The Impossible (DVD + Blu-ray)

Lo imposible

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Lo imposible
Regia: J. A. Bayona
Paese: Spagna; Stati Uniti
Anno: 2012
Supporto: DVD + Blu-ray
Numero dischi: 2

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD + Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 12,50 €)

Record di incassi nel mondo, il film alterna momenti di grande realismo scenografico a impressionanti effetti speciali che riproducono lo Tsunami a scene altamente commoventi. Questa è la storia della famiglia Àlvarez: María , Henry e i loro tre figli coinvolti in una delle più tremende catastrofi naturali di tutti i tempi. Ma non ci sarà solo terrore nelle loro vite: ben presto scopriranno il coraggio, la compassione e la vicinanza in un viaggio al centro del cuore di ogni uomo.
  • Produzione: Eagle Pictures, 2019
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 114 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS HD 5.1);Inglese (DTS HD 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • AreaB
  • Naomi Watts Cover

    "Propr. N. Ellen W. Attrice australiana di origini inglesi. Debutta al cinema poco più che diciottenne ma il suo primo ruolo in un film hollywoodiano è in Matinée (1993) di Joe Dante. Dopo alcuni ruoli secondari, raggiunge il successo con il personaggio dell'ambiziosa attrice bionda nella confusione identitaria di Mulholland Drive (2001) di D. Lynch. Grazie a questa interpretazione, viene contattata da G. Verbinski per il remake americano del thriller The Ring (2002), cui seguono la commedia romantica Le divorce (2003) di J. Ivory e il ruolo della madre disperata in 21 grammi (2003) di A.G. Iñarrítu. È quindi la moglie separata dell'uomo che vorrebbe uccidere Nixon in The Assassination (2004) di N. Mueller e appare in I giochi dei grandi (2004) di J. Curran e nel secondo capitolo The Ring... Approfondisci
  • Tom Holland Cover

    Regista statunitense. Entrato nel cinema come sceneggiatore (suo lo script di Psycho II, 1983, di R. Franklin), si impone all'attenzione di pubblico e critica esordendo con L'ammazzavampiri (1985), miscela di horror e di teen-movie, ricco di effetti speciali, dove la paura si stempera nella risata. Azzeccata attualizzazione dell'icona del vampiro seduttore, il film conferma il talento del regista nel rielaborare in maniera originale temi e codici ormai logori del cinema orrorifico. Dopo uno scivolone con il poliziesco Fatal Beauty (1987), un concentrato di violenza per un'imbarazzata W. Goldberg, il resto della sua carriera si svolge nelle maglie del genere, non riuscendo più a produrre esiti altrettanto soddisfacenti, con la parziale eccezione di La bambola assassina (1988), prototipo di... Approfondisci
Note legali