Ho dormito nella camera di Hitler. Viaggio di un ebreo americano alla scoperta della Germania - Tuvia Tenenbom - copertina

Ho dormito nella camera di Hitler. Viaggio di un ebreo americano alla scoperta della Germania

Tuvia Tenenbom

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: S. Sullam
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 26 giugno 2014
Pagine: 293 p., Brossura
  • EAN: 9788833925080
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,99

€ 18,50

Punti Premium: 10

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sfrontato, sarcastico, impertinente, fustigatore corrosivo del politicamente corretto, del buonismo ad ogni costo, dei luoghi comuni di cui pare nutrirsi un paese alacremente impegnato a tacere sul passato... questo è Tuvia Tenenbom. Un provocatore stupefatto che percorre la Germania dei nostri giorni rovistando imperterrito nelle coscienze delle persone che incontra: giornalisti d'assalto e alti dirigenti, imam fondamentalisti e rabbini solitari, predicatori e taumaturghi, studenti e albergatori, radicali di sinistra, neonazisti, ambientalisti, gente comune, e così via. Partecipe e febbrile, Tenenbom entra ed esce di soppiatto dalle situazioni più disparate, registra e commenta tutto ciò che vede, scrivendo con vigore muscolare e caustico umorismo le sue impressioni. Le testimonianze, le storie che si intrecciano in queste pagine, e la voce che le racconta, basterebbero a fare di questo reportage un'esperienza unica su un paese di inquietante complessità. Il minimo che si può dire di questo libro è che leggerlo è molto più che viaggiare in quell'inestricabile groviglio di risentimento che ancora si annida nel cuore dell'Europa. Nessuno come Tenenbom lo ha fatto con tale brillante ironia.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giovanna Angeli

    07/07/2014 18:21:42

    E un libro interessantissimo, affascinante e di grande attualità. Ne consiglio caldamente la lettura, può essere utile a tanti, specialmente ai giovani. Alla fine dell'opera, constatando il razzismo imperante, non solo nei confronti degli ebrei,ma quel popolo è sempre in prima fila, c'è da chiedersi in che cosa abbiamo sbagliato noi anziani e che altro avremmo potuto/dovuto fare oltre a documentare con film, ,letture,testimonianze, visite ai campi di concentramento e chi più ne ha più ne metta, quello che era successo. Non bastavano dieci/dodici milioni di morti? Anni fa circolava in Europa una petizione in cui si invitava chi di dovere a mandare via dalle università gli insegnanti ebrei!! C'è sempre bisogno di un nemico?

| Vedi di più >
Note legali