Categorie

Gianni Farinetti

Editore: Marsilio
Collana: Farfalle
Edizione: 2
Anno edizione: 2000
Pagine: 256 p.
  • EAN: 9788831775861

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gecar

    01/04/2016 18.16.35

    Se in "Un delitto fatto in casa" la storia, un noir ben orchestrato, era ambientata in una saga familiare accattivante, già ne "L'isola che brucia" veniva invece un po' soffocata dalla cornice. Ma in questo terzo romanzo vengono stravolti tutti i rapporti tra la storia, abbastanza esile e ridotta a poche pagine finali, e l'ambientazione. Ne viene fuori una sorta di Grande Fratello letterario, il cui scopo principale sembra essere quello di curiosare nella quotidianità di un gruppo assai variegato di persone, alcune delle quali già note dai romanzi precedenti. Certo la narrazione di Farinetti è sempre piacevole scorrevole ed incisiva. Ma non basta a far apprezzare il libro. Almeno a quelli cui non piace il Grande Fratello.

  • User Icon

    Massimo F.

    09/02/2015 12.34.13

    Soft noir in salsa sabauda. Ambientato benissimo nella Torino-bene, con una caratterizzazione dei personaggi molto molto calibrata. La storia è un po' lenta, ma nel finale cattura decisamente. Da leggere.

  • User Icon

    giuliano

    07/02/2015 13.10.40

    Io invece l'ho trovato molto brutto; mi sono lasciato irretire dalla recensione di un lettore di "Un delitto fatto in casa" che ne consigliava la lettura subito dopo. Invece questo romanzo manca completamente degli aspetti positivi del primo, e ne amplia esponenzialmente i difetti. Trama noiosa, dialoghi scontati e manieristici, personaggi poco credibili... e poi possibile che nell'alta borghesia piemontese siano tutti gay?

  • User Icon

    Simona

    30/11/2005 14.42.22

    Un libro STUPENDO. Dovete leggerlo!

  • User Icon

    Stefano

    08/04/2003 23.50.18

    Ritrovarsi a Torino e rivivere una storia semplice di amore, morte e amicizia...avvolti nella nebbia. La scrittura è magistrale così come l'invenzione di ogni personaggio. Mentre in altri romanzi Gianni Farinetti ci ha incantati con le sue puntigliose e delicatissime descrizioni della natura.....qui, in una splendida Torino, ci fa da cicerone attraverso strade, vie e piazze costellate di affascinanti palazzi e vetuste chiese. Per chi è appassionato d'opera rimarra' certamente incantato dall'uso che l'autore fa di una Traviata al Regio vista ed applaudita dai suoi coloriti e (snob) personaggi (io appassionato non sono ma l'ho appezzata lo stesso). Complimenti all'autore.

  • User Icon

    Susanna

    10/01/2003 14.10.01

    Farinetti non si tradisce anche in questo romanzo dove è piacevole ritrovare i personaggi delle opere precedenti. Anche qui, come altrove, il giallo viene rivelato a metà libro (o forse più avanti) sebbene se ne intuiscano gli indizi molto prima. Un'ambientazione magistrale nella Torino nebbiosa e... bon ton.

  • User Icon

    Pieralberto Marchesini

    15/11/2001 02.23.39

    Bello come sempre questo ultimo libro di Gianni Farinetti, quanto e più di ogni suo precedente. Subito il narrare ti aggancia sicché diventa difficile, quasi impossibile interromperne la lettura. Abilissimo nel dipanare il racconto che si snoda in un intreccio familiare di rapporti, caratteri, conflitti diversi e nel mantenere vivi personaggi già delineati in sue opere precedenti. Secca e incisiva la scrittura che con il proseguire dell’esperienza maggiormente si affina con squarci di misurata poesia, il tutto contenuto in una sola unità di tempo. Non manca il colpo di scena, la rivelazione di quanto si cela nel groviglio di supposizioni e di accadimenti. A che punto del libro? Eh, no, perché guastare il piacere a chi ancora vorrà leggere?

  • User Icon

    Anna

    01/03/2001 01.40.14

    Ecco qui, in mezzo a uno strano inverno, questo bel romanzo netto, asciutto, molto più malinconico di quanto l'autore ci vuol far credere. Un gran bel pessimismo, elegante e sorridente.

  • User Icon

    Adriana

    13/12/2000 11.50.37

    Un romanzo per divertirsi, emozionarsi, commuoversi; una storia d'amore e di amicizia, un mistero e tanta atmosfera: perfetto regalo di natale

  • User Icon

    Ardengo Da Rodi

    06/12/2000 16.56.28

    Ancora una volta Farinetti ci regala una storia carica di atmosfera, in questo romanzo forse un po' più crepuscolare e sofferta, e che come sempre ci cattura e ci accompagna fino all'ultima pagina. Una bellissima conferma.

  • User Icon

    roberta

    10/11/2000 19.53.15

    E' molto bello questo nuovo romanzo di Farinetti, a partire dalla copertina! L'autore conferma il suo grande talento nel costruire con precisione l'ambiente in cui ritrarre i suoi personaggi, che questa volta si muovono malinconici in un'annebbiata Torino. Col progredire della lettura la tensione aumenta e si arriva ad un finale tanto inaspettato quanto immediato, malinconico, crudele. Credo che Farinetti con questo nuovo romanzo abbia fatto un passo avanti come scrittore: il suo valore letterario cresce e alle sue storie non dovrebbe essere negato un destino cinematografico.

  • User Icon

    Roberto

    07/11/2000 19.54.46

    Quando finisco di leggere un libro di Farinetti sento improvvisamente il vuoto attorno e la malinconia mi assale: "avrei potuto leggere più adagio, soppesare di più le parole". Poi mi consolo, come quando si saluta un amico che parte per un lungo viaggio; il pensiero scatta istantaneamente in avanti a quando finalmente ci si riabbraccerà e, troppo velocemente si trascorrerà nuovamente del tempo insieme. Ti chiedi se sarà bello come questa volta, oppure di più, oppure di meno: ma in fondo sai che pur non essendo più la stessa cosa sarà comunque stupendo. Lo sai perchè ogni volta ritrovi le tue cose, i tuoi paesaggi, i tuoi gusti, te stesso: ogni volta ti ritrovi "a casa". Ecco, leggere i libri di Farinetti è ritrovarsi, a casa.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione