessuno. E' la stilla che corrode il sasso".

Scrivi una recensione