Categorie

Gianni Davico

Editore: Edizioni SEB27
Collana: Laissez-passer
Anno edizione: 2005
Pagine: 136 p. , Brossura
  • EAN: 9788886618458
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

In seguito alla globalizzazione, amata oppure odiata a seconda dei punti di vista, è aumentata in maniera esponenziale per le aziende l'importanza della comunicazione in lingue differenti dalla propria nel condurre transazioni economiche con altri paesi. L'industria della traduzione è quindi un segmento in continua espansione, perché la comunicazione tra popoli diversi è uno strumento necessario a superare le barriere linguistiche e culturali che li dividono.
Il presente volume colma una lacuna nel panorama bibliografico di settore, fornendo finalmente un resoconto attento e aggiornato su ogni aspetto di questa tipologia di impresa. è un'opera pratica e diretta che smaschera i falsi miti del mondo della traduzione, restituendone un'immagine reale, lucida e pragmatica, frutto dell'esperienza professionale dell'autore.
Uno strumento di lettura utile per chi vuole approfondire la conoscenza di questo settore, un testo che si rivolge alle agenzie e agli studi di traduzioni, ai traduttori professionisti o alle prime armi per cercare di dare dignità a un campo troppo spesso misconosciuto e bistrattato.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Valeria Francesconi

    19/12/2005 15.47.28

    Libro molto interessante che non posso che consigliare a chi lavora o vuole entrare in questo mondo. Offre una panoramica sul funzionamento delle agenzie di traduzione, le varie tipologie esistenti e le loro strategie di mercato, utile quindi di riflesso per l’orientamento del libero professionista. L’autore del libro ha intervistato i titolari di tre delle più importanti agenzie italiane che ben illustrano l’evoluzione di questo settore, i cambiamenti repentini che si sono verificati e la necessità di non rimanere mai indietro. Dall’analisi di Gianni Davico emerge anche la tendenza del mercato della traduzione a concentrarsi sempre di più su segmenti di fascia alta o molto bassa a discapito di quella media il cui spessore diminuisce sempre più. Viene sottolineata l’importanza della specializzazione e si accenna a probabili sviluppi futuri di questo di settore. Gli spunti di riflessione che offre il libro sono davvero molti, io l’ho trovato illuminante. È presente inoltre un’ampia bibliografia commentata che permette di scegliere le letture con maggiore consapevolezza. Buona lettura

Scrivi una recensione