In France. The Complete Concert

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Thelonious Monk
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 2
Etichetta: Panam Records
Data di pubblicazione: 8 luglio 2016
  • EAN: 8436539313700
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 27,50

Punti Premium: 28

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 27,50 €)

Mentre il pubblico europeo non era ancora pronto per la musica di Monk nel 1954, quando vi tornò nel 1961, per il suo primo tour europeo con il suo gruppo, le cose erano cambiate. In quel momento il pianista era una vera star e il suo album era stato suonato in tutto il mondo. Il tour europeo è stato un evento di riferimento nella carriera di Monk come in quella di George Wein. “Monk ha iniziato il tour il 14 aprile 1961, suonando con il suo quartetto (Charlie Rouse al sax tenore, John Ore al basso, e Frankie Dunlop alla batteria) al Jazz Festival di Essen, in Germania. Nonostante un repertorio limitato di circa quindici o venti canzoni, la scaletta nelle esibizioni di Monk non era mai programmata. Fatta eccezione per l’apertura e la chiusura, la band non sapeva cosa suonare finchè Monk non dava l’attacco. La notte successiva hanno suonato a Hilversum, una città di provincia a sud-est di Amsterdam, e poi a Parigi per il concerto tanto atteso”. Quella notte, Monk si esibì al Teatro Olympia, questo doppio LP contiene la registrazione completa di quella magica serata.
Disco 1
1
Epistrophy
2
I Mean You
3
Jackie-Ing
4
Just A Gigolo
5
Off Minor
Disco 2
1
Hackensack
2
April In Paris
3
Rhythm-A-Ning
4
Crepuscule With Nellie
5
Body And Soul
6
I’m Getting Sentimental Over You
7
Well You Needn’t
  • Thelonious Monk Cover

    Pianista e compositore statunitense di jazz. Nel 1941 partecipò alle «jam sessions» sperimentali dei musicisti di bop al Minton's e al Monroe's di New York; incise nel '44 con Coleman Hawkins e in proprio nell'immediato dopoguerra. A lungo ignorato dalla critica, ottenne il successo alla fine degli anni '50, soprattutto nella formazione del quartetto (per lo più con il sassofonista Charlie Rouse, in forza dal 1959 al '72). Informale tanto nel comportamento (apparentemente chiuso al mondo esterno) quanto nella musica, è stato uno dei protagonisti in assoluto del jazz moderno, più per l'influenza generale esercitata sulle nozioni essenziali della musica (in particolare dagli anni '70, quando M. si era ritirato dall'attività in pubblico) che per il singolare stile pianistico.?Come interprete... Approfondisci
Note legali