Categorie

T. Coraghessan Boyle

Traduttore: M. Strazzeri
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2008
Pagine: 390 p. , Rilegato
  • EAN: 9788806182076
La protagonista di questo romanzo è Alex, una giovane insegnante sordomuta vittima di un "furto di identità": un uomo si è impossessato di tutti i suoi dati, ha clonato le sue carte di credito e, usando il suo nome, ha commesso svariati crimini in giro per gli Stati Uniti. La storia inizia proprio con l'arresto della vera Alex e il suo improvviso e inspiegabile incarceramento durante una tranquilla mattina della sua vita borghese. L'evento la rende interdetta, vulnerabile, incapace di difendersi (il titolo originale è Talk Talk, ovvio riferimento al fatto che Alex non sia in grado di parlare, ma anche al fatto che non sappia cosa dire in sua difesa). In seguito, Alex scopre l'identità dell'uomo che si è "impossessato della sua vita" e inizia il suo inseguimento, una corsa serrata e adrenalinica attraverso il continente per vendicare una vita ormai compromessa. Il romanzo dunque alterna, a ogni capitolo, il punto di vista dei due Alex, la donna perbene e tranquilla, vittima ingiustamente, e l'uomo criminale e spietato, carnefice volontariamente. Durante la vicenda, i due personaggi si scoprono più simili di quanto ci si aspettasse: nel carattere di lei emergono elementi di aggressività e violenza e, viceversa, nel carattere di lui affiorano elementi di inaspettata dolcezza e sensibilissima disperazione, riproducendo e ribaltando semplicisticamente l'opposizione di gender e suggerendo la compresenza di "forza maschile" e "sensibilità femminile" in entrambi. E proprio all'apice della loro somiglianza (che sembra voler ammiccare al topos letterario del doppio) lo scrittore fa approdare la trama a un finale forse frettoloso e abbastanza prevedibile, che non concede ai personaggi l'ampio respiro di una psicologia davvero sfaccettata. Il talento di Boyle è il talento di molti narratori contemporanei, capaci di inventare una storia e di farla scorrere velocemente, mantenendo un ritmo incalzante che non prevede pause di riflessione. È infatti l'intreccio a prendere il sopravvento, non tanto il tema dell'identità "riproducibile", né una particolare ricerca stilistica. Un libro dallo stile semplice e asciutto che, tuttavia, si legge gradevolmente e che, senza dubbio, è facilmente trasformabile in un film di successo. Federico Sabatini    

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianni

    26/10/2009 14.28.08

    Questo libro mi ha deluso non poco. Avevo sentito parlare molto bene di questo autore e questo è stato il primo libro che abbia letto di questo autore. La storia parte bene: un “genio” dell’informatica sembra aver rubato l’identità della protagonista che viene suo malgrado incarcerata in quanto scambiata per il suo alter ego che è un criminale. La storia si trascina poi con tutta una serie di eventi altamente improbabili che portano ad un finale deludente. Anche tutta questa supposta conoscenza dell’autore dei meccanismi con sui sia possibile, begli USA, “rubare” l’identità ad un’altra persona io non l’ho ritrovata nel romanzo. Il supposto meccanismo è descritto molto sommariamente e mi sembra anche piuttosto banale. Se davvero è possibile fare così negli Stati Uniti lo vedo più come una pecca del loro sistema di sicurezza che una grande abilità del criminale. Il libro è comunque scritto bene e si legge molto agevolmente, ma mi sembra che abbia ben poco da dire.

  • User Icon

    EUGENIO

    07/07/2008 17.09.32

    Bel libro, interessante, buon ritmo narrativo. Originale l'idea di presentare la simpatica protagonista con l'handicap della sordità. Unico difetto: il finale deludente.

  • User Icon

    Chris

    29/05/2008 18.20.32

    Tema attuale, inizio interessante...ma il resto non so proprio come salvarlo... Assurdo, illogico, privo di ogni senso, questi sono i commenti piu' adeguati che mi vengono in mente. Le prime pagine lascerebbero presagire un romanzo di assoluto interesse, con il tocco di originalita' dato alla storia dall'handicap della protagonista, ma lo sviluppo dell'intreccio e' raffazzonato, e il comportamento dei personaggi, a tratti, fuori da ogni logica. Uno dei protagonisti principali viene prima caratterizzato come un abile truffatore capace di trasformarsi in un fantasma sfruttando le sue conoscenze tecnologiche e commettendo truffe di ogni genere senza mai farsi rintracciare...salvo poi commettere degli errori talmente grossolani e banali che nessun criminale, nemmeno alle prime armi, si sognerebbe mai di commettere. A dire il vero tutti i personaggi soffrono di una scarsa coerenza, anche se non a livello di quello descritto, ed i passaggi chiave dell'intreccio appaiono forzati. Il finale, come tocco ultimo, e' degno dello sviluppo, vorrebbe forse essere ad effetto o lasciar passare una sorta di morale, ma, almeno a mio parere, non riesce ad essere incisivo, forse perche' mal sorretto da una storia ricca di assurdita'.

  • User Icon

    simple life

    19/04/2008 17.21.03

    Un romanzo molto appassionante, originale, significativo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione