Categorie

Banana Yoshimoto

Traduttore: G. Amitrano
Editore: Feltrinelli
Edizione: 4
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 106 p.
  • EAN: 9788807816611
Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michela

    10/09/2010 17.01.11

    Adoro questa scrittrice e non potrei mai darle un voto basso. Leggo quasi un libro a settimana da anni e non mi è ancora capitato di incontrare scrittori o scrittrici dolci e sensibili come lei. In molti dicono che affronta sempre gli stessi argomenti, non posso certo negarlo, ma la grandiosità della sua scrittura regala ad ogni riga tante singole emozioni. Consiglio questo libro a chi ama inoltrarsi completamente nei sentimenti dei personaggi, e a chi sa apprezzare le piccole cose della vita.

  • User Icon

    alina di collefiorito

    20/01/2010 21.02.30

    dei 2048 caratteri a disposizione, ne bastano diciannove: ACQUA BOLLITA TIEPIDA

  • User Icon

    kikkokat

    12/06/2009 23.13.49

    Libro molto dolce...La fragilità del ragazzo, il viaggio in Australia...Un romanzo particolare su certi aspetti.

  • User Icon

    gracy

    08/05/2009 10.17.35

    Giappone, casetta da cartone animato giapponese (che ho tanto amato da bambina) mi sono immedesimata di vivere in quel giardino e di condividere le emozioni di Manaka...sorprendentemente, finito il libro tutto di un colpo ho capito che il vuoto era l'unica cosa rimasta...

  • User Icon

    FiKi

    12/11/2008 14.52.12

    Sicuramente non è uno dei suoi più belli ma non capisco questa negatività...la "commercializzazione" dell'autrice viene fuori solo negli ultimi romanzi (e neanche tanto alla fine...). Questo è un libro maturo su una coppia apparentemente vuota e in cerca di se stessa...ottimo. La Yoshimoto lacia ancora l'impronta della sua maestria nel descrivere emozioni.

  • User Icon

    Fabio Rossi

    01/06/2006 15.08.25

    Un libro piacevole, sebbene angosciante, che racconta il difficile percorso di un ragazzo verso la liberazione dagli incubi del passato. Il protagonista riuscirà nell'impresa grazie alla sua tenacia e, soprattutto, all'aiuto della sua compagna, una donna solare ed innamorata del proprio uomo.

  • User Icon

    Maunakea

    28/12/2005 23.19.33

    Hanemun, del 1997. Sempre difficile scrivere qualcosa su un libro della Yoshimoto, anche leggere i retro di copertina e' quasi divertente, riassumere o sintetizzare in una "trama" cio' di cui parlano i suoi libri e' davvero un'impresa ardua oltre che priva di senso. La Y. parla di angosce e di emozioni. Certo il fulcro delle sue analisi e' sempre lo stesso, ma perch' questi sono i temi centrali della vita, e non e' possibile esaurire l'argomento in poche parole, anzi, affrontandolo da varie agolazioni e sfumature, crdo che lei riesca ad andare vicina a descrivere e ad affrontare questi temi piu' di moltissimi altri scrittori. Ovvio poi che se uno pretende di leggere la Y. senza prescindere dal suo punto di vista occidentale ed aspettandosi un libro a trama occidentale la Y. non puo' di certo piacere. In questo particolare libro la lettura non scorre molto velocemente nonostante le sue ridotte dimensioni, almeno personalmente, per via della cappa di angoscia che sprigionano le pagine iniziali, non riesco a definire una classifica dei suoi libri perche' e' come se ognuno di essi trasmetta un tassello del puzzle di vita che l'autrice va costruendo.

  • User Icon

    Maunakea

    28/12/2005 23.19.24

    Hanemun, del 1997. Sempre difficile scrivere qualcosa su un libro della Yoshimoto, anche leggere i retro di copertina e' quasi divertente, riassumere o sintetizzare in una "trama" cio' di cui parlano i suoi libri e' davvero un'impresa ardua oltre che priva di senso. La Y. parla di angosce e di emozioni. Certo il fulcro delle sue analisi e' sempre lo stesso, ma perch' questi sono i temi centrali della vita, e non e' possibile esaurire l'argomento in poche parole, anzi, affrontandolo da varie agolazioni e sfumature, crdo che lei riesca ad andare vicina a descrivere e ad affrontare questi temi piu' di moltissimi altri scrittori. Ovvio poi che se uno pretende di leggere la Y. senza prescindere dal suo punto di vista occidentale ed aspettandosi un libro a trama occidentale la Y. non puo' di certo piacere. In questo particolare libro la lettura non scorre molto velocemente nonostante le sue ridotte dimensioni, almeno personalmente, per via della cappa di angoscia che sprigionano le pagine iniziali, non riesco a definire una classifica dei suoi libri perche' e' come se ognuno di essi trasmetta un tassello del puzzle di vita che l'autrice va costruendo.

  • User Icon

    laura

    02/10/2005 12.42.07

    Non è tra i grandi della Yoshimoto, ma è riuscito ad attirare la mia attenzione forse per certi aspetti a volte assurdi!

  • User Icon

    Stefania

    06/09/2005 17.24.38

    Ho comprato questo libro perche' Banana mi ha sempre incuriosito. Non e' il suo primo libro che leggo ma di certo sara' l'ultimo.... L'argomento della morte ricorre inesorabilmente. Capisco che possa essere una caratteristica dell'autrice ma esasperarla fino a questo punto mi sembra un tantino esagerato. Un elemento e', nonostante tutto, encomiabile di questo libro l'amore sincero e privo di malizia dei due protagonisti.

  • User Icon

    daniele

    14/07/2005 00.29.30

    è il primo libro di banana per me;ben scritto e ti trasmette davvero angoscia,forse troppa.Ha il grande difetto di trattare troppi argomenti senza approfondire nulla.storia povera di suspance.

  • User Icon

    Fabio

    21/06/2005 17.24.39

    Brutto. E del tutto inutile. Come tutta la produzione della Yoshimoto, che non si distacca da una scrittura e contenuti infantil-adolescenziali, da racconti perenemente basati sul sottile filo della bisessualità. Letto Kitchen, letti tutti.

  • User Icon

    lia

    13/05/2005 16.06.49

    "un'altra faccia dell'amore":questo e cio' ke mi ha regalto il libro della yoshimoto,la scoperta di un amore talmente intimo ,puro,totale,simmbiotico,al punto di non sembrare vero!La parvenza di abitudine e superficialita' di cui il rapporto tra i protagonisti sembra essere connotato nasconde invece l'essenza di un sentimento tenero e profondo capace di andare oltre la morte e la disperazione.Brava banana

  • User Icon

    Jimmy

    28/08/2004 21.11.01

    Trovo che Banana sia la protagonista di ogni suo libro, quando scrive racconta di se stessa ma in maniera indiretta,credo che gli stati d'animo dei personaggi rispecchia la sua personalità,cerca di capire se stessa perchè così facendo cerca di trasmettere al lettore le paure come la "Morte" e l'"Amore" che rappresenta tutto ciò che desideriamo dagli altri ,infatti molti di noi la cercano ossessionatamente....

  • User Icon

    ELEONORA

    19/02/2004 17.40.07

    UNA TRA LE STORIE D'AMORE PIU' ORIGINALI DEGLI ULTIMI TEMPI, DOVE NULLA DI APPASSIONANTE OD ENTUSIASMANTE ACCADE, MA CHE SA COGLIERE LA VERA ESSENZA DEL AMORE. PER CHI COME ME ADORA IL SUO CANE, UNA LACRIMA E' ASSICURATA.

  • User Icon

    Luci71

    19/01/2004 14.28.42

    Libro breve e scorrevole; aspetti sempre che succeda qualcosa di bello ma .. quasi niente!! sconsigliato ai depressi e/o coppie con vita monotona, consigliato a chi legge molto e vuol mettere il libro nella categoria "letti"

  • User Icon

    Burcin

    16/12/2003 21.01.07

    è trooooooppo angosciante,ma il suo pregio sta nel trasferire lo sconforto direttamente al lettore,in fondo mi è piaciuto..ma basta parlare di morte Banana!!

  • User Icon

    Isack

    19/04/2002 09.08.48

    sono stato molte volte in Giappone , ed ogni volta la nostalgia è grande. questo libro è l' ultima grande finestra sul mondo Nipponico di Banana . La descrizione dei particolari e dell' atmosfera rende vivo il romanzo. chi è stato in Giappone sa di cosa parlo, un esperienza irripetibile per chi non puo per il momento andarci di persona.

  • User Icon

    alex

    17/03/2002 01.15.38

    honeymoon è un libro che mi ha colpito molto sopratutto nell immaginazione mentale molto spontaneo e rispecchia benissimo l autore di questo libro:una scrittrice molto semplice e dolce che ama valorizzare le cose della vita insomma..............è un bell libro

  • User Icon

    fiore

    08/03/2002 16.30.40

    come sempre Banana mi permette di viaggiare nella terra nipponica "a poco prezzo" è bellissimo forse anche perchè coincideva con la morte del mio compagno d'avventure il dolcissimo Kikko il mio piccolo "quadrupede" ciao ps.nessuno regala viagggi tutto compreso in giappone? : ))))))))))))))

Vedi tutte le 26 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione