-15%
In fondo alla notte - Hugues Pagan - copertina

In fondo alla notte

Hugues Pagan

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Maria Valeria Caredda
Editore: Meridiano Zero
Collana: Meridianonero
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 30 giugno 2008
Pagine: 190 p., Brossura
  • EAN: 9788882371685
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 7,57

€ 8,90
(-15%)

Venduto e spedito da Emozioni Media Store

Solo una copia disponibile

+ 5,75 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 8,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La provincia francese: plumbea, coperta di lividi, avvelenata. Un pugno di personaggi con le ombre addosso che vivono come insetti nella notte. Jacques Cavallier è un ex sbirro con un passato da dimenticare e una scia di sangue che imbratta ancora le orme dei suoi passi nella nuova vita di giornalista. Anita è l'amore, una donna bella e piena di fuoco che sembra regalargli una seconda possibilità. Ma qualcosa di marcio riaffiora dall'acqua sporca di ieri. Jacques comincia a ricevere periodici versamenti di denaro da sconosciuti, si accorge di essere pedinato e diventa bersaglio di un killer sull'autostrada. Il suo vecchio compagno Chess è probabilmente invischiato in un enorme affare di droga e ha fatto perdere le sue tracce. Jacques diventa così l'involontario obiettivo delle indagini della polizia, che cerca di fargli sputare quello che non sa, e la sua inconsapevolezza diventa un po' alla volta una cravatta che rischia di impiccarlo. Una storia che moltiplica le prospettive e si nutre di mille dettagli notturni e crudeli, fino a precipitare i protagonisti in una vertigine di violenza e tradimento che promette di travolgere come un'onda scura e affamata i contorni, labili e incerti, del bene e del male.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    tapparella 71

    27/07/2013 21:03:01

    Lettura che non mi ha mai appassionato più di tanto, storia un pochino scontata, di tutti i libri di pagan che ho letto, questo è quello che mi è piaciuto di meno.

Protagonista di questo noir di Hugues Pagan, ambientato tra Parigi e un'imprecisata località della provincia francese, è Jacques Cavallier, ex poliziotto con alle spalle un'infanzia difficile (segnata dalla precoce scoperta della violenza ad Algeri) e un passato da dimenticare, convertito al giornalismo in seguito a un processo per omicidio colposo, conclusosi con una discutibile sentenza di proscioglimento. Apparentemente "pulito" e fuori da qualsiasi giro (malavitoso o poliziesco), Cavallier finisce a quarant'anni sotto inchiesta per una trappola ordita alle sue spalle da un'oscura e potentissima organizzazione criminale dedita al traffico di droga in cui pare essere coinvolto il suo ex amico e collega Chess. Sorvegliato dalla polizia e dai gangster, l'uomo cerca quindi di risalire agli artefici del complotto per provare la propria innocenza e contribuire a far affiorare la verità. Romanzo cinico, che evita il facile trionfo delle forze del bene sul male, In fondo alla notte non priva tuttavia il lettore di una sfilza di confortanti luoghi comuni: l'ex poliziotto colto, amante della letteratura e dei gialli e profondamente disilluso nei confronti della giustizia, la giovane e avvenente sgualdrina che cambia vita per amore, l'ispettore solitario e di sanissimi principi che persegue il proprio dovere malgrado il marciume che lo circonda. A Hugues Pagan bisogna senz'altro riconoscere una certa abilità nel caratterizzare i personaggi e dipingere gli ambienti. Ma al grande senso visivo fa da contraltare un'inutile semplificazione dei sentimenti e qualche incertezza nella descrizione dei personaggi negativi, presenze fantasmatiche di cui si avverte l'eccessiva assenza.
Luigia Pattano
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali