L' infanzia dei dittatori

Véronique Chalmet

Traduttore: M. Lapenna
Collana: I saggi
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 25 gennaio 2018
Pagine: 171 p., Brossura
  • EAN: 9788893880480
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Un libro fondamentale per comprendere le ragioni profonde del Male.

Dieci uomini che hanno contribuito a disegnare il mondo come lo conosciamo: Hitler, Stalin, Mao e tutti gli altri hanno dimostrato, nel modo peggiore possibile, che un uomo solo basta a cambiare il corso della storia mondiale, a deportare o decimare intere popolazioni fino a sconvolgere completamente la fisionomia di una nazione. Com’è possibile che esistano uomini del genere? L’infanzia non sempre è il regno dell’innocenza.

Il Novecento è stato non solo il «secolo breve» ma anche quello con la maggior concentrazione di dittature e quindi di dittatori. Ma personaggi come Hitler, Mussolini o Franco, Saddam Hussein o il sanguinario Bokassa, come hanno potuto diventare quello che poi sono diventati? Nella loro infanzia e prima adolescenza cosa ha scatenato la crudeltà che sarebbe esplosa nell’età adulta? Nel racconto Infanzia di un capo Jean-Paul Sarte si interrogò sul cosa porti un bambino a diventare un adulto fascista e picchiatore. Perché deve esserci un momento di svolta, un evento emblematico che ti convince che non sarà la fiducia cooperante negli altri a guidare la tua esistenza, da allora votata al Male. Quel che ne vien fuori è un ritratto assolutamente inedito dei dittatori che hanno insanguinato la storia del Novecento, colti quando ancora non potevano far male e quando ancora sarebbe stato possibile intervenire, educandoli diversamente.

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 17,00 €)