John Barleycorn. Memorie alcoliche - Jack London - copertina
Salvato in 8 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
John Barleycorn. Memorie alcoliche
15,10 € 15,90 €
LIBRO
Dettagli Mostra info
John Barleycorn. Memorie alcoliche 15 punti Premium Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,10 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,10 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
John Barleycorn. Memorie alcoliche - Jack London - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

John Barleycorn. Memorie alcoliche Jack London
€ 15,90
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Jack London scrisse queste "Memorie alcoliche" subito dopo un tormentato viaggio a New York all'inizio del 1912, durante il quale ebbe una ricaduta tremenda nel vizio del bere: una sbronza colossale in preda alla quale lo scrittore decise di rasarsi a zero. Qui London sviluppa la sua particolare forma di non fiction che avrebbe in seguito caratterizzato il Novecento letterario americano come forma di saggistica narrativa. In quest'autobiografìa del suo alcolismo, London affronta una tragedia che è privata e di molti esseri umani, individuando nell'alcol una viva figura luciferina chiamata John Barleycorn. Un'opera che rimette in primo piano un tema fondamentale e mai risolto dell'America, della sua letteratura e della società moderna.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
27 luglio 2010
217 p., Brossura
9788862611718

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Cristiano Cant
Recensioni: 5/5

Quando le frequenze dei secoli pian piano, inevitabilmente, divideranno l'utile dall'inutile, lo spreco dalla necessità, il bersaglio colpito al centro dai cilecca continui, la meraviglia dalla modestia, l'aquila dal tarlo, quando accadrà tutto questo il nome di Jack London persisterà altissimo come un'arca a dominare valli e valli sterili di inventiva e di genio. Perché pochi, davvero pochi scrittori son stati capaci di mettersi in gioco così a fondo, di far fiorire la parola sopra ogni istante del loro travaglio, sopra ogni spettro del loro istinto, sopra le dicerie e le brutture di un consorzio umano eternamente rozzo e malfatto con le sue invidie e i suoi orrori. Questo libro lo prova nell'estrema verità di un racconto senza risparmi. E' un viaggio dentro un massacro alcolico reso con mani attente, persino commoventi a tratti. Il chicco d'orzo (Barleycorn) che striscia lento e denso in gola nelle sue vesti di birra e whisky e spezza ogni controllo, divora, spreme:"Ah, John Barleycorn è un mago nel narcotizzarti! Cervello e corpo, scottati, storditi e avvelenati tornano a intonarsi grazie allo stesso veleno che ne ha causato il danno". L'alcol allora come stimolo e uccisione insieme; da un lato dovere sociale, colla di amicizia, di condivisione, di volo dalle strette di attimi difficili, ma anche blocco e ansia quando si deve pur uscire dal suo cosmo malato e lasciar andare sulla carta un flusso di storie, di esperienze, di vita. Ma London ce la fa sempre, ha il dono e la mossa dell'ultimo momento, riserve di talento talmente smisurate contro le quali niente possono opporre galloni a fiumi di liquidi dentro il ventre. Un tocco ruvido e lirico in un racconto senza ritorno. Il cielo non chiede nulla in cambio per la pioggia che manda, lascia che cada come un regalo alle cose che germogliano. La letteratura fa lo stesso. Non esige, non biasima, non comanda. E' lì a dirci l'instabile e il miracoloso della vita, sorella ammaccata e fedele dei nostri giorni quaggiù.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Jack London

1876, San Francisco

Pseudonimo di John Griffith London, scrittore statunitense. La sua figura è una delle più singolari e romanzesche della letteratura americana: figlio illegittimo di un astrologo, cresciuto dalla madre e dal suo secondo marito John London, abbandona la scuola a 13 anni e diventa rapidamente adulto tra Oakland e San Francisco con ladri e contrabbandieri, praticando vari mestieri non sempre legali tra cui strillone di giornali, pescatore clandestino, cacciatore di foche, operaio, lavandaio, venditore porta a porta, avventuriero alla ricerca dell'oro in Klondike. Nel 1897, infatti, Jack London lasciò San Francisco per l'Alaska sulla scia della febbre dell'oro scoppiata in quegli anni. Tra mille peripezie raggiunse il Klondike, e proseguì al di là delle montagne,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore