Categorie

Barry Unsworth

Editore: Passigli
Anno edizione: 2008
Pagine: 204 p.
  • EAN: 9788836811045

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    maurizio carucci negri

    04/07/2010 16.59.22

    Confesso che il libro l'ho comprato dopo aver visto il film. E' uno di quei rari casi in cui la trasposizione cinematografica, non è inferiore al libro. Sono ambedue di altissimo livello.La trama espone l'indecisione , la paura di un uomo che non sa mettersi in gioco di fronte ad un mondo che cambia, che non si accorge che l'autorità, i principi in cui credeva ( la grande porta di Istambul) stanno crollando)L'isola è la sua prigione. Un appunto un po malizioso; Walter Veltroni quando uscì il film faceva anche il critico cinematografico per Rebubblica, e lo stroncò. Ho capito che non sapeva valutare ne' film, nè le circostanze politiche contingenti.( Ahinoi)

  • User Icon

    Antonio

    13/03/2009 18.53.37

    Ho trovato per caso la recensione di questo bellissimo libro su "Repubblica" e l'ho acquistato per curiosità. Si tratta di un romanzo di altri tempi (infatti è stato scritto nel 1980, quindi ha già quasi trent'anni). Si incontra la figura affascinante e poetica di Basil Pascali, poliglotta informatore al servizio del Sultano dell'Impero Ottomano in pieno sfacelo (nel 1908). Il romanzo è scritto come un resoconto che il povero Pascali manda al suo Padrone. Le delicate riflessioni filosofiche, le straordinarie descrizioni del mare, della luce, di questa piccola isola greca, valgono da sole la lettura del libro. Vi è inoltre una storia ricca di tensione e di umanità. Merita il voto pieno. Mi riprometto di leggere gli altri romanzi di Barry Unsworth.

Scrivi una recensione