Kapò

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1960
Supporto: DVD
Salvato in 29 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,19 €)

Una ragazzina ebrea quattordicenne, è deportata con la famiglia in un campo di concentramento nazista. Qui impara a sopravvivere prima servendo la custode della sua baracca, poi diventando essa stessa una cinica custode, odiata dagli altri deportati.

1961 - Nastro d'Argento - Miglior attrice non protagonista - Perego Didi

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Cristaldi Film, 2007
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 118 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti; Inglese
  • Formato Schermo: 1,66:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici: scene commentate dal regista; trailers; interviste: intervista a Gillo Pontecorvo; speciale: speciale Susan Strasberg; provini; foto; manifesto originale; recensioni
  • Susan Strasberg Cover

    "Attrice statunitense. Figlia di Lee S. e di P. Hiller, bellezza bruna, nervosa e incline a ruoli di donna fragile e sensuale, nel 1955 viene apprezzata come protagonista in teatro di Il diario di Anna Frank, diretta dal padre, e debutta nel cinema con due ottimi ruoli: la vivace sorella di K. Novak in Picnic di J. Logan, e la giovane malata di nervi di La tela del ragno di V. Minnelli. Molto attiva in teatro, seleziona i ruoli cinematografici; tuttavia delude nella parte della giovane provinciale con la passione del teatro di Fascino del palcoscenico (1958) di S. Lumet, costruendo troppo scolasticamente il personaggio a discapito di una più opportuna spontaneità. Nel 1960 è la protagonista del discusso Kapò di G. Pontecorvo, in cui traccia con indubbia finezza psicologica la parabola della... Approfondisci
  • Laurent Terzieff Cover

    Attore francese. Debutta all’età di diciotto anni sui palchi del teatro d’avanguardia e in seguito conosce una certa popolarità televisiva. Esordisce nel cinema nel 1958 con Peccatori in blue jeans di M. Carné e, oltre a tre film di C. Autant-Lara, interpreta in Italia La notte brava (1959) di M. Bolognini, Kapò (1960) di G. Pontecorvo e Vanina Vanini (1961) di R. Rossellini. Seguono opere del calibro di La prigioniera (1967) di H.-G. Clouzot, La via lattea (1969) di L. Buñuel, Ostia (1969) di S. Citti, Medea (1969) di P.P. Pasolini, Il deserto dei tartari (1976) di V. Zurlini, molti dei film degli anni ’70 di P. Garrel e Détective (1985) di J.-L. Godard. Alterna l’attività cinematografica a quella teatrale, riducendo sensibilmente, a partire dai primi anni ’80, le apparizioni sul grande schermo. Approfondisci
  • Emmanuelle Riva Cover

    Nome d'arte di Paulette Germaine R., attrice francese. Dopo aver lavorato come costumista, debutta in teatro a Parigi nel 1954 nello spettacolo Uomo e Superuomo di G.B. Shaw. L’esordio nel cinema avviene in Le grandi famiglie (1958) di D. de La Patellière, nel quale recita una breve parte, ma è con Hiroshima mon amour (1959) di A. Resnais, tratto da un testo di M. Duras, che si rivela al pubblico internazionale. L’anno successivo interpreta dapprima Teresa nel discusso Kapò di G. Pontecorvo, poi Marilina in Adua e le compagne di A. Pietrangeli, mentre nel 1961 è in Léon Morin, prete - La carne e l’anima di J.-P. Melville. Il delitto di Thérèse Desqueyroux (1962) di G. Franju le permette di vincere la Coppa Volpi a Venezia nel 1962. Parallelamente a quella cinematografica, prosegue la carriera... Approfondisci
Note legali