Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

The Hungry Tide - Amitav Ghosh - cover

The Hungry Tide

Amitav Ghosh

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Anno: 2005
Rilegatura: Paperback / softback
Pagine: 416 p.
Testo in English
Dimensioni: 198 x 129 mm
Peso: 300 gr.
  • EAN: 9780007141784
Salvato in 2 liste dei desideri
A profound and absorbing saga from the Internationally Bestsellingand Man Booker Prizeshortlisted author 'Amitav Ghosh is such a fascinatingand seductivewriter... I cannot think of another contemporary writer with whom it would be this thrillingto go so far, so fast' The Times January 2001: A small ship, led by wealthy Scotsman Daniel Hamilton, arrives in the Sundarbans, a vast archipelago of islands in the mythical river Ganges, a half-drowned land where the waters of the Himalayas merge with the incoming tides of the sea. In the Sundarbans the tides reach more than 100 miles inland, and every day thousands of hectares of forest disappear only to re-emerge hours later. Dense as the mangrove forests are, from Hamilton's point of view, it is only a little less barren than a desert. The eccentric Scotsman and the scientists on board the ship disembark to study this little-known environment, and to trace the journeys of the descendants of this society. Their goal? To create a utopian society, of all races and religions, and conquer the might of the Sundarbans.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Rigus68

    30/03/2021 15:34:37

    La narrazione si svolge nel labirinto di isolotti (le Sundarbans) disseminati nella baia del Bengala. Quivi giunge Piyali Roy, biologa marina, sulle tracce di una specie di delfini quasi scomparsa, l’Orcaella brevirostris (Gangetic dolphin). Le sue (dis)avvventure s’intrecciano con le vite di Kanai, un business man di New Delhi di passaggio nella regione a casa della zia, e di Fokir, un povero barcaiolo che sarà al servizio di Roy nella caccia al delfino fantasma. Il romanzo narra gli eventi in queste isole, semi-sommerse ogni sei ore in occasione delle alte maree e la grama vita degli abitanti, in abitazioni fatiscenti, con scarso accesso ad acqua potabile e a cibo, tra pericoli di assalti da parte di tigri e coccodrilli. Il filo del racconto si snoda su brevi capitoli (5-7 pp) dedicati, in modo alterno, a Roy o a Kanai. A metà del romanzo è collocata una serie di capitoli dedicati alla lettura di un diario segreto dello zio di Kanai, un comunista idealista quivi trasferitosi con la moglie, con la missione di migliorare la vita dei nativi (sarà un fallimento). Il racconto procede a ritmo lento, forse fin troppo, quasi a seguire il lento muoversi delle maree. Questo flemmatico passo nel procedere si adatta meglio alla mentalità del lettore orientale ma per noi occidentali diventa spesso penoso e di scarso interesse. Per quanto l’ambiente dell’arcipelago sia descritto in modo sontuoso, i personaggi restano chiusi nel loro mondo privato e comunicano ben poco tra loro. La biologa sembra quasi egoista, troppo introspettiva e dedicata in modo smisurato alla sua ricerca, con scarsa preoccupazione dell’ambiente e delle persone che la circondano. Per ben 400 pagine prosegue la narrazione, con scarsi avvenimenti, fino al cataclisma delle 20 pagine finali. Un’attesa troppo lunga, per il lettore, per assistere a questo emozionante culmine. Tanto valeva leggersi Typhoon di J. Conrad, novella breve e fulminante su un vascello e la sua ciurma in un’immane tempesta in mare aperto.

  • Amitav Ghosh Cover

    Scrittore, giornalista e antropologo indiano. Ha studiato a Oxford e vive tra la sua città natale e New York. Considerato «uno dei più grandi scrittori indiani» (la Repubblica), è autore di numerosi libri di cui si citano: Il cerchio della ragione (Garzanti, 1986), Le linee d’ombra (Einaudi, 1990), I fantasmi della signora Gandhi (Einaudi, 1996). Per Neri Pozza ha pubblicato: Il paese delle maree (2005, 2015), Circostanze incendiarie (2006), Il palazzo degli specchi (2007), Il cromosoma Calcutta (2008), Mare di papaveri (2008, 2015), Il cromosoma Calcutta (2008), Lo schiavo del manoscritto (2009), Il fiume dell'oppio (2011), Diluvio di fuoco (2015), La grande cecità (2017), L'isola dei fucili (2019). Approfondisci
Note legali