Traduttore: M. Papi, C. Ghibellini
Editore: Mondadori
Collana: Oscar scuola
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: XXXII-565 p., Brossura
  • EAN: 9788804645030
Disponibile anche in altri formati:

€ 4,32

€ 8,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

4 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca

    01/12/2011 13:55:38

    Una delle migliori ricostruzioni storiche??? a me risulta peccare di mancata veridicità dei fatti realmente accaduti, a partire dalla figura di Riccardo Cuor di Leone! nonostante questi ''piccoli'' particolari che si possono benissimo tralasciare al fine di dare un giudizio sull indice di gradimento del libro devo far notare anche che non c'è una chiara figura del protagonista...come da titolo dovrebbe essere il cavaliere Ivanhoe ma all'interno del romanzo gli viene dedicato poco spazio. Nonostante tutti questi fattori il racconto non è male

  • User Icon

    rox91

    27/01/2008 17:02:43

    a me è piaciuto abbastanza. di solito i romanzi storici sono un genere che riesco a leggere piuttosto scioltamente e così è stato anche per questo. però a volte un pò ripetitivo e troppo maniacale nelle descrizioni! (peggio di manzoni!!)

  • User Icon

    Alberto

    28/10/2007 17:11:32

    Questo è tra i miei quattro o cinque romanzi preferiti, un libro che avrò sempre nel cuore. Walter Scott è grande!

  • User Icon

    Emanuele R.

    12/06/2007 11:36:31

    Pur avendo letto questo libro solo per motivi scolastici, devo dire che la lettura di ivanhoe non mi ha affatto dispiaciuto. La storia è ben costruita, l'atmosfera molto evocativa. Il fatto che i personaggi siano in un certo senso stereotipati e che il finale sia diverso da come lo si sarebbe aspettato (ivanhoe non sposa rebecca non perché non la ami, ma perché è ebrea) da maggiormente quel carattere disincantato e realistico tipico del romanzo storico. Forse l'unica pecca risiede nella descrizione troppo lunga di dettagli nelle scene maggiormente concitate, cosa che rallenta, in alcuni punti, il ritmo narrativo, rendendo alcuni capitoli eccessivamente pesanti. Un buon libro, senza dubbio, ma non il migliore che abbia mai letto. Se vi piaciono i classici dategli un'occhiata.

  • User Icon

    Guglielmi

    09/03/2007 19:14:13

    Stupendo, uno dei più bei classici che abbia mai letto. Oltre alla trama avvincente offre spunti per capire le travagliate origini del senso nazionale inglese, della stessa lingua, delle peculiarità dell'Inghilterra dell'anno mille rispetto agli altri stati Europei, pur nel comune sentire cavalleresco. Pensavo che Hugo con Notre Dame avesse superato il maestro Scott, ma evidentemente non è proprio così..

  • User Icon

    Giulina from Castel Del Piano

    17/10/2006 20:37:45

    questo libro mi ha interessato in maniera assai particolare, gli ambienti, i modi le persone addirittura le sensazioni dei personaggi erano descritte in maniera precisa e concisa. la storia particolarmente interesante, penso che i momenti noiosi ci siano stati soltanto all'inizio un poco. ma è stato uno dei libri più belli che ho letto lo consiglio vivemente in un momento di rilassamento. ciao!!! kiss kiss

  • User Icon

    Francesco

    20/06/2006 12:14:00

    Non sono ancora in grado di dare un giudizio globale e complessivo sul libro di Ivanhoe perchè non ne ho ancora ultimato la lettura, ma da quello che ho letto posso esprimere un mio pensiero sullo stile dell'autore...uno stile obbrobrioso...io credo che oltre al contenuto anche la scorrevolezza sia un carattere fondamentale di un libro e sono certo che Ivanhoe non possieda questa qualità...non riesco ancora a comprendere perchè diversi scrittori ottocenteschi si siano impazziti a trasformare delle belle storie (qual'è quella di Ivanhoe) in dei racconti pesanti, noiosi e lunghi a causa della loro volontà di scrivere in modo tanto complicato da far capire al lettore una pagina solo dopo averla riletta tre volte...un libro è bello anche perchè lo si legge con piacere...e lo si legge con piacere solo quando è scorrevole...nulla da criticare sulla storia del cavaliere, anche se alla fine (da quanto dicono le trame del libro) mi sarebbe paciuto più che Wilfred avesse sposato Rebecca e non Rowena, o per lo meno Scott non avrebbe dovuto introdurre nel racconto il sentimento d'amore che l'ebrea provava per Ivanhoe...ma solo una forte ed innocente amicizia così che il lettore non si sarebbe dispiaciuto per la sorte della bella Rebecca. Cmq un 2 solo per lo stile, il modo di scrivere, che ritengo delle occasioni mancate da Scott.

  • User Icon

    Wow

    05/05/2006 14:57:16

    Leggere questo libro è stata una pizza!!! Forse ha contribuito il fatto che l'ho letto x forza. E' stato davvero noioso; penso che Walter Scott non mi si addica! P.S. Se volete leggerlo tenete il dizionario a portata di mano!!!!

  • User Icon

    Paolo

    07/02/2006 18:54:07

    Bellissima fotografia dell'epoca cavalleresca ai tempi di Riccardo Cuor di Leone, Robin Hood e compagnia. Personaggi molto ben delineati e lettura scorrevole dall'inizio alla fine. Classico libro che sa rendere bene antipatici i "cattivi" e simpatici i "buoni".

  • User Icon

    Laura

    03/11/2005 17:17:32

    a me è piaciuto non che non abbia letto libri migliori però ci si può accontentare e solo leggendolo mi sono innamorata di re riccardo... questo libro riesce a farti immedesimare nei personaggi LEGGETELO!!!

  • User Icon

    FRAXXX

    19/09/2005 16:46:36

    Una delle migliori ricostruzioni storiche che a mio parere ti fanno rivivere passo per passo la storia nei dettagli più sottovalutati!!!ottimo Scott.

  • User Icon

    Ivanhoe

    10/05/2005 00:09:48

    Davvero stupefacente che ci sia solo una recensione..a mio avviso è stata una lettura piacevole che offre un interessante ricostruzione storica.Da leggere!

  • User Icon

    Leo

    30/04/2005 16:18:03

    Sono stupefatto che di un romanzo storico di così alto livello non ci sia nessuna recensione..la prima allora sarà la mia. Niente da dire sul modo di scrivere di Walter Scott, ke mi è piaciuto, però non sono rimasto affatto soddisfatto della trama, che si è rivelata di una noiosità assurda! Sarà anke un capolavoro, ma io ke apprezzo i classici questo non l' ho digerito! 2/5

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione