Categorie

Lars Kepler

Traduttore: A. Bassini
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2010
Pagine: 585 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830427587

Da quando, negli anni Sessanta, la coppia di giallisti svedesi Maj Sjöwall e Per Wahlöö hanno inaugurato una serie di polizieschi ambientati in Scandinavia, pare che nelle lande ghiacciate del Nord Europa ci siano stati più omicidi immaginari che omicidi reali. Contribuisce ad allungare la lista Lars Kepler (pseudonimo dietro al quale si nasconde un'altra coppia di scrittori svedesi) con un romanzo che si preannuncia come un vero e proprio evento editoriale. Il motivo non è semplicemente legato alla suggestiva ambientazione nordica, alle atmosfere ovattate e alla perfezione formale di una società apparentemente impeccabile, ma ha anche a che fare con l'estremo senso di coinvolgimento e di pathos di cui l'autore è capace.
Il racconto si apre con l'immagine del giovane Josef immerso in una pozza di sangue rosso come il fuoco. Immobile su un letto di ospedale, con il corpo ferito da numerosi tagli e un grosso ematoma polmonare, il ragazzo, aiutato dalla voce flautata di un ipnotista, sta ricordando il momento dell'aggressione, ma ancora non sa che la sua famiglia è stata brutalmente assassinata. Suo padre è stato trovato cadavere negli spogliatoi del campo sportivo, un braccio reciso dal corpo adagiato nel box della doccia. Sua madre e la sua sorellina minore di quattro anni erano invece ancora in casa quando la furia assassina del killer le ha colpite a morte infierendo sui loro corpi. Solo il quindicenne Josef riuscirà a salvarsi per miracolo, e solo lui sarà in grado di fornire qualche elemento decisivo agli investigatori per fermare colui che potrebbe colpire ancora. Evelyn, l'altra sorella maggiore, è sparita e Daniella Richards, la neurochirurga che ha in cura il giovane Josef, pensa che solo Erik Maria Bark, l'ipnotista, possa aiutare il ragazzo sotto shock a ricordare il volto dell'assassino.
Dopo la laurea in medicina e la specializzazione in psichiatria, Erik ha lavorato per qualche anno per Medici senza frontiere e la Croce Rossa, entrando in contatto con i territori di guerra. Al suo ritorno a Stoccolma ha approfondito la sua ricerca sui traumi infantili e sul metodo dell'ipnosi, una pratica che negli anni gli ha dato moltissimi risultati terapeutici, ma anche una terribile esperienza personale, a causa della quale, dieci anni prima, aveva deciso di abiurare. Adesso che la sua vita si trascina debolmente tra le crisi di suo figlio adolescente emofilico, una giovane moglie insoddisfatta e una quantità imprecisata di psicofarmaci, deve decidere se sia il caso di ricominciare a perlustrare l'inconscio di pazienti traumatizzati come il giovane Josef.
Il detective Joona Linna ne è convinto, l'ipnosi è necessaria. Così come, del resto, è convinto e ottimista riguardo a tutto quello che lo circonda. Commissario della polizia criminale da nove anni, non ha ambizioni di potere, ma solo una forte ostinazione un po' ingenua. Maldestro, arrogante, insistente e cocciuto, Joona sa che con l'aiuto di Erik, l'ipnotista, si metterà sulle tracce del serial killer, ma non sa che quello che può contenere l'inconscio di un quindicenne può essere un pianeta molto pericoloso da esplorare.
Quindici giorni di indagine serrata, inchieste della polizia e piste private, amori, fallimenti, ricerche febbrili, raccontate attraverso il punto di vista di moltissimi personaggi. Un thriller che ci lascia senza fiato, come i migliori romanzi anglosassoni, e che stilla ad ogni pagina un'altra goccia di paura.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    betty

    22/05/2016 18.41.20

    brutto....non c'è una trama ben definita, i personaggi si mescolano senza connessione...ho faticato molto a finirlo ma era diventata una sfida dal momento che mi ero fatta condizionare da i tanti giudizi positivi. Non consigliato assolutamente

  • User Icon

    Bookworm

    08/03/2016 10.06.50

    La scelta della tecnica narrativa è azzeccata: una scena viene presentata dal punto di vista di un personaggio, la storia presegue, poi si torna indietro rivedendo il tutto con gli occhi e la mente di un'altra persona. In questo modo si notano le discordanze tra le narrazioni, oppure i buchi derivanti dalla conoscenza parziale della vicenda di uno dei protagonisti, o ancora le diverse interpretazioni di ognuno riguardo un determinato fatto. Trama assolutamente ben congegnata. 600 pagine di puro thriller. Da comprare e conservare nella propria libreria.

  • User Icon

    Oli

    05/01/2016 22.47.53

    Non capisco tutti questi votacci. A mio avviso è un libro bellissimo!

  • User Icon

    Donovan

    10/11/2015 13.03.32

    Merita le 3 stelle per l'altissimo livello di scrittura, non è un romanzo scritto con facilità, si nota che ogni pagina è stata studiata meticolosamente, tuttavia non è un capolavoro, ha dei difetti e anche qualche esagerazione, ad esempio il sesso molto spesso è fuoriluogo, il finale non è al livello delle aspettative che aveva creato, la storia non è originale, ma il libro non è mai banale e mai noioso, la caratterizzazione dei personaggi è notevole. Erik Maria Bark è un uomo debole, consumato, tormentato, è una persona molto piu comune di quanto si possa pensare e questo mi è piaciuto tantissimo, c'è molta umanità e molto realismo. Interessante la differenza nella psicologia di Erik nel presente e in quella del passato, lo si nota chiaramente anche dai rapporti che ha con la famiglia, se nel presente è un uomo marcio e senza stimoli, nel passato era un individuo molto ambizioso, motivato e sereno ma qualcosa durante il tragitto lo ha cambiato radicalmente. Lars Kepler ti fa cogliere tutti questi dettagli ed è sicuramente un pregio. Ne consiglio assolutamente la lettura.

  • User Icon

    Luca

    21/09/2015 10.20.08

    Peccato che non si possa dare zero come voto. Romanzo pieno di inutili lungaggini, noioso, banale. C'è più suspense nel leggere il catalogo dell'ikea... Da evitare come la peste!

  • User Icon

    Giuly

    14/06/2015 00.12.05

    Mi rendo conto di essere in minoranza, ma io l'ho trovato semplicemente strepitoso! Mi è stato consigliato, ho cominciato a leggerlo con un certo scetticismo e invece più andavo avanti più faticavo a staccarmene....Questo libro mi ha letteralmente stregata! Ho già "l'esecutore" che mi aspetta....

  • User Icon

    marco

    22/05/2015 15.56.55

    darei 0,5..... libro piatto che non regala emozioni, solo sbadigli. DA EVITARE

  • User Icon

    nanni

    10/05/2015 12.48.56

    Il libro è appassionante, la storia dell'ipnotista è intrigante. Anche le vicende familiari mi sembrano abbastanza ben costruite. Buona la figura dell'investigatore Joona. Forse avrei potuto dare anche un voto migliore; ma alcune incongruenze e forzature non mi sono piaciute e mi hanno reso per alcune pagine, detestabile il libro.

  • User Icon

    arco

    19/10/2014 12.23.43

    Senza pathos. E sarebbe anche un thriller... Come fare una pasta al ragù... senza mettere nel sugo la carne. Ancora più grave perché ambientazione e argomento consentirebbero di costruire un autentico gioiello!

  • User Icon

    Lexi

    01/05/2014 15.02.59

    La parte iniziale e la storia di Josef non mi sono piaciute particolarmente, ma nel complesso il libro mi è molto piaciuto si ha sempre voglia di andare avanti con la lettura e di sapere cosa succederà!!!

  • User Icon

    Romy13

    28/04/2014 04.37.12

    Gratuitamente efferato e per il resto abbastanza inconsistente e noioso. In sintesi, pessimo, ma proprio senza appello.

  • User Icon

    bobo83

    20/03/2014 12.38.43

    Avrei dato sicuramente un voto in più se nel finale ci fosse stato un colpo di scena degno di questo nome. Per il resto è un buon libro, con un'interessante doppia indagine e con un passato misterioso del dott. Bark (l'ipnotista) da scoprire. Non vedevo l'ora, pagina dopo pagina, di sapere cosa di così sconvolgente avesse stravolto la sua vita anni prima. Forse la lettura si rende un pò pesante con alcune descrizioni e parti che magari si sarebbe potuto fare a meno di inserire. Per il resto a mio avviso vale la pena leggerlo.

  • User Icon

    Davide

    10/02/2014 14.24.06

    Come al solito le opere dei Lars Kepler mi lasciano abbastanza insoddisfatto. Libro scritto bene, nonostante l'uso del tempo presente, ma ho trovato molto più interessante la storia di Josef Ek, che via via però, assume una parte marginale. Invece, è abbastanza noiosa, quasi fuorviante, tutta la parte relativa alla vita passata di Erik, dal suo studio sull'ipnosi, fino al collegamento coi vari personaggi. Il finale non mi è piaciuto per niente, abbastanza lineare senza grandi colpi di scena. Non consigliato.

  • User Icon

    Alice

    07/02/2014 11.52.03

    non capisco il perchè di voti così bassi. è un bel libro, non ci si stanca mai di leggerlo!

  • User Icon

    Luca Guarnaccia

    28/01/2014 15.43.59

    Bella la storia, il libro inizia molto bene e finisce in modo un po banale, pero lo consiglio vivamente per una lettura estiva sotto l'ombrellone, piacevole

  • User Icon

    Federica74

    11/01/2014 16.01.03

    Pessimo libro. Banale, noioso e piatto.

  • User Icon

    rougiu

    25/07/2013 10.20.33

    L'unica nota negativa che mi viene in mente è l'uso "spregiudicato" del tempo presente, per il resto molti colpi di scena e tante storie che si incrociano. Devo dire che non sono appassionato della letteratura nordica essendomi imbattuto solo in Millenium, però questo libro mi fa venire voglia di leggere qualcos'altro del "duo" Lars Kepler.

  • User Icon

    Iole88

    29/05/2013 23.03.12

    Non sono amante dei generi gialli, e questo è il primo libro che leggo del genere.. Spinta ad acquistarlo per l'ottimo prezzo che ho trovato e per la trama che mi intrigava. Libro che si lascia leggere velocemente, certamente non è un capolavoro, la trama è fitta e abbastanza coinvolgente. L'idea dell'ipnosi e delle sedute di gruppo mi è piaciuta molto.. Libro che consiglio di leggere, ma non aspettatevi chissà che cosa.. Credo che punteggio 3 sia ben meritato. Per me è sufficiente!

  • User Icon

    noras90

    21/05/2013 15.35.36

    Il booktrailer a mio parere più bello degli ultimi anni. Il libro non sono riuscita a finirlo. Non che fosse scritto male o altro, ma quando cominci un libro e ti ritrovi regolarmente a dimenticarlo sul comodino... alla quinta volta abbandoni.

  • User Icon

    Marbus

    12/03/2013 17.06.56

    ben strutturato, non concordo con le opinioni, a mio parere la trama è impostata ottimamente sia dal punto di vista temporale che degli eventi, non male l'idea della doppia pista, certo finale nella norma ma insomma.. come la vogliamo far morire una serial killer?

Vedi tutte le 185 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione