Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Isis - CD Audio di Jean-Baptiste Lully,Christophe Rousset,Les Talens Lyriques

Isis

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Jean-Baptiste Lully
Direttore: Christophe Rousset
Orchestra: Les Talens Lyriques
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Data di pubblicazione: 15 novembre 2019
  • EAN: 5051083149327
Salvato in 1 lista dei desideri
Edizione in doppio CD
Soprannominata l’opera dei musicisti, Isis si ispira alla mitologia romana e all’antico Egitto: Giove tenta di sedurre la ninfa Io causando un grande dispiacere alla sua sposa Giunone che, gelosa, la trascinerà all’inferno. La trama fece scalpore a corte poiché la Marchesa de Montespan (la favorita di Luigi XIV) credette di riconoscere nella storia, un riferimento alla sua condizione poiché in quel periodo il Re si intratteneva con la Signorina de Ludres. La Montespan punì questo presunto affronto condannando all’esilio il librettista Quinault.
La grande intensità della trama, con le sue metamorfosi e i suoi sviluppi (Io si trasforma nella dea Isis) offre a Lully numerose occasioni per mostrare le sue capacità orchestrali. La partitura trabocca di meraviglie evocative come il coro di abitanti dei ghiacci che figurano i brividi – Purcell si ispirerà poi per l’Aria del Gelo del Re Arthur – o i lamenti della ninfa Syrinx trasformata in canne, rappresentati dai flauti. Queste grandi suggestioni rivivono nell’interpretazione di Christophe Rousset alla guida dei suoi Talens Lyriques, del Coro da Camera di Namur e del brillante cast che vede protagonisti il timbro ricco di Ève-Maud Hubeaux e Bénédicte Tauran nei ruoli di Io e Giunone, e di Edwin Crossley-Mercer che interpreta Giove.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Jean Baptiste Lully Cover

    Compositore francese di origine italiana. Gli inizi della carriera alla corte di francia. A tredici anni fu condotto a Parigi dal duca di Guisa e venne assunto come cameriere personale di Mlle de Montpensier, alla corte della quale ebbe modo di apprendere l'arte del bouffon e di perfezionarsi nel violino. Nel 1652, come violinista e ballerino, entrò al servizio del giovane Luigi xiv. Le doti non comuni di mimo e musicista (queste ulteriormente sviluppate alla scuola degli organisti N. Gigault, F. Roberday e N. Nétru) e uno spirito spregiudicato e intrigante gli assicurarono il favore del re e una rapida carriera. Nominato nel 1653 compositore della musica strumentale di corte, collaborò da quell'anno con J. de Benserade agli intermezzi danzati che il costume del tempo prescriveva per ogni... Approfondisci
  • Christophe Rousset Cover

    Nato ad Avignone nel 1961, Christophe Rousset ha iniziato la sua carriera come clavicembalista, realizzando una serie di registrazioni di grande importanza, da quelle dei concerti di Bach di all''integrale della produzione cembalistica di Couperin. Approfondisci
Note legali
Chiudi