Harry Potter. Il cibo come strumento letterario

Marina Lenti

Editore: Runa Editrice
Collana: Saggistica
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 1 febbraio 2015
Pagine: 186 p., Brossura
  • EAN: 9788897674467
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Il fascino che il cibo, in qualità di strumento letterario, esercita sull'autrice di Harry Potter, e quindi direttamente sulla saga, proviene da lontano: ha infatti radici fin nelle letture d'infanzia. A differenza dei suoi autori di riferimento però, J. K. Rowling è riuscita a utilizzare il cibo in maniera molto più ampia e sfaccettata, facendogli assumere di volta in volta un ruolo determinante per spingere innanzi la storia, per colorarla di sfumature ludiche, per evidenziarne i risvolti familiari e sociali. La sua rilevanza è talmente determinante che neppure la magia riesce a comandarlo: non può infatti generarlo dal nulla, ma solamente variarlo nella quantità rispetto a un ammontare preesistente. E se pensiamo che, fra le altre limitazioni al potere magico, rientrano forze come il vero amore e il dono della vita, possiamo subito comprendere quale posto d'onore J.K. Rowling abbia inteso riservare, all'interno della propria creazione, a ciò che è responsabile del nostro nutrimento, del nostro sviluppo e del nostro sostentamento.

€ 11,40

€ 12,00

Risparmi € 0,60 (5%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Chiaras82

    08/02/2015 13:17:45

    Harry Potter e cibo: un binomio che non può che risultare vincente, e infatti questi nuovo saggio a firma di Marina Lenti, massima esperta italiana del fenomeno potteriano, si rivela una lettura immancabile per ogni appassionato della saga, ma non solo, anche per chi ha la curiosità di approfondire come l'elemento gastronomico possa essere utilizzato come elemento di snodo narrativo e per fornire spessore a un universo letterario. Il libro ha una prosa ricca ma scorrevole e piacevole alla lettura, e compie un viaggio attraverso le influenze culinario-letterario della Rowling, da Lewis a Dahl, passando per Piccole Donne e Il vento tra i salici, per poi focalizzarsi sull'importanza del cibo e dei momenti conviviali attorno a un tavolo come punto di svolta della trama dei libri. L'autrice continua poi ad approfondire le difficoltà di traduzione e di "addomesticamento" di un mondo fortemente radicato nella cultura britannica anche per quanto riguarda il cibo, per chiudere poi con una panoramica sulle trasposizioni della gastronomia potteriana nel mondo reale dei parchi a tema realizzati a Orlando in Florida e a Osaka, in Giappone. Infine, il libro è impreziosito da numerose ricette e da un quiz a tema potterian-culinario, sul quale confesso di essere scivolata in un paio di domande. Non si può evitare di farsi venire l'acquolina in bocca leggendo questo nuovo saggio di Marina Lenti e di avere una voglia estrema di prendere il primo volo per la Florida e testare con mano le meraviglie culinarie che la Rowling è riuscita a evocare. Una lettura consigliata a grandi e anche piccini!

Scrivi una recensione