Harry Potter e la maledizione dell'erede. Parte uno e due. Scriptbook. Ediz. speciale

J. K. Rowling,John Tiffany,Jack Thorne

Traduttore: L. Spagnol
Editore: Salani
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 24 settembre 2016
Pagine: 368 p., Rilegato
  • EAN: 9788869187490

Età di lettura: Da 12 anni

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Bambini e ragazzi - da 12 anni

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 10,69
Descrizione

Otto anni dopo l'uscita in Italia di Harry Potter e i doni della morte, l'ottava storia del mondo magico di J.K. Rowling

Basato su una storia originale di J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne. L’ottava storia della serie di Harry Potter è la prima a essere rappresentata a teatro. Uno spettacolo diviso in due parti.


"Anche se possiamo dire di non essere mai del tutto usciti dal mondo di Harry Potter, l'idea di poterci immergere un'altra volta in quelle magiche atmosfere con un nuovo episodio della saga ci riempie di gioia e di trepidazione. Come fans di Harry Potter, siamo molto grati a J.K. Rowling per questo inatteso regalo; come suo editore italiano, siamo riconoscenti e orgogliosi per la fedeltà che ci ha sempre dimostrato" - Luigi Spagnol, Presidente di Salani Editore


È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell'eredità famigliare che non ha mai voluto. Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l'oscurità proviene da luoghi inaspettati.
Basato su una nuova storia originale scritta da J.K. Rowling, Jack Thorne e John Tiffany, Harry Potter and the Cursed Child, una nuova opera teatrale di Jack Thorne, è la prima storia ufficiale di Harry Potter rappresentata a teatro.

€ 16,83

€ 19,80

Risparmi € 2,97 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 18,81 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Francesco Meloni

    14/01/2019 10:02:43

    A prima vista non mi era chiaro, ma è una sceneggiatura di uno spettacolo teatrale. La lettura è scorrevole e avvincente. La trama non mi ha sorpreso enormemente piuttosto scontato sia il messaggio che vuole lasciare, sia la conclusione.

  • User Icon

    Stella

    13/01/2019 21:22:24

    Quando si parla di Harry Potter l'aspettativa é alta, e qui si capisce subito che non c'é lo zampino della Rowling. Niente da fare, sì patica l' idea ma con un nome giá cosi riconosciuto non si puó ingannare il pubblico

  • User Icon

    Andrea

    09/01/2019 10:37:50

    Libro molto bello nel complesso. Carina l'idea del copione teatrale al posto del classico romanzo Consigliato!

  • User Icon

    Consuelo

    08/12/2018 15:31:35

    Mi sembra doveroso leggerlo ma niente ha a che vedere con la vera storia. Un sequel che non dà giustizia alla storia della Rowling. Se non lo avete ancora letto potete evitare!

  • User Icon

    Anna

    01/12/2018 13:05:15

    Nonostante le critiche ricevute, a me il libro è piaciuto. Sicuramente è stato scritto per cavalcare l'onda del successo di Harry Potter e per spillare altri soldi ai fan. Tutto sommato, non mi è dispiaciuto. Ci sono sicuramente delle falle per quanto riguarda la costruzione dei personaggi e la storia, sotto certi aspetti, è un po' banale e prevedibile. Contando però che non si tratta di un libro ma di un'opera teatrale, il risultato mi appare nell'insieme abbastanza buono.

  • User Icon

    Lucia

    29/11/2018 17:25:57

    Bellissimo sguardo al futuro sulla storia di Harry Potter. Consigliato

  • User Icon

    nick

    06/11/2018 19:33:57

    Libro che non mi è piaciuto. Un sequel di cui non si sentiva affatto la necessità. La storia sembra una brutta copia di quelle a cui la Rowling ci aveva abituato. L'ho trovato troppo confusionario e in alcuni punti le azioni dei personaggi prive di senso. Una vera delusione.

  • User Icon

    Ottimo

    29/10/2018 19:54:09

    Nonostante sia stato criticato dai molti, io ho adorato questo piccolo approfondimento sulla nuova generazione di maghetti

  • User Icon

    Insomma

    25/10/2018 17:42:55

    Una storia diversa, un sequel che non attira anche se da leggere per capire cosa potrebbe esser successo dopo i doni della morte.Personalmetne non l avrei scritto!

  • User Icon

    Marika

    18/10/2018 08:14:57

    Pur ritrovando gli amati personaggi, niente ha a che vedere dalla storia originale. Mi ha molto deluso.

  • User Icon

    Ludovoca

    23/09/2018 07:47:31

    Come definire questo “libro”.... un copione di un opera teatrale! Carino senza ombra di dubbio, non mi ha tuttavia lasciato nulla delle emozioni che mi suscitava Harry Potter.

  • User Icon

    Carla

    22/09/2018 20:37:17

    Notte passata in bianco per leggere "Harry Potter e la Maledizione dell'Erede" della sublime J. K. Rowling. Che dire? Bello tornare tra i miei compagni Serpeverde, bello rileggere i nomi di Hermione, Harry, Draco e Ron, bello poter sentir parlare ancora di magia. Mi dispiace, probabilmente sono troppo drastica, ma avrei preferito che non fosse stato scritto. O, almeno, avrei preferito non leggerlo. Lei rimarrà sempre per me una delle migliori scrittrici mai esistite, eppure avrebbe davvero dovuto fermarsi alla 697esima pagina dei Doni, evitando di incrinare la perfezione di questa bellissima e unica saga. Mi spiace, davvero, ma se avessi una Gira-Tempo...

  • User Icon

    Eli95

    22/09/2018 17:14:26

    Se la Rowling non avesse dichiarato che è canon, avrei dato a quest'opera qualche stellina in più. Probabilmente rappresentato a teatro è bellissimo. Di per sè intrattiene. Ma oggettivamente ci sono troppi dettagli che non combaciano con la saga, troppo fanservice e troppe cose inventate all'ultimo momento per sostenere una trama debole. Non può essere canon con la saga. Non è possibile.

  • User Icon

    M.

    22/09/2018 13:06:57

    Stupendo anche se era scritto per una sceneggiatura teatrale.

  • User Icon

    Manuel

    22/09/2018 11:02:13

    Un libro che non può mancare nella libreria babbana di un vero fan di Harry Potter. La storia è bella ed avvincente anche se non ho particolarmente apprezzato la scelta di riportare il copione teatrale invece di romanzare la vicenda. Nonostante questo lo consiglio.

  • User Icon

    Astro

    22/09/2018 10:04:09

    Purtroppo il mio grande entusiasmo nel riavere dopo anni un nuovo episodio della saga è stato smorzato dal fatto che la storia non è buona e i personaggi sono appena abbozzati, si muovono senza reali motivi. A malincuore un grande NO.

  • User Icon

    Fernando

    21/09/2018 16:03:00

    Del mondo magico di zia Rowling non è rimasto nulla in questo libro. Molto deluso e amareggiato, il prezzo è decisamente troppo elevato per una storia del genere, un insieme di dialoghi atti a creare una storia inconcludente è assurda. Consigliato a chi ha amato la saga perché è giusto farsi un’idea del sequel ufficiale, per gli altri lasciate perdere è solo denaro sprecato

  • User Icon

    Robbie

    21/09/2018 10:23:26

    Io con la saga HP ho iniziato la mia avventura nel mondo letterario. Quando ho saputo di un seguito di HP ero contentissima ma sono rimasta subito delusa sia dalla trama, sia dal fatto che la Rowling non abbia scritto il testo in prosa ma abbia semplicemente divulgato il copione dello spettacolo teatrale. Non c'è modo di appassionarsi ai personaggi, non c'è coerenza con la saga principale e pensare che il mondo di HP può essere ampliato con storie meravigliose. Il titolo è accattivante, potrebbe essere stato un'ottima metafora per designare le responsabilità che il figlio di HP deve sopportare solo per essere appunto figlio del mago più famoso del mondo magico. Boh, io spero nella trasposizione in cartaceo dei film di animali fantastici. Lasciate perdere questo libro.

  • User Icon

    Storia senza tempo

    21/09/2018 06:25:21

    Come non amare l'ultima opera della Rowling? Chiaro, semplice e affascinante. Ogni pagina racchiude tutto il suo estro nell'arte della scrittura. Una storia senza tempo da leggere anche ai più piccini!

  • User Icon

    Francesca

    20/09/2018 20:55:34

    Dopo aver letto tutta la saga mi aspettavo di piu dall'ultimo libro.. non sono neppure riuscita a finirlo.. lo ho aspettato con ansia ma l'ho trovato noioso.. ... oltretutto e scritto come uno spettacolo teatrale.. peccato.

Vedi tutte le 98 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

La recensione di IBS


Un viaggio tra presente e passato, tra personaggi vecchi e nuovi, tra sogni e realtà, dove non mancheranno gli elementi che caratterizzano l’universo magico creato da J.K. Rowling.

- Albus Severus. Tu porti il nome di due Presidi di Hogwarts. Uno di loro era un Serpeverde e probabilmente l'uomo più coraggioso che io abbia mai conosciuto.
- Ma se...
... vorrà dire che la Casa di Serpeverde avrà guadagnato un ottimo studente, no? A noi non importa, Al. Ma se per te è importante, potrai scegliere Grifondoro invece di Serpeverde. Il cappello parlante tiene conto della tua scelta.
- Davvero?
- Con me l'ha fatto.


Non si è mai troppo grandi per Harry Potter. Chi è cresciuto in compagnia del maghetto lo sa. Così come lo sanno tutti coloro che, da adulti, si sono buttati nella lettura dei sette libri della saga e si sono lasciati conquistare da un mondo carico di magia ma allo stesso tempo così vero e umano.

Sembra passata una vita da quando eravamo tutti in trepidazione in attesa dell’uscita del settimo libro. E da quando, soddisfatti e un tantino malinconici, lo abbiamo chiuso, lasciando Harry, Ron, Hermione e Ginny sul binario nove e tre quarti, diciannove anni dopo la battaglia di Hogwarts e la sconfitta del Signore Oscuro. Harry e i suoi amici stavano accompagnando i loro figli a prendere il treno che li avrebbe portati alla Scuola di Magia e Stregoneria più famosa del mondo. Proprio in quel momento avevamo conosciuto Albus Severus Potter, secondogenito di Harry, in partenza per il suo primo anno a Hogwarts e in enorme ansia per la futura scelta del Cappello Parlante, che avrà il compito di assegnare il ragazzo a una delle quattro casate. E se dovesse finire in Serpeverde? Che cosa diranno di lui? E che cosa penserà suo padre?
Già, perché Harry adesso è un padre, e sta facendo di tutto per essere un buon genitore. Ma il rapporto con Albus non è per niente facile. Se non era facile essere Harry, è ancora più difficile essere suo figlio: affrontare gli sguardi delle persone, dover dimostrare di essere all’altezza, soddisfare le grandi aspettative.

È proprio questo rapporto tra padre e figlio il fulcro su cui è costruita la nuova storia e da cui prende il via la nuova avventura. Un viaggio tra presente e passato, tra personaggi vecchi e nuovi, tra sogni e realtà, dove non mancheranno gli elementi che caratterizzano l’universo magico creato da J.K. Rowling: dalle Pozioni Polisucco alle GiraTempo, dai terribili Dissennatori ai saggi centauri, dai ritratti in grado di parlare alle cicatrici che fanno male e ti svegliano nel cuore della notte.
Quello che cambia è la formula. Non siamo più davanti a un romanzo, ma a un vero e proprio spettacolo teatrale, basato su una storia originale di J.K. Rowling e scritto da Jack Thorne e John Tiffany. Quello che leggeremo, quindi, sarà un copione di teatro, dove forse mancheranno le descrizioni e i passaggi più riflessivi e introspettivi che avevano reso memorabili i sette romanzi della saga, ma che saranno perfettamente sostituiti da dialoghi freschi e brillanti, colorati da un tocco di simpatia e ironia.

Sulla trama non diremo niente. Per evitare di rovinarvi in qualche modo questa nuova avventura. E per evitare di essere colpiti da eventuali maledizioni. Quindi mettiamo giù la piuma d’oca e ci fermiamo qui. Draco dormiens nunquam titillandus.